Edilizia.com
Edilizia.com
Home » Guide » Come ottenere una procura a vendere: passaggi, costi e consigli

Come ottenere una procura a vendere: passaggi, costi e consigli

Come ottenere una procura a vendere: passaggi, costi e consigliCome ottenere una procura a vendere: passaggi, costi e consigli
Ultimo Aggiornamento:

La procura a vendere di un immobile è un documento legale fondamentale per chiunque desideri delegare a terzi la vendita del proprio bene immobile. Questo strumento giuridico risulta particolarmente utile in molteplici situazioni, come ad esempio l’impossibilità del proprietario di essere presente alla compravendita.

Ma cosa implica realmente una procura a vendere, quali sono i costi associati e come si può ottenere?

Scopriamo insieme tutti i dettagli, approfondendo ogni aspetto di questo importante atto notarile.

Advertisement - Pubblicità

Cos’è la procura a vendere di un immobile?

La procura a vendere è un atto notarile con cui il proprietario di un immobile (detto mandante) conferisce a un’altra persona (detto mandatario) il potere di vendere il bene in suo nome e per suo conto. Questo documento legale deve essere redatto e autenticato da un notaio per avere validità.

Leggi anche: La responsabilità del notaio in una compravendita immobiliare

Esistono due tipi principali di procura a vendere: la procura generale e la procura speciale.

  • Procura generale: Conferisce al mandatario il potere di compiere vari atti giuridici in nome del mandante, non limitandosi solo alla vendita di un immobile. Questo tipo di procura è ampio e può includere la gestione di altri beni e diritti del mandante.
  • Procura speciale: Limitata a una specifica transazione o a un numero ristretto di atti giuridici, come la vendita di un determinato immobile. È il tipo più comune utilizzato nelle compravendite immobiliari, poiché delimita chiaramente l’ambito di azione del mandatario.

La procura a vendere deve contenere informazioni dettagliate, come i dati anagrafici del mandante e del mandatario, la descrizione precisa dell’immobile, il prezzo di vendita e eventuali condizioni particolari della transazione.

Una volta redatto e firmato, il documento deve essere registrato presso il competente Ufficio del Registro per avere piena validità giuridica.

Advertisement - Pubblicità

Quanto costa la procura a vendere?

Il costo per la redazione di una procura a vendere può variare a seconda di diversi fattori, tra cui le tariffe del notaio e le specificità dell’atto. In genere, le spese notarili in Italia per la redazione di una procura a vendere possono oscillare tra i 200 e i 500 euro. Questo costo comprende:

  • Compenso del notaio: Varia in base alla complessità dell’atto e alla reputazione del professionista.
  • Tasse di registro: Necessarie per la registrazione della procura presso l’Ufficio del Registro.
  • Imposta di bollo: Applicata sui documenti notarili, il cui importo può variare.

È importante considerare che, oltre ai costi diretti, potrebbero esserci spese aggiuntive legate a eventuali consulenze preliminari o alla preparazione di documenti complementari.

Per avere un’idea precisa delle spese totali, è consigliabile richiedere un preventivo dettagliato al proprio notaio di fiducia.

Leggi anche: Guida alla locazione con patto di futura vendita: un’alternativa alla compravendita immobiliare

Advertisement - Pubblicità

Come si fa una procura a vendere?

Per ottenere una procura a vendere, è necessario seguire alcuni passaggi fondamentali:

  1. Scelta del notaio: Il primo passo è selezionare un notaio di fiducia. Se non si dispone di un notaio è possibile consultare l’elenco dei notai sul sito del Consiglio Nazionale del Notariato. Il notaio svolgerà un ruolo cruciale nella redazione e autenticazione dell’atto.
  2. Preparazione dei documenti: Bisogna raccogliere tutti i documenti necessari, tra cui:
    • Atto di proprietà dell’immobile.
    • Documento di identità del mandante e del mandatario.
    • Codice fiscale di entrambe le parti.
    • Eventuali certificazioni aggiuntive richieste dal notaio.
  3. Redazione della procura: Il notaio redigerà l’atto, assicurandosi che tutti i dettagli siano corretti e che il mandato conferito sia chiaro e preciso. Verranno incluse informazioni come i dati delle parti coinvolte, la descrizione dell’immobile e le condizioni della vendita.
  4. Firma dell’atto: Il mandante dovrà firmare la procura in presenza del notaio, che autenticherà la firma e registrerà l’atto. Questo passaggio è cruciale per conferire validità legale al documento.
  5. Consegna della procura: Una volta completato l’atto, il notaio consegnerà una copia della procura al mandante e al mandatario. Questo documento sarà poi utilizzato dal mandatario per completare la vendita dell’immobile secondo i termini stabiliti.
Advertisement - Pubblicità

Conclusione

La procura a vendere di un immobile è uno strumento legale prezioso che semplifica il processo di vendita, soprattutto in situazioni in cui il proprietario non può essere presente.

Attraverso questo atto notarile, il mandante può delegare a un’altra persona la gestione della vendita, garantendo che l’operazione venga svolta in modo conforme alle proprie istruzioni e nel rispetto delle normative vigenti.

Considerando i costi variabili e la necessità di seguire una procedura ben definita, è essenziale affidarsi a un notaio di fiducia per garantire che tutto avvenga in modo corretto e legale.



Richiedi informazioni per Casa, Guide, Notizie

Compila il form sottostante: la tua richiesta verrà moderata e successivamente inoltrata alle migliori Aziende del settore, GRATUITAMENTE!

Invia Richiesta

Articoli Correlati

Cessione immobiliare a società dello stesso gruppo: quando si configura l'abuso del dirittoCessione immobiliare a società dello stesso gruppo: quando si configura l'abuso del diritto

Cessione immobiliare a società dello stesso gruppo: quando si configura l'abuso del diritto

16/07/2024 09:59 - La Corte di cassazione ha stabilito che vendere immobili a società dello stesso gruppo per mantenere agevolazioni fiscali costituisce abuso del diritto, richiedendo l'applicazione dell'imposta di registro ordinaria.
Condominio minimo: definizione, funzionamento e normativeCondominio minimo: definizione, funzionamento e normative

Condominio minimo: definizione, funzionamento e normative

15/07/2024 08:35 - Il condominio minimo è un edificio con due proprietari, regolato dal Codice Civile [..]
Linea vita: cos’è e quando è obbligatoriaLinea vita: cos’è e quando è obbligatoria

Linea vita: cos’è e quando è obbligatoria

04/07/2024 09:04 - La salvaguardia dei lavoratori è un imperativo categorico in ogni ambito [..]
Normative e utilizzi: differenze tra balcone, terrazzo e terrazzaNormative e utilizzi: differenze tra balcone, terrazzo e terrazza

Normative e utilizzi: differenze tra balcone, terrazzo e terrazza

03/07/2024 07:03 - Quando si parla di [..]
I 14 consigli di ENEA per usare al meglio il tuo condizionatoreI 14 consigli di ENEA per usare al meglio il tuo condizionatore

I 14 consigli di ENEA per usare al meglio il tuo condizionatore

28/06/2024 10:18 - L'uso efficiente dei condizionatori migliora il comfort e riduce i costi [..]
TAGS: procura, procura in vendita, vendita immobile

Autore: Andrea Dicanto

Autore Andrea Dicanto
Appassionato Progettista esperto nel settore dell'Edilizia, delle Costruzioni e dell'Arredamento. Fin da giovane ho sempre studiato ed analizzato problematiche che vanno dalle questioni statiche di edifici e costruzioni fino al miglior modo di progettare ed arredare gli spazi interni, strizzando l'occhio alle nuove tecnologie soprattutto in ambito sismico.

Leggi tutti i miei articoli | Visita il mio profilo Linkedin

Edilizia.com è online dal 1998, il primo del settore in Italia!