Edilizia.com
Edilizia.com
Home » Bonus » Bonus Prima Casa

Bonus Prima Casa

Il Bonus Prima Casa è stata una delle agevolazioni più discusse durante il periodo relativo alla stesura ed approvazione della Legge di Bilancio. Per quest’anno sono state previste diverse detrazioni fiscali che si possono applicare solo rispettando requisiti specifici. Prima di tutto, sono esclusi dal Bonus alcuni edifici che appartengono a determinate categorie catastali, come ad esempio A1, A8, A9. Per conoscere tutti i limiti e le news riguardanti il bonus in questione, continua la navigazione su questo sito e controlla questa categoria. Qui, nella sezione apposita, troverai tutti gli articoli inerenti al “Bonus Prima Casa”.

Bonus Prima Casa: che cos’è

Si chiama "Bonus Prima Casa" l'insieme di tutte le agevolazioni fiscali che possono essere applicate sull'acquisto della prima casa. Le detrazioni in questione riguardano un’imposta di registro della misura del 2% contro la percentuale del 10% che era prevista per lo scorso anno, il pagamento della quota di 50 euro per l’imposta ipotecaria e catastale. Altra agevolazione riguarda il fatto che se la vendita dell’immobile fosse soggetta ad Iva, quest’ultima sarà del 4% e in più le imposte dovute andranno a costituire la cifra totale di 200 euro.

Bonus Prima Casa: i requisiti

Per poter ottenere il bonus in questione è necessario rispettare alcuni requisiti specifici. Primo fra tutti il fatto che l’immobile non deve far parte di alcune categorie catastali. Si parla in questo caso della categoria A/1, la quale ammette abitazioni di tipo signorile, A/8, che comprende le ville, e A/9, nella quale rientrano i castelli e palazzi di un certo valore artistico e storico. Tutte le categorie catastali ammesse sono invece la A/2, in cui rientrano le abitazioni di tipo civile, la categoria A/3 ed A/4, che comprendono abitazioni di tipo economico e popolare, e la A/5 ed A/6, che ammettono abitazioni di tipo "ultra popolare" e rurale. Da aggiungere a queste anche la A/7, ovvero le abitazioni in villini, e la A/11, con le abitazioni ed alloggi tipici dei luoghi. Altro requisito da rispettare per ottenere il bonus è l’obbligo di risiedere nello stesso Comune in cui si trova la prima casa, ed anche quello di doversi trasferire nel nuovo immobile entro i 18 mesi dall’acquisto. Per poter ottenere il Bonus Prima Casa si devono quindi rispettare diverse condizioni, e molte persone preferiscono rivolgersi ad un esperto per valutare se la loro situazione permette di far ottenere loro il Bonus. Se vuoi leggere tutti gli aggiornamenti e le notizie in merito al Bonus Prima Casa, rimani connesso su questo sito: nell’apposita sezione troverai tutte le news a riguardo.

Articoli nella categoria Bonus Prima Casa

Bonus Prima Casa under 36: proroga al 31 dicembre 2023, le novitàBonus Prima Casa under 36: proroga al 31 dicembre 2023, le novità

Bonus Prima Casa under 36: proroga al 31 dicembre 2023, le novità

La Legge di Bilancio 2023 è entrata in vigore a partire dal 1° gennaio e prevede numerose novità e proroghe in relazione ai tanti bonus edilizi e bonus casa. Tra questi c'è il Bonus Prima Casa under 36.

Continua a leggere

Prima Casa: indisponibilità del bene permette nuovo acquistoPrima Casa: indisponibilità del bene permette nuovo acquisto

Prima Casa: indisponibilità del bene permette nuovo acquisto

Con il Bonus Prima Casa viene concesso ai contribuenti di acquistare un immobile - usufruendo di una riduzione dalle imposte applicate all’atto del rogito definitivo - da adibire ad abitazione principale in tutto il territorio italiano.

Continua a leggere

Prima Casa: acquisto quota del coniuge non è “nuovo acquisto”Prima Casa: acquisto quota del coniuge non è “nuovo acquisto”

Prima Casa: acquisto quota del coniuge non è “nuovo acquisto”

Grazie al Bonus Prima Casa è possibile procedere con l’acquisto di un’abitazione pagando in forma ridotta le imposte relative all’atto d’acquisto.

Continua a leggere

Bonus Prima Casa: obbligatorio il contratto traslativoBonus Prima Casa: obbligatorio il contratto traslativo

Bonus Prima Casa: obbligatorio il contratto traslativo

Con una recente sentenza, la Corte di Cassazione ha fornito alcuni chiarimenti in riferimento ai casi in cui un contribuente proceda con la vendita della prima abitazione acquistata con il Bonus Prima Casa, per poi acquistare una nuova casa da adibire ad abitazione principale.

Continua a leggere

Bonus Prima Casa: possibile per due immobili da accorpareBonus Prima Casa: possibile per due immobili da accorpare

Bonus Prima Casa: possibile per due immobili da accorpare

Il Bonus Prima Casa può essere beneficiato anche per l’acquisto di due immobili che devono essere accorpati. Per farlo tuttavia è necessario rispettare una serie di condizioni che spiegheremo.

Continua a leggere

Prima Casa: dichiarazioni danno beneficio solo provvisoriamentePrima Casa: dichiarazioni danno beneficio solo provvisoriamente

Prima Casa: dichiarazioni danno beneficio solo provvisoriamente

Con una recente sentenza della Corte di Cassazione si torna a parlare del Bonus Prima Casa in riferimento al termine previsto di 18 mesi per procedere con il cambio della residenza.

Continua a leggere

Bonus Prima Casa: se coniuge ne fruisce, anche l’altro è beneficiarioBonus Prima Casa: se coniuge ne fruisce, anche l’altro è beneficiario

Bonus Prima Casa: se coniuge ne fruisce, anche l’altro è beneficiario

Il Bonus Prima Casa ammette la possibilità di fruire di notevoli sconti sulle imposte relative all’acquisto di un immobile da adibire ad abitazione principale.

Continua a leggere

Prima Casa al coniuge dopo separazione: l'altro non può riacquistarePrima Casa al coniuge dopo separazione: l'altro non può riacquistare

Prima Casa al coniuge dopo separazione: l'altro non può riacquistare

Il Bonus Prima Casa concede la possibilità di ottenere una riduzione delle imposte da pagare sugli atti relativi alla compravendita di un immobile da adibire a Prima Casa.

Continua a leggere

Edilizia.com è online dal 1998, il primo del settore in Italia!