Edilizia.com
Edilizia.com
Home » Bonus » Bonus Mobili

Bonus Mobili

Con l’espressione Bonus Mobili si intende indicare un’agevolazione fiscale che permette di ottenere una detrazione Irpef pari al 50%. Il bonus presenta la denominazione completa di “Bonus Mobili ed elettrodomestici” ed è stato stabilito dalla Legge di Bilancio 2020. Per la precisione, si tratta di una detrazione già attiva nel 2019.

Bonus Mobili: che cos'è

Con il Bonus Mobili è possibile detrarre una percentuale pari al 50% dalle tasse. Per poterlo ottenere però, occorre rispettare determinati requisiti, come ad esempio il fatto che tutti i mobili acquistati debbano essere nuovi e debbano anche far parte della classe energetica A+. Per quanto riguarda i forni però, la legge ha stabilito che possono far parte della classe A, purché vengano sempre acquistati ex novo. Nelle spese da detrarre sono comprese anche tutti i costi relativi al trasporto e montaggio di quel determinato mobile ed elettrodomestico. Per quanto riguarda il Bonus Mobili di quest’anno però, tutti gli acquisti possono essere detraibili solo se i mobili saranno destinati ad arredare un ambiente ristrutturato. Anche in questo caso, ci sono dei requisiti e limiti che riguardano le ristrutturazioni. Per poterli conoscere tutti, puoi continuare la navigazione su questo sito e cliccare sulle singole categorie dedicate ad ogni singolo bonus.

Bonus Mobili: come fare domanda

È possibile far domanda per ottenere il Bonus Mobili, solo se si rispettano i requisiti indicati precedentemente e se i mobili fanno parte del seguente elenco:
  • Divani
  • Poltrone
  • Armadi
  • Letti
  • Materassi
  • Comodini
  • Sedie
  • Tavoli
  • Mensole
  • Librerie
  • Scrivanie
  • Cassettiere
  • Apparecchi di illuminazione
  • Mobili per il bagno
Per poter richiedere il bonus in questione però, occorre prima registrarsi sul sito dell’ENEA. Sarà proprio qui infatti che occorrerà inoltrare la propria richiesta, che potrà essere inviata solo dopo aver compilato i campi obbligatori richiesti. Questi riguardano la presentazione di tutti i dati relativi alla propria identificazione come dati personali, codice fiscale, bonifico dell’avvenuto pagamento per il mobile, ma non solo. Sarà anche necessario indicare l’immobile e le ristrutturazioni avvenute, perché come già detto, i mobili acquistati per accedere al bonus dovranno servire per arredare un ambiente ristrutturato. Oltre a questi dati, si deve anche tener conto che il limite massimo della spesa che la legge ha previsto. Per ulteriori informazioni vi consigliamo di leggere la nostra guida completa: "Bonus Mobili 2022: tempistiche, requisiti, dimostrazioni, come si procede"

Articoli nella categoria Bonus Mobili

Bonus Mobili: possibile arredare ambienti non ristrutturatiBonus Mobili: possibile arredare ambienti non ristrutturati

Bonus Mobili: possibile arredare ambienti non ristrutturati

Il Bonus Mobili è l’unico bonus in ambito edile che può essere beneficiato solo se legato ad un'altra agevolazione.

Continua a leggere

Bonus Mobili: massimale annuo deve includere spese già sostenuteBonus Mobili: massimale annuo deve includere spese già sostenute

Bonus Mobili: massimale annuo deve includere spese già sostenute

Il Bonus Mobili concede una detrazione del 50% sulle spese conseguite per l’acquisto di mobili e arredi, ma viene concesso solo se il richiedente ha eseguito degli interventi di ristrutturazione edilizia che possano essere inquadrabili nel Bonus Ristrutturazioni, nel Superbonus e nel Sismabonus.

Continua a leggere

Bonus Mobili: nuovi massimali per 2023, cosa cambiaBonus Mobili: nuovi massimali per 2023, cosa cambia

Bonus Mobili: nuovi massimali per 2023, cosa cambia

Il Bonus Mobili è quell’incentivo che consente di procedere con l’acquisto di elementi d’arredo ed elettrodomestici ad elevata efficienza energetica con la possibilità di portare in detrazione il 50% delle spese conseguite.

Continua a leggere

Bonus Mobili: spese in 2 anni differenti, cosa accadeBonus Mobili: spese in 2 anni differenti, cosa accade

Bonus Mobili: spese in 2 anni differenti, cosa accade

Il Bonus mobili ed elettrodomestici concede una detrazione nella misura del 50% per l’acquisto di mobili, arredi ed elettrodomestici ad elevata efficienza energetica.

Continua a leggere

Bonus Mobili: possibile legarlo al Superbonus 110%Bonus Mobili: possibile legarlo al Superbonus 110%

Bonus Mobili: possibile legarlo al Superbonus 110%

Con un recente quesito posto alle Entrate da una contribuente sul portale FiscoOggi, viene chiarito quali siano i Bonus Casa che consentono di avere accesso anche al Bonus Mobili ed elettrodomestici.

Continua a leggere

Bonus Mobili per sostituzione porte: è ammissibile?Bonus Mobili per sostituzione porte: è ammissibile?

Bonus Mobili per sostituzione porte: è ammissibile?

Con un recente quesito posto all’attenzione dell’Agenzia delle Entrate sul portale FiscoOggi, un contribuente chiede se sia possibile usufruire del Bonus Mobili per procedere con l’acquisto di una porta blindata in sostituzione ad una porta normale di un appartamento.

Continua a leggere

Bonus mobili: quali elettrodomestici si possono acquistare con il 50% di scontoBonus mobili: quali elettrodomestici si possono acquistare con il 50% di sconto

Bonus mobili: quali elettrodomestici si possono acquistare con il 50% di sconto

Sino al 31 dicembre 2024 rimane in vigore il cosiddetto Bonus Mobili ed Elettrodomestici, che permette di detrarre la metà della spesa sostenuta per l'acquisto di grandi elettrodomestici ad elevata efficienza energetica.

Continua a leggere

Il Bonus mobili spetta a chi installa una canna fumaria?Il Bonus mobili spetta a chi installa una canna fumaria?

Il Bonus mobili spetta a chi installa una canna fumaria?

Dal 1° gennaio 2023 lo sconto del 50% previsto dal Bonus Mobili è applicabile su un importo massimo di 5.000 euro e non più di 10.000 euro come per tutto il 2022. Ma la detrazione Irpef del 50% spetta anche a coloro che installano le canne fumarie?

Continua a leggere

Edilizia.com è online dal 1998, il primo del settore in Italia!