Caldaie a condensazione: Come funzionano? che vantaggi offrono?

Caldaie a condensazione: Come funzionano? che vantaggi offrono?

Le caldaie a condensazione oggi sono diventate popolari in tutto il mondo e lentamente vengono installate per sostituire quelle tradizionali. Secondo le stime, circa il 16% delle emissioni globali di CO2 all’anno proviene infatti proprio da caldaie che non sono a condensazione.

Premesso ciò, vediamo nei dettagli cosa sono e come funzionano le caldaie con il sistema a condensazione e quali vantaggi possono offrire.

Cos’è la caldaia a condensazione?

La caldaia a condensazione oggi è una scelta economica ma soprattutto ecologica; infatti, sfrutta meglio il calore che genera, consentendo di risparmiare energia e quindi denaro, producendo nel contempo meno emissioni di CO2.

Le moderne caldaie a condensazione sono tra l’altro considerate efficienti almeno al 90% dal punto di vista energetico, e fino al 97% se si opta per i migliori modelli presenti sul mercato tradizionale ed online.

Advertisement - Pubblicità


Come funziona una caldaia a condensazione?

La caldaia condensazione genera calore bruciando combustibili come gas o petrolio. Il calore prodotto viene poi immesso in uno scambiatore primario e poi utilizzato dai radiatori.

La caldaia a condensazione inoltre ha qualcosa che manca a quelle tradizionali, ossia uno scambiatore di calore secondario meglio noto come zona di condensazione. L’apparato nello specifico raccoglie l’aria calda che essendo condensata crea vapore acqueo, con quest’ultimo che si trasforma poi in acqua che drena dalla caldaia.

La tecnologia a condensazione di ultima generazione consente a questi tipi di unità di fornire un riscaldamento efficace per la casa, risparmiando energia rispetto alle loro controparti convenzionali.

Per garantire una fornitura costante di acqua calda, le caldaie a condensazione funzionano tra l’altro in modo diverso rispetto ai modelli standard; infatti, nel processo di riscaldamento, una caldaia convenzionale rilascia sia vapore acqueo che fumo nell’atmosfera.

Questo invece non è il caso della caldaia a condensazione, in quanto recupera il vapore acqueo trasformandolo allo stato liquido ed estraendo ulteriore calore di vaporizzazione latente mentre esegue tale processo.

La versatilità della caldaia a condensazione

Le caldaie riscaldano la casa e allo stesso tempo l’acqua calda per la famiglia che ci vive. Questa è una caratteristica anche della caldaia a condensazione che si sceglie di installare.

Inoltre è importante sapere che questa tipologia di apparecchio è molto versatile in termini d’uso; infatti, può funzionare con tutti i combustibili quindi con petrolio, gas, legna e pellet.

Come ulteriore dimostrazione dell’efficienza e funzionalità di questo circuito di riscaldamento, va infine detto che è possibile persino collegare la caldaia a condensazione a un pannello fotovoltaico facendo in modo che l’energia naturale del sole contribuisca al riscaldamento della casa, e minimizzando nel contempo ulteriormente i costi energetici visto che l’energia solare rispetto a quella di rete è decisamente inferiore come prezzo.

Come accennato in precedenza, le caldaie a condensazione producono calore in un duplice processo, aumentando la loro efficienza energetica rispetto a quelle tradizionali. Nella fase 1, la caldaia a condensazione brucerà qualsiasi combustibile che si sceglie di utilizzare, mentre nella fase 2 piuttosto che lasciare che i fumi di combustione e il vapore acqueo fuoriescano nell’atmosfera come gas di scarico sottoutilizzati, le caldaie a condensazione li raffreddano, condensandoli per utilizzare poi il loro contenuto di energia termica.

Questo processo massimizza il risparmio energetico, mettendo le caldaie a condensazione tra le opzioni più efficienti dal punto di vista energetico da installare nella casa.

Advertisement - Pubblicità


Vantaggi e svantaggi della caldaia a condensazione

I vantaggi dell’utilizzo di caldaie a condensazione sono davvero tanti; infatti, in primis si tratta di apparecchi eco-compatibili in quanto producono meno emissioni di CO2 e, quindi, rappresentano la scelta più ecologica che tutti dovremmo considerare. In secondo luogo sono efficienti dal punto di vista energetico e della convenienza.

Secondo esperti ricercatori di mercato, le caldaie a condensazione potrebbero far risparmiare almeno 300-400 euro all’anno sulle bollette energetiche.

A quanto appena citato va aggiunto che tra gli altri vantaggi degni di nota di queste unità, ci sono quelli legati al design moderno proposto dai vari brand produttori e che quindi sono in grado di integrarsi perfettamente in qualsiasi stile di arredo.

Le caldaie a condensazione hanno un altro notevole vantaggio rispetto a quelle tradizionali; infatti, sfruttano la fase di condensazione per preriscaldare l’acqua dell’impianto di riscaldamento domestico. L’energia termica del vapore acqueo viene utilizzata nel sistema di riscaldamento centralizzato della casa, il che significa che è necessaria meno energia per mantenere il contesto alla temperatura perfetta.

A margine va altresì aggiunto che le caldaie a condensazione sono molto sicure in quanto perfettamente sigillate per l’isolamento termico, e catturano l’aria direttamente dall’esterno del locale in cui vengono collocate, eliminando il rischio che qualcosa venga risucchiato.

A questo punto è doveroso citare anche un paio di svantaggi che però non sono legati a fattori tecnici o strutturali; infatti, si tratta di apparecchi che hanno dei sistemi complessi e di conseguenza tendono ad essere po’ più costosi da mantenere.

I prezzi di una caldaia a condensazione

I prezzi di una caldaia a condensazione sono differenti, e il motivo è legato al modello che si sceglie e alla potenza termica che sviluppa e che generalmente è compresa tra 24 kW e 35 kW. Inoltre va aggiunto che ci sono anche delle unità economiche da considerare e a partire da cifre intorno ai €. 500,00.

Per usufruire in casa di una caldaia a condensazione che possa garantire il top dal punto di vista delle funzionalità e della durata, è necessario però optare per modelli molto più costosi, tenendo presente che alla cifra spesa per l’acquisto bisogna aggiungere anche quella necessaria per l’installazione e che parte da €. 150,00 e può arrivare fino a €. 1.000,00 o più, a seconda della tipologia di modello e del lavoro che richiede.

Da ciò si evince che la posa in opera di un impianto di riscaldamento alimentato con una caldaia a condensazione necessita dell’intervento di un tecnico qualificato che colleghi l’apparecchio a sistemi di smaltimento dei fumi sulla parte alta della struttura abitativa, e che rilasci un certificato che ne attesti la conformità e l’avvenuto collaudo.

 

House photo created by senivpetro – www.freepik.com



Altri approfondimenti ed Articoli Correlati

Advertisement - Pubblicità