Edilizia.com
Edilizia.com
Home » Economia e Finanza » PIL in crescita e Superbonus: come i bonus stanno modellando l’economia italiana

PIL in crescita e Superbonus: come i bonus stanno modellando l’economia italiana

PIL in crescita e Superbonus: come i bonus stanno modellando l’economia italianaPIL in crescita e Superbonus: come i bonus stanno modellando l’economia italiana
Ultimo Aggiornamento:

Buone notizie dall’economia italia. Secondo le ultime previsioni del Centro studi di Confindustria, la previsione di crescita del Pil italiano è dello 0,9%.

In particolare, il Superbonus, introdotto come incentivo per il settore delle costruzioni, emerge come un motore significativo di questa crescita, con implicazioni profonde sia per l’economia che per il tessuto urbano del paese.

Analizziamo i numeri del Centro studi di Confindustria.

L’impatto economico del Superbonus sul PIL

Il Superbonus, una misura fiscale incentrata sugli investimenti in costruzioni e ristrutturazioni, ha avuto un impatto decisivo sul Pil italiano. Nel periodo 2021-2024, gli investimenti legati al Superbonus hanno contribuito con un aumento cumulativo di 2,4 punti percentuali al Pil, rispetto alle previsioni iniziali.

Questo incremento è particolarmente significativo nel settore delle costruzioni residenziali, dove gli investimenti sono cresciuti del 13%, arrivando a un impressionante 25,4% se isoliamo solo gli investimenti in abitazioni.

Leggi anche: Superbonus 110%: a marzo raggiunti i 117,2 miliardi di euro

Questi dati non solo confermano l’efficacia del Superbonus come leva di crescita economica, ma sottolineano anche il suo ruolo nel rinnovare il panorama urbano e migliorare l’efficienza energetica delle abitazioni italiane.

L’ultimo aggiornamento del rapporto di previsione ha però anche rivisto al rialzo le stime del deficit per il 2024, portandole al 4,4% del Pil, un incremento significativo rispetto alle previsioni precedenti. Questa revisione riflette diverse dinamiche chiave, tra cui la rimodulazione delle misure previste dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) e la riclassificazione dei crediti del Superbonus come “non pagabili” a partire dal 2024.

Approfondisci: Cessione Credito e sconti in fattura: chi è salvo dalla stretta sul Superbonus?

Un altro fattore che ha contribuito a questa revisione è il calo previsto del Pil nominale, che ha visto una riduzione delle stime di 1,4 punti percentuali per il 2024.

Nonostante questi ostacoli, si prevede un miglioramento del deficit per il biennio 2024-2025, grazie anche a un calo dei tassi di interesse sui titoli di stato italiani, con il BTP decennale che si attesta al 3,7% rispetto al 4,5% precedente.

Dinamiche dell’inflazione nel biennio 2024-2025

Secondo il Centro studi di Confindustria, il tasso di inflazione previsto per il 2024 si modera significativamente, attestandosi all’1,7%, una marcata diminuzione rispetto al 5,6% del 2023. Questo rallentamento dell’inflazione è particolarmente rilevante per le politiche monetarie e per il potere d’acquisto dei cittadini.

Per il 2025, le previsioni indicano un leggero aumento dell’inflazione all’1,8%, riflettendo una stabilizzazione dell’economia in un contesto di crescita moderata.

Questi dati suggeriscono un controllo efficace della volatilità dei prezzi nel medio termine, essenziale per la pianificazione economica e la fiducia dei consumatori.

Richiedi informazioni per Economia e Finanza, Notizie

Compila il form sottostante: la tua richiesta verrà moderata e successivamente inoltrata alle migliori Aziende del settore, GRATUITAMENTE!

Voglio iscrivermi gratuitamente per avere risposte più veloci!

*Vista l'informativa privacy, acconsento anche alle finalità ivi descritte agli artt. 2.3, 2.4, 2.5. Per limitare il consenso ad una o più finalità clicca qui.

Invia Richiesta

Articoli Correlati

Superbonus: ultime notizie sull'emendamento spalma detrazioniSuperbonus: ultime notizie sull'emendamento spalma detrazioni

Superbonus: ultime notizie sull'emendamento spalma detrazioni

16/05/2024 07:50 - Le recenti modifiche normative relative al Superbonus introducono una spalmatura decennale delle detrazioni e nuove limitazioni all'uso dei crediti fiscali per banche e intermediari.
Certificazione Unica 2024: cos’è, a cosa serve e come ottenerlaCertificazione Unica 2024: cos’è, a cosa serve e come ottenerla

Certificazione Unica 2024: cos’è, a cosa serve e come ottenerla

15/05/2024 09:27 - La Certificazione Unica [..]
Superbonus 2024: la detrazione si estende a 10 anniSuperbonus 2024: la detrazione si estende a 10 anni

Superbonus 2024: la detrazione si estende a 10 anni

13/05/2024 15:43 - A partire dal 2024, il Superbonus sarà detraibile in 10 anni invece di 4, senza [..]
Superbonus: detrazione in 10 anni, non più in 4 per il 2024Superbonus: detrazione in 10 anni, non più in 4 per il 2024

Superbonus: detrazione in 10 anni, non più in 4 per il 2024

09/05/2024 19:40 - Il governo italiano propone di diluire i crediti del Superbonus su dieci anni per [..]
TAGS: deficit, deficit italia, inflazione, pil, PIL Italia, Superbonus

Autore: Andrea Dicanto

Autore Andrea Dicanto
Appassionato Progettista esperto nel settore dell'Edilizia, delle Costruzioni e dell'Arredamento. Fin da giovane ho sempre studiato ed analizzato problematiche che vanno dalle questioni statiche di edifici e costruzioni fino al miglior modo di progettare ed arredare gli spazi interni, strizzando l'occhio alle nuove tecnologie soprattutto in ambito sismico.

Leggi tutti i miei articoli | Visita il mio profilo Linkedin

Edilizia.com è online dal 1998, il primo del settore in Italia!