Riscaldamento a pavimento: Perché sceglierlo? Quali sono i vantaggi?


Chi sta procedendo alla ristrutturazione di una struttura abitativa, o sta costruendo una casa nuova, prima o poi si chiede quale sia il migliore sistema di riscaldamento: un fattore estremamente importante da valutare con anticipo e, soprattutto, con precisione.

Tra i sistemi più efficaci, performanti e validi del momento, si pone senza dubbio il riscaldamento a pavimento, molto discusso negli ultimi anni in ordine a vantaggi e svantaggi.

Sul funzionamento del sistema di riscaldamento a pavimento ci sono tutt’oggi molti miti da sfatare, errate convinzioni che non rendono giustizia alle enorme potenzialità di questo meccanismo di riscaldamento abitativo, per questo è necessario fare chiarezza al riguardo: quali sono i vantaggi di questo sistema e come funziona, esattamente?

Vediamo di seguito tutti i dettagli che ti aiuteranno ad effettuare una scelta consapevole.

Cos’è il riscaldamento a pavimento? E come funziona?

Quando di parla di riscaldamento abitativo si pensa subito ai tradizionali termosifoni che, da anni, vengono usati per diffondere calore in qualsiasi struttura, abitativa e non. Ma siamo certi che non esista un sistema più efficiente?

La risposta è nel riscaldamento a pavimento, che negli ultimi anni riscuote grande successo grazie alla sua efficacia innovativa. Le richieste di installazione del sistema di riscaldamento a pavimento sono infatti sempre più numerose, soprattutto per la modalità di funzionamento del suo meccanismo di riscaldamento: una volta installato il calore si diffonde dal basso verso l’alto, grazie a delle canaline posizionate nella parte sottostante del rivestimento.

Queste ultime sono infatti in grado di diffondere calore nella struttura sfruttando l’acqua calda circolante all’interno dell’impianto o, in alcuni casi, l’elettricità.

Uno dei miti da sfatare al riguardo è proprio quello relativo all’ipotetico riscaldamento eccessivo del pavimento, che secondo diffuse voci potrebbe risultare eccessivamente caldo a causa del sistema di riscaldamento ivi collocato. Si tratta di una convinzione totalmente infondata, e la motivazione è semplice: l’impianto di riscaldamento a pavimento funziona efficacemente a basse temperature, la caldaia è in grado di lavorare ad appena 30°, un valore che vale anche per l’impianto elettrico.

Da questo fattore si evince l’efficacia innovativa di questo meccanismo di riscaldamento rispetto ai sistemi tradizionali, che per funzionare necessitano di temperature molto elevate (anche 70°).

Questo sistema di riscaldamento è abbinabile a una caldaia tradizionale o, in alternativa, a condensazione (coloro che cercano una soluzione più ecologica possono combinarlo con una pompa di calore).

Advertisement - Pubblicità


Ma qual è il momento migliore per installare il riscaldamento a pavimento?

Certamente conviene farlo in fase di ristrutturazione e, naturalmente, in caso di costruzione di una nuova casa; ma ciò non significa che vi si debba rinunciare se non si verte in una di queste situazioni: esistono infatti soluzioni adatte per essere installate sopra i pavimenti già esistenti, che permettono di ottenere gli stessi vantaggi senza alcun ingombro (queste soluzioni sono spesso contenute in un’altezza di soli 2 cm).

Ma quali sono i vantaggi di un sistema di riscaldamento di questo tipo? Vediamoli insieme.

Caratteristiche dei sistemi di riscaldamento a pavimento: quali sono i vantaggi?

I vantaggi di un riscaldamento a pavimento sono numerosi, a partire dal fatto che, lavorando a basse temperature, questi sistemi permettono di ottenere un risparmio energetico rilevante, oltre che economico rispetto ad altri (come in particolare quello tradizionale basato sull’uso dei termosifoni).

Il sistema di riscaldamento a pavimento è in grado di garantire una distribuzione omogenea del calore, impedendo la proliferazione di batteri con conseguente formazione di muffa all’interno della struttura abitativa. Per aumentare il risparmio energetico puoi decidere di installare un termostato per ogni camera, stabilendo la temperatura che desideri ottenere in ognuna di esse.

Utilizzando un sistema di riscaldamento a pavimento potrai inoltre ridurre l’umidità e impedire la proliferazione degli acari responsabili dello sviluppo di patologie respiratorie (di conseguenze potrai limitare l’insorgenza di malattie di raffreddamento ed allergie).

Un sistema di questo tipo inoltre, non per ultimo, ti garantisce un grande comfort: il meccanismo è infatti in grado di diffondere il calore in modo omogeneo e stabile, la temperatura si mantiene sempre inalterata.

Grazie a questo meccanismo potrai ottimizzare la tua casa al meglio, non avendo termosifoni avrai più spazio e potrai usare più complementi di arredo: il sistema di riscaldamento a pavimento non ingombra e ti garantisce il massimo comfort con un minimo di consumi.

Non vuoi rinunciare al termoarredo di design? In questo caso puoi tranquillamente integrare il sistema di riscaldamento a pavimento con un radiatore elettrico, in modo da usarlo e spegnerlo all’occorrenza (potrai utilizzarlo quando necessario, senza essere costretto ad azionare l’intero impianto di riscaldamento).

Quest’ultima opzione è particolarmente indicata per il bagno, soprattutto nei mesi più freddi che necessitano di qualche grado in più di calore.

Non bisogna infine dimenticare il vantaggio più importante: quello relativo alla salute, grazie a questo sistema non sarai più esposto alla polvere, perché la diffusione del calore per irraggiamento ne limita fortemente la produzione. Al contempo potrai risparmiare sull’intero costo, usufruendo di incentivi statali molto convenienti.

Advertisement - Pubblicità


Gli svantaggi di un sistema di riscaldamento a pavimento

I vantaggi derivanti dall’installazione di un sistema di questo tipo, come puoi notare, sono davvero tanti, mentre gli svantaggi (se tali si possono definire) sono quasi inesistenti.

Il costo apparentemente eccessivo dell’installazione, che sembrerebbe a prima vista elevato, è in realtà perfettamente raggirabile, considerando che la normativa vigente dà la possibilità ai consumatori di ammortizzare i costi tramite degli incentivi statali di tutto rispetto (non dimenticare inoltre che, a lungo andare, risparmierai anche sui consumi energetici).

Se stai pensando di procedere autonomamente con la manodopera di questo sistema di riscaldamento ti consigliamo vivamente di evitare: si tratta di un impianto delicato, che richiede l’intervento di tecnici in grado di valutare fattibilità e modalità di installazione, anche in base alle caratteristiche della struttura abitativa. Non sottovalutare la necessità di rivolgerti a un esperto del settore.

In quali pavimenti si può installare questo tipo di riscaldamento?

Il sistema di riscaldamento a pavimento ben si adegua a qualsiasi pavimento, sentiti libero di optare per quello che preferisci. Non ci sono limiti particolari, puoi usarlo con il gres porcellanato (che sarà finalmente caldo e piacevole al tocco), con il parquet (capace di trattenere la temperatura per molto tempo) e con altre tipologie di soluzioni, compresa la moquette.

Advertisement - Pubblicità


Il sistema di riscaldamento a pavimento richiede manutenzione?

Questo è un altro vantaggio del sistema di riscaldamento a pavimento: non richiede particolari interventi di manutenzione, necessari solo nel caso in cui, cosa rara, dovessero riscontrarsi delle anomalie nel funzionamento (ad esempio delle perdite).

Per garantire l’efficacia di questo sistema è necessario affidarsi nelle mani di esperti, gli unici in grado di garantire l’uso di materiali di elevata qualità e di effettuare un’operazione di installazione corretta su tutti i fronti.



Altri approfondimenti ed Articoli Correlati

Advertisement - Pubblicità