Sportello Unico per le attività produttive (SUAP): Cos’è e come funziona?

Sportello Unico per le attività produttive


Un interlocutore importante per le imprese è lo sportello unico per le attività produttive, conosciuto anche con l’acronimo SUAP: si tratta di uno sportello interamente digitale che permette alle aziende di effettuare comunicazioni telematiche, gestire moduli unificati on-line e fruire delle funzionalità del portale Impresainungiorno.

Uno sportello che è presente in tutti i comuni dislocati sul territorio italiano, e che è diventato ormai punto di contatto fondamentale tra le istituzioni pubbliche e le imprese per gestire le pratiche burocratiche relative all’apertura e alla gestione aziendale.

Advertisement - Pubblicità


Che cos’è lo sportello unico per le imprese

Lo sportello unico per le imprese è dunque uno strumento molto importante che permette al mondo delle aziende di interagire in maniera immediata e funzionale con le istituzioni amministrative pubbliche. Facendo riferimento a quanto indicato dal decreto del Presidente della Repubblica numero 160 del 2010, lo sportello unico deve quindi rappresentare il riferimento territoriale per tutti i procedimenti che abbiano come oggetto l’esercizio di attività produttive, di prestazioni e di servizi.

In virtù di questo decreto, lo sportello unico è presente in tutti i comuni italiani permettendo alle aziende di poter interagire telematicamente con l’amministrazione pubblica. Lo sportello unico è visto come un vero e proprio punto di riferimento per ogni azienda ubicata in un determinato comune.

Solitamente sul sito istituzionale del comune c’è disponibile un link che permette di interagire con lo sportello unico, altrimenti è possibile individuare quello di competenza attraverso il portale Impresainungiorno.

Su questo portale si possono trovare anche delle informazioni relative alla collocazione territoriale dello sportello e il responsabile del comune, oltre che il numero di telefono.

Sul portale ci sono tante funzionalità per gestire le proprie esigenze come ad esempio quella di avviare un’impresa seguendo l’iter burocratico previsto. Naturalmente sul portale è possibile monitorare l’evoluzione di una pratica già inserita.

Advertisement - Pubblicità


Come funziona lo sportello unico

Il funzionamento dello sportello unico è molto intuitivo. Attraverso il portale Impresainungiorno è possibile avere accesso a qualsiasi Suap in Italia. Dal portale è quindi possibile ottenere tantissime informazioni relative a una pratica oppure avviare una pratica senza doversi recare fisicamente presso il comune di residenza.

Ci sono tante informazioni fornendo così una procedura guidata che aiuta l’azienda nello scoprire le tipologie di documentazione da fornire per una determinata pratica e la modulistica da utilizzare.

Inoltre, il portale informa l’impresa sui costi da dover sostenere per una specifica richiesta e le modalità di pagamento previste in uno specifico comune italiano.

Insomma, si tratta di uno strumento potentissimo che consente di gestire ogni genere di esigenza a distanza. Nello specifico, attraverso lo sportello unico è possibile presentare diverse istanze relative alla propria azienda oppure scaricare dei moduli che altrimenti sarebbero disponibili soltanto in comune.

Inoltre, sullo stesso portale ci sono tantissime norme giuridiche e legislative che possono essere consultate, si può effettuare il pagamento di una specifica tassa e quant’altro previsto dalla legge.

Il Suap può essere visto, quindi, come una sorta di referente unico con il quale interagire per tutte le istanze previste. Toccherà poi allo sportello unico occuparsi della comunicazione con gli altri enti chiamati in ballo dalla specifica istanza come il comune, la provincia, l’Asl e tanto altro. Da sottolineare che naturalmente tutti i moduli presenti nello spazio virtuale dello sportello unico di riferimento, sono unificati per tutto il territorio nazionale.

Sullo sportello si possono attivare anche altre tipologie di istanze e adempimenti che riguardano la tutela ambientale, la tutela del paesaggio e del territorio, nonché del patrimonio storico e artistico italiano oppure della salute pubblica e dell’edilizia produttiva.

Tutte le pratiche burocratiche e i moduli sono suddivisi per ogni settore economico per consentire quindi all’utente di rintracciarle con maggior facilità. Inoltre, può accadere che diversi comuni decidano di esercitare le funzioni inerenti allo sportello unico in forma singola oppure in forma associata tra loro o anche attraverso delle convenzioni con le camere di commercio.

Advertisement - Pubblicità


I costi del Suap

Un aspetto indubbiamente importante e interessante per ogni azienda, è quello del costo di una specifica pratica. Lo sportello unico permette di compilare diverse tipologie di pratiche e di conoscere i costi. Nello specifico, il portale permette in tempo reale di consultare il listino dello specifico comune selezionato in virtù della tipologia di pratica che si sta per avviare.

Tuttavia, può accadere che il tariffario di un relativo comune non sia stato caricato sullo sportello unico per cui in questo caso il consiglio è quello di rivolgersi direttamente all’ente per ottenere informazioni dettagliate e scoprire i costi che si devono affrontare.

In linea generale è comunque presente un listino per ogni comune italiano attraverso il quale scoprire l’importo da dover pagare e le modalità di pagamento.

Advertisement - Pubblicità


L’impresa e il Comune

Il portale Impresainungiorno permette di interagire in tempo reale con lo sportello unico per le attività produttive del comune di riferimento. Attraverso il portale si possono avviare pratiche differenti tra cui l’inizio di una nuova attività oppure la modifica di una già esistente.

Sul portale si possono ottenere le informazioni relative alla specifica esigenza attraverso un vero e proprio percorso guidato. Sul portale sono disponibili per l’impresa diversi servizi telematici e inoltre rappresenta il punto unico di contatto nazionale previsto dalla direttiva servizi con la quale gli Stati Membri dell’Unione Europea si impegnano a semplificare le procedure e le formalità imposti dai prestatori di servizio.

Il portale insieme allo sportello unico, rappresenta un importante passo avanti nel procedimento di semplificazione dell’amministrazione pubblica e dell’interazione con privati e aziende.

Advertisement - Pubblicità


Dove trovare i moduli del Suap

Poter interagire con l’amministrazione pubblica attraverso un servizio telematico offerto sul portale Impresainungiorno è molto importante per un’azienda che vuole minimizzare il tempo impiegato per la gestione di pratiche burocratiche.

Sul portale ci sono tante importanti informazioni per l’impresa e una sezione dedicata alla modulistica dove poter reperire il documento utile per le proprie esigenze. Inoltre, nel menù in alto è anche opzionabile una sezione dedicata alle news nella quale ci sono informative relative a servizi offerti sul portale nuovi moduli e tanto altro ancora. Per trovare i moduli necessari per assolvere a una pratica burocratica, c’è da segnalare che sul portale è presente una sezione dedicata alla modulistica che viene suddivisa per aree di attività.

Nello specifico, c’è la sezione dedicata alla SCIA o DIA per l’apertura di una nuova attività, quella dei permessi, quella del settore artigianato e quella dell’impatto ambientale. Da ricordare che non è necessario fare una ricerca sul proprio comune di competenza territoriale in quanto la modulistica è stata uniformata per tutto il territorio nazionale. In particolare, dal mese di giugno del 2018 tutti i moduli presenti sul portale sono utilizzabili su qualsiasi sportello unico.

Tra l’altro, i comuni sono tenuti alla pubblicazione dei moduli sui propri siti web qualora dovesse risultare difficile rintracciare il modulo specifico. Tra l’altro, a disposizione delle imprese ma anche dei liberi professionisti, c’è anche un’importante funzione denominata compila una pratica che appare in videata quando si va a selezionare lo sportello unico per le attività produttive del proprio comune.

Dunque, per ottenere i moduli necessari per una pratica si può visitare l’apposita sezione dedicata oppure si può anche visitare il sito ufficiale del Comune nella sezione modulistica.

Advertisement - Pubblicità


Come aprire impresa in un giorno

Lo sportello unico per le attività produttive, in particolare il portale viene utilizzato molto spesso da chi vuole avviare una nuova attività lavorativa e intende minimizzare il percorso burocratico. Infatti, grazie a quest’importante innovazione indirizzata al percorso di digitalizzazione del Paese è possibile gestire la pratica interamente on-line senza l’esigenza di dover andare presso il comune di residenza e magari attendere interminabili file. In particolare si può utilizzare il servizio ComUnica.

Si tratta di un servizio molto importante che permette di effettuare la cosiddetta comunicazione unica ossia la registrazione di un’impresa che avviene per l’appunto attraverso una sola operazione. Entrando maggiormente nel merito, si tratta di un’operazione che comprende un modello per il registro delle imprese, uno per l’Agenzia delle Entrate, uno per l’INAIL, per l’INPS e l’eventuale SCIA e rappresenta in effetti la segnalazione certificata di inizio attività.

Negli ultimi anni sono state diverse le modifiche alla pratica burocratica necessaria per poter avviare un nuova attività, in particolare è stato deciso di inserire il modello scia che di fatto sostituisce tutte quelle autorizzazioni che in passato erano necessarie come la concessione, il permesso, la licenza e quant’altro.

Tutti questi aspetti sono stati inglobati all’interno della SCIA.

Quando si riceve dallo sportello automatico la comunicazione e di fatto la SCIA, l’imprenditore è autorizzato ad avviare la propria attività imprenditoriale secondo le norme previste dalla legge rispettando il regime fiscale previsto. Da segnalare che il rilascio della scia può avvenire secondo metodologie differenti.

In particolare, se lo sportello unico viene gestito da un comune accreditato, la SCIA viene inviata all’indirizzo PEC altrimenti nel caso in cui lo sportello sia camerale, la scia viene depositata nella scrivania virtuale del comune competente. Tutta questa pratica, che viene inglobata nel servizio di comunicazione unica, può essere avviata e gestita soltanto attraverso il servizio Telemaco del registro imprese che richiede degli strumenti tecnici ben definiti.

In particolare, l’imprenditore che vuole avviare una nuova attività deve essere in possesso già della firma digitale e della casella elettronica certificata ossia la PEC. Infine, da segnalare che questa procedura può essere gestita anche con altri form online come ComuncaStarweb e Fedra.





Altri approfondimenti ed Articoli Correlati