Edilizia.com
Edilizia.com
Home » Tasse e Imposte » IMU: chi deve pagarla? È dovuta dai titolari di godimento?

IMU: chi deve pagarla? È dovuta dai titolari di godimento?

IMU: chi deve pagarla? È dovuta dai titolari di godimento?IMU: chi deve pagarla? È dovuta dai titolari di godimento?
Ultimo Aggiornamento:

L’IMU è la tassa comunale principalmente conosciuta e rappresenta una notevole fonte di guadagno per i comuni italiani.

È la Legge di Bilancio 2020 ad aver definito le regole di base in vigore oggi per il calcolo e la riscossione dell’IMU. Gli enti locali possono variane l’aliquota, sebbene ci siano dei limiti da rispettare a livello nazionale. Le entrate derivanti dall’IMU vengono impiegate dalle amministrazioni locali per finanziare servizi come scuole, assistenza sanitaria, manutenzione stradale e molto altro.

È fondamentale per i proprietari di immobili tenere conto delle scadenze legate al pagamento dell’IMU e calcolare l’importo dovuto in modo accurato per evitare sanzioni e interessi di mora.

Ma quali sono i soggetti obbligati al pagamento dell’imposta municipale unica?

Leggi anche: “IMU, TARI, TASI: come consultare gli atti adottati dal proprio Comune

IMU: chi è tenuto a pagarla, quali eccezioni

A prescindere dalla tipologia di individuo o dalla categoria a cui appartiene in ambito fiscale, quello che conta per sapere se si è soggetti al pagamento dell’IMU è esclusivamente il possesso di immobili.

Chiunque sia proprietario, detentore, concessionario o assegnatario di un bene immobile (tra fabbricati, aree edificabili e terreni agricoli) sarà tenuto a pagare la tassa comunale, a meno che questo immobile non sia la sua abitazione principale e non rientri nelle categorie catastali delle unità di lusso (A/1, A/8 e A/9).

In tutti gli altri casi, i possessori di fabbricati, aree edificabili e terreni agricoli dovranno corrispondere l’imposta al Comune, sebbene esistano anche altre eccezioni.

Esistono in particolare determinate tipologie di immobili che possono godere della totale esenzione dal pagamento (approfondisci qui), mentre in altri casi è possibile beneficiare di agevolazioni e riduzioni dell’importo (approfondisci qui).

IMU: dovuta da proprietari, detentori, assegnatari, concessionari e locatari

I soggetti che possiedono l’immobile sulla base di un diritto reale di godimento sono anch’essi tenuti al pagamento dell’IMU.

Come già detto, infatti, il presupposto che assoggetta gli individui al pagamento dell’imposta è il possesso, non la proprietà del bene. Chiunque possieda il bene, anche non essendone proprietario, è assoggettabile al pagamento della tassa comunale.

L’art. 1, comma 743 della Manovra 2020, specifica infatti che l’IMU è dovuta da:

  • Proprietario dell’immobile;
  • Titolare di un diritto reale di godimento sull’immobile, quali usufrutto, uso, abitazione, enfiteusi, diritto di superficie;
  • Coniuge assegnatario della casa familiare a seguito di provvedimento del giudice;
  • Concessionario di un’area demaniale;
  • Soggetto locatario, per i casi di possesso in locazione finanziaria di immobili, anche da costruire o in fase di costruzione.

Leggi anche: “Dichiarazione IMU: scadenza al 28 settembre, per chi è obbligatoria?

Richiedi informazioni per Casa, Notizie, Tasse e Imposte

Compila il form sottostante: la tua richiesta verrà moderata e successivamente inoltrata alle migliori Aziende del settore, GRATUITAMENTE!

Voglio iscrivermi gratuitamente per avere risposte più veloci!

*Vista l'informativa privacy, acconsento anche alle finalità ivi descritte agli artt. 2.3, 2.4, 2.5. Per limitare il consenso ad una o più finalità clicca qui.

Invia Richiesta

Articoli Correlati

Imposta di Registro: obblighi, calcolo e sanzioni per i contribuentiImposta di Registro: obblighi, calcolo e sanzioni per i contribuenti

Imposta di Registro: obblighi, calcolo e sanzioni per i contribuenti

15/02/2024 11:26 - L'imposta di registro, applicata su atti giuridici documentati, riflette la capacità economica del contribuente. Essenziale per la trasparenza e il monitoraggio fiscale, varia in base alla natura dell'atto e alla presenza o meno dell'IVA, con precise implicazioni legali e sanzioni per inadempimenti.
IMU e TARI 2023: conguagli entro 29 febbraio e novità, ecco per chiIMU e TARI 2023: conguagli entro 29 febbraio e novità, ecco per chi

IMU e TARI 2023: conguagli entro 29 febbraio e novità, ecco per chi

14/02/2024 13:05 - Il Dipartimento Finanze [..]
IMU per immobili collabenti: cosa prevede la legge?IMU per immobili collabenti: cosa prevede la legge?

IMU per immobili collabenti: cosa prevede la legge?

12/02/2024 14:03 - Con la Risoluzione n. 4/DF del 16 novembre 2023, il Dipartimento delle Finanze ha [..]
Irpef 2024: ecco cosa devi sapere sulle nuove aliquoteIrpef 2024: ecco cosa devi sapere sulle nuove aliquote

Irpef 2024: ecco cosa devi sapere sulle nuove aliquote

11/02/2024 12:22 - La riforma fiscale del 2024 in Italia introduce tre aliquote Irpef, aumenta le [..]
Certificazione Unica 2024: modelli e scadenzeCertificazione Unica 2024: modelli e scadenze

Certificazione Unica 2024: modelli e scadenze

10/02/2024 15:48 - Il Provvedimento dell'Agenzia delle Entrate introduce il Modello CU 2024, con [..]
TAGS: Imposta Municipale Unica, imu, obbligo imu, pagamento imu

Autore: Redazione Online

Edilizia.com è online dal 1998, il primo del settore in Italia!