Edilizia.com
Edilizia.com
Home » Casa » Umidità di risalita: rifacimento vespai e scannafossi detraibili al 50%

Umidità di risalita: rifacimento vespai e scannafossi detraibili al 50%

Umidità di risalita: rifacimento vespai e scannafossi detraibili al 50%Umidità di risalita: rifacimento vespai e scannafossi detraibili al 50%
Ultimo Aggiornamento:

Il rifacimento di vespai e scannafossi è un intervento per cui è possibile beneficiare della detrazione al 50% concessa dal Bonus Ristrutturazione ed è una soluzione che permette di contrastare la formazione dell’umidità di risalita.

L’importanza di contrastarne la formazione risiede nella salvaguardia dell’integrità strutturale e nella promozione di un ambiente interno sano. L’umidità di risalita, causata dalla penetrazione dell’acqua dal terreno alle strutture murarie, può generare una serie di problematiche, come danni strutturali, deterioramento dei materiali, nonché la creazione di condizioni favorevoli alla formazione di muffe.

I vespai e gli scannafossi servono proprio ad evitare che tutto ciò possa accadere.

Approfondiamo di seguito.

Leggi anche: “Cedimento fondazioni: i segnali da non sottovalutare

Rifacimento vespai: cosa sono e come funzionano

Prevenire l’umidità di risalita è fondamentale per garantire la durabilità degli edifici nel tempo, ma anche per prevenire la perdita di isolamento termico ed energetico e assicurare un ambiente abitativo salubre.

Si tratta di obiettivi che possono essere raggiunti attraverso specifiche tipologie di soluzioni, come l’inserimento di sistemi di drenaggio adeguati, l’utilizzo di materiali impermeabilizzanti o la realizzazione di un vespaio.

Il vespaio, detto anche “vespaio aerato”, non è altro che uno spazio posto nelle fondamenta di un edificio, progettato per favorire la circolazione dell’aria. La parola “aerato” indica appunto che si tratta di un luogo atto a consentire il passaggio dell’aria, realizzato al fine di garantire una corretta ventilazione.

Questa sorta di area “di vuoto” è integrata strutturalmente alle fondazioni dell’immobile, ed è necessaria per evitare che si crei umidità di risalita che danneggi i materiali, compromettendo la stabilità dell’edificio.

Dal punto di vista tecnico, è essenziale però anche che il vespaio abbia la capacità di sopportare il peso della pavimentazione superiore (comprendente massetto e pavimento).

Per garantire il supporto strutturale, dunque, il vespaio aerato viene comunemente riempito con materiale inerte e non coeso, anche mediante la creazione di fori di aerazione appositamente posizionati e dimensionati.

Tale area può essere riempita inoltre con specifici materiali isolanti, come ad esempio ciottoli o altro materiale che faciliti il drenaggio, allo scopo di isolare il più possibile il pavimento dall’umidità del sottosuolo.

Si tratta di soluzioni che consentono non solo di prevenire la formazione di condensa, ma che riesco inoltre ad apportare notevoli miglioramenti per quanto riguarda l’isolamento termico dell’edificio.

Scannafossi: canali aggiuntivi dei vespai

Gli scannafossi sono invece delle sorte di canalette aggiuntive al vespaio, che vengono realizzate soprattutto nei casi in cui lo stesso piano si trovi al di sotto del livello del suolo, come accade spesso nei locali seminterrati o interrati. In questi casi, le murature perimetrali stesse possono diventare vie potenziali per l’umidità di risalita ed è fondamentale garantire un movimento d’aria continuo.

Il vespaio aerato da solo potrebbe non essere sufficiente a quel punto, e diventa necessario creare uno scannafosso. Qualora lo spazio per lo scannafosso fosse limitato, è indispensabile comunque prevedere un sistema di comunicazione del vespaio con l’esterno oppure implementare sistemi alternativi per contrastare l’umidità di risalita dalle pareti sottostanti il livello del terreno (come resine, barriere chimiche, intonaco macroporoso).

Rifacimento vespai e scannafossi: lavori in manutenzione straordinaria

La Circolare n. 17/E del 26 giugno 2023 ha specificato che il rifacimento di vespai e scannafossi è una tipologia di lavoro agevolabile con il Bonus Ristrutturazione, che ammette una detrazione al 50% con un massimale pari a 96.000 euro.

Nello specifico, tale intervento fa parte della categoria della manutenzione straordinaria, che può interessare parti comuni di edifici condominiali e singole unità.

La categoria ricomprende numerose tipologie di lavori, anche di carattere innovativo, mirate a migliorare la struttura degli edifici oppure ad intervenire dal punto di vista impiantistico, con lo scopo di mantenere in efficienza o adeguare l’uso dell’immobile ad esigenze correnti.

La manutenzione straordinaria non ammette però che siano apportate modifiche alla planimetria, alla tipologia, alla superficie, alla volumetria o alla destinazione d’uso preesistenti.

Sono lavori di manutenzione straordinaria, ad esempio:

  • Il rifacimento di vespai e scannafossi;
  • Il consolidamento delle strutture di fondazione e in elevazione;
  • La sostituzione di solai interpiano, senza apportare modifiche alle quote d’imposta;
  • Il rifacimento di scale e rampe;
  • La realizzazione di recinzioni, muri di cinta e cancellate;
  • La sostituzione di solai di copertura, anche utilizzando materiali diversi dai preesistenti;
  • La sostituzione dei tramezzi interni, senza apportare modifiche alla tipologia dell’unità immobiliare;
  • La realizzazione di elementi di sostegno di singole componenti della struttura;
  • La sostituzione di infissi esterni e serramenti o persiane con serrande, con l’opportunità, in questo caso, di modificare materiali o tipologia di infissi;
  • La realizzazione ed adeguamento di opere accessorie e pertinenziali che non comportino aumento di volumi o superfici utili;
  • La realizzazione ed integrazione di servizi igienico-sanitari, compresa la costruzione della rete fognaria fino alla rete pubblica;
  • La sostituzione della caldaia, in quanto si tratta di un intervento inteso come sostituzione di una componente essenziale dell’impianto di riscaldamento;
  • La realizzazione di chiusure o aperture interne, senza modificare lo schema distributivo delle unità immobiliari e dell’edificio.

Leggi anche: “Bonifica terreno: lavoro ammesso a detrazione se indispensabile

Richiedi informazioni per Bonus, Bonus Ristrutturazione, Casa, Notizie

Compila il form sottostante: la tua richiesta verrà moderata e successivamente inoltrata alle migliori Aziende del settore, GRATUITAMENTE!

Voglio iscrivermi gratuitamente per avere risposte più veloci!

*Vista l'informativa privacy, acconsento anche alle finalità ivi descritte agli artt. 2.3, 2.4, 2.5. Per limitare il consenso ad una o più finalità clicca qui.

Invia Richiesta

Prodotti suggeriti

Silan1 - Resine Acril-Siloniche SilanicheSilan1 - Resine Acril-Siloniche Silaniche

Silan1 - Resine Acril-Siloniche Silaniche

Da molti anni nei laboratori della E.R.I. sono state formulate delle RESINE ACRIL-SILICONICHE SILANICHE altamente selezionate, che miscelate con opportuni solventi, rendono le resine altamente penetrabili in tutti i materiali da costruzione.
Crepe nei muri: quando sono pericolose?Crepe nei muri: quando sono pericolose?

Crepe nei muri: quando sono pericolose?

Quando compaiono crepe sui muri è fondamentale riconoscere se le lesioni sono superficiali o strutturali.
Ripara Terrazza TRP 650 Tecnored impermeabile protettivo trasparenteRipara Terrazza TRP 650 Tecnored impermeabile protettivo trasparente

Ripara Terrazza TRP 650 Tecnored impermeabile protettivo trasparente

Il Ripara Terrazza TRP 650 di Tecnored è un [..]
Deep InjectionsDeep Injections

Deep Injections

Consolidamento dei terreni con resina GEOPLUS®, la superconsolidante da 10.000 kPa
StabilsanaStabilsana

Stabilsana

STABILSANA - Stabilizzante ecologico per strade e pavimentazioni drenanti in terra battuta
Vedi tutti i Prodotti in Consolidamento e Risanamento

Articoli Correlati

Acquisto casa all'asta: vantaggi, rischi e strategieAcquisto casa all'asta: vantaggi, rischi e strategie

Acquisto casa all'asta: vantaggi, rischi e strategie

13/02/2024 11:20 - L'acquisto di case all'asta offre opportunità economiche ma richiede cautela. È essenziale valutare rischi, costi aggiuntivi e seguire procedure legali per minimizzare sorprese e massimizzare i benefici.
IMU per immobili collabenti: cosa prevede la legge?IMU per immobili collabenti: cosa prevede la legge?

IMU per immobili collabenti: cosa prevede la legge?

12/02/2024 14:03 - Con la Risoluzione n. 4/DF del 16 novembre 2023, il Dipartimento delle Finanze ha [..]
Ampliare il balcone: è possibile farlo? con quali permessi?Ampliare il balcone: è possibile farlo? con quali permessi?

Ampliare il balcone: è possibile farlo? con quali permessi?

12/02/2024 10:35 - L'ampliamento del balcone richiede il Permesso di Costruire per conformarsi alle [..]
Opere di innovazione in condominio: quali si possono installare?Opere di innovazione in condominio: quali si possono installare?

Opere di innovazione in condominio: quali si possono installare?

07/02/2024 11:22 - Le opere di innovazione che possono essere installate in condominio sono tutte [..]
TAGS: scannafossi, umidità, Umidità di risalita, vespai

Autore: Redazione Online

Edilizia.com è online dal 1998, il primo del settore in Italia!