Edilizia.com
Edilizia.com
Home » Detrazioni Fiscali » Ristrutturazione scale o ascensori: quali incentivi possibili?

Ristrutturazione scale o ascensori: quali incentivi possibili?

Ristrutturazione scale o ascensori: quali incentivi possibili?Ristrutturazione scale o ascensori: quali incentivi possibili?
Ultimo Aggiornamento:

Le scale e gli ascensori rientrano entrambi tra le parti comuni di un edificio condominiale, per le quali è possibile beneficiare di diversi incentivi edilizi legati alla ristrutturazione o all’installazione. Gli stessi bonus sono inoltre disponibili per le singole unità immobiliari.

Le scale in particolare sono una parte strutturale fondamentale degli immobili a più piani. Gli ascensori, invece, rientrano tra gli elementi di innovazione ad uso comune, e possono essere suscettibili di utilizzazione separata, ovvero si può scegliere di non utilizzarli, e di non contribuire alle spese per la loro realizzazione e conservazione (approfondisci qui).

Vediamo quali sono i bonus edilizi che concedono la ristrutturazione di scale e ascensori.

Ristrutturazione scale e ascensori: detrazione al 50%

La ristrutturazione di scale o impianti di ascensori è un intervento che può innanzitutto essere agevolabile con il Bonus Ristrutturazione.

La detrazione viene concessa nella misura del 50%, con un massimale di spesa pari a 96.000 euro. Ricordiamo che dal 1° gennaio 2025, se non ci dovessero essere proroghe, l’agevolazione tornerà alla sua forma iniziale, ovvero 36% di aliquota con massimale a 48.000 euro (approfondisci qui).

Nello specifico, questa tipologia di lavori rientra nella manutenzione straordinaria, categoria le cui spese possono essere ammesse a detrazione sia in riferimento alle singole unità sia in relazione alle parti comuni degli edifici condominiali.

La manutenzione ordinaria è invece prevista solo a beneficio dei condomìni, a meno che non si conseguano altri lavori di maggiore entità e quelli di manutenzione ordinaria possano essere considerati come “di completamento”.

Per saperne di più, leggi: “Rifacimento intonaci e tinteggiatura: ammesso al Bonus Ristrutturazione

La Circolare n. 17/E del 26 giugno 2023 ha ricordato nello specifico i lavori che possono riguardare la ristrutturazione di scale o ascensori e che risultano agevolabili con il Bonus Ristrutturazione, ovvero:

  1. La realizzazione o l’adeguamento (senza modifiche ai volumi e alle superfici) di opere accessorie e pertinenziali, incluso l’intervento di realizzazione ex novo di volumi tecnici come:
    • Centrali termiche;
    • Impianti di ascensori;
    • Scale di sicurezza;
    • Canne fumarie.
  1. Il rifacimento di scale e rampe già esistenti.

L’agevolazione si rivolge esclusivamente a singole unità ed edifici ad uso abitativo.

Abbattimento barriere: sì con Bonus Ristrutturazione, Bonus Barriere e Superbonus

Il Bonus Ristrutturazione ammette la ristrutturazione di scale e impianti di ascensori anche in riferimento ad un’altra delle tante categorie di interventi che si possono conseguire con l’agevolazione. Scoprili tutti qui

L’incentivo infatti include anche i lavori che vengono realizzati con la finalità di abbattere le barriere architettoniche, intervento che può essere conseguito anche se nel fabbricato non dovesse viverci alcun disabile.

La detrazione, anche qui, fino al 2024 è pari al 50% e il massimale è di 96.000 euro per ogni singola unità. Nei condomini, il valore massimo andrà moltiplicato per le unità presenti.

Anche in questo caso, solo unità e condomìni a destinazione abitativa possono usufruire della detrazione.

Nelle unità strumentali però – e in generale in tutti gli immobili abitativi e non abitativi – gli interventi di abbattimento delle barriere architettoniche possono essere conseguiti beneficiando di una detrazione più elevata, ovvero quella al 75% concessa dal Bonus Barriere Architettoniche.

L’incentivo, che inizialmente era sperimentale solo per il 2022, è stato poi rinnovato fino al 2025. Si tratta ad oggi dell’unico bonus casa, con il Superbonus, ad aver già ottenuto la proroga fino al 2025. Tutti gli altri attualmente sono stati rinnovati fino al 2024.

A proposito del Superbonus, segnaliamo che i lavori volti all’eliminazione delle barriere possono beneficiare anche del maxi-incentivo nella misura del 90% o del 110%. Si tratta però di lavori trainaTI che necessiteranno di interventi più consistenti (trainaNTI) per essere considerati agevolabili.

Leggi anche: “Superbonus: stop alla cessione del credito e sconto in fattura dal 2024

Ristrutturazione scale e ascensori: lavori compresi nell’abbattimento barriere

Per tutti gli interventi che si realizzano con la finalità di eliminare le barriere architettoniche – a prescindere da quale tra i 3 incentivi si usufruisca –  è fondamentale poter attestare lo scopo dei lavori.

È necessario infatti che si certifichi il rispetto dei criteri imposti dal DM n. 236 del 14 giugno 1989, in materia di accessibilità, adattabilità e visitabilità degli edifici.

In quanto all’intervento di ristrutturazione di scale o ascensori, possono rientrare tra gli interventi volti all’abbattimento delle barriere architettoniche lavori come:

  • Il rifacimento o l’adeguamento di impianti tecnologici (tra i quali rientrano gli impianti di ascensori);
  • Il rifacimento di scale ed ascensori.

In caso di sostituzione dell’impianto di ascensore, risulteranno detraibili anche le spese relative allo smaltimento e alla bonifica, dell’impianto sostituito e dei materiali risultanti.

Possono essere agevolabili inoltre:

  • L’inserimento di rampe interne ed esterne agli edifici;
  • L’installazione di servoscala, montascale o di qualsiasi tipologia di piattaforma elevatrice.

In particolare, si intende incentivare in questi casi:

ogni strumento che, attraverso la comunicazione, la robotica e ogni altro mezzo di tecnologia più avanzata, sia adatto a favorire la mobilità interna ed esterna all’abitazione per le persone portatrici di handicap”.

Ribadiamo tuttavia che i lavori possono essere realizzati anche se non è presente alcun disabile nell’edificio, in quanto si deve comunque permettere l’accesso a tutti gli edifici a favore di qualsiasi disabile sia interessato ad accedervi.

Richiedi informazioni per Bonus, Bonus Ristrutturazione, Casa, Condomini, Detrazioni Fiscali, Notizie

Compila il form sottostante: la tua richiesta verrà moderata e successivamente inoltrata alle migliori Aziende del settore, GRATUITAMENTE!

Voglio iscrivermi gratuitamente per avere risposte più veloci!

*Vista l'informativa privacy, acconsento anche alle finalità ivi descritte agli artt. 2.3, 2.4, 2.5. Per limitare il consenso ad una o più finalità clicca qui.

Invia Richiesta

Articoli Correlati

Bonus bollette 2024: come richiederlo, a quanto ammonta e a chi spettaBonus bollette 2024: come richiederlo, a quanto ammonta e a chi spetta

Bonus bollette 2024: come richiederlo, a quanto ammonta e a chi spetta

14/05/2024 09:30 - Il Bonus Bollette 2024 è un'agevolazione economica destinata a supportare le famiglie italiane nell'affrontare le spese per luce, gas e acqua. Rivolto a nuclei familiari con specifici requisiti di reddito, il bonus mira a contrastare l'aumento dei costi energetici e garantire un sostegno concreto.
Bonus amianto 2024: l'incentivo per la rimozione dell'amiantoBonus amianto 2024: l'incentivo per la rimozione dell'amianto

Bonus amianto 2024: l'incentivo per la rimozione dell'amianto

30/04/2024 12:31 - La presenza di eternit, o amianto, negli edifici, sia residenziali che produttivi, [..]
Bonus tende da sole 2024: le novità e la guida completaBonus tende da sole 2024: le novità e la guida completa

Bonus tende da sole 2024: le novità e la guida completa

10/04/2024 16:39 - Nel 2024, il bonus tende da sole si conferma come incentivo chiave nell'ambito [..]
Superbonus vs. Ecobonus: quale incentivo scegliere per la tua casa?Superbonus vs. Ecobonus: quale incentivo scegliere per la tua casa?

Superbonus vs. Ecobonus: quale incentivo scegliere per la tua casa?

09/04/2024 12:38 - L'Ecobonus si rivela [..]
TAGS: ascensore, Bonus Ristrutturazione, ristrutturazione, scale

Autore: Redazione Online

Edilizia.com è online dal 1998, il primo del settore in Italia!