Bonus Zanzariere: come ottenerlo e come funziona


L’attenzione a nuove politiche ambientali e a sviluppare sistemi per rispettare la natura, riducendo i consumi, sono alla base delle agevolazioni economiche proposte dal Governo italiano negli ultimi anni.

Tra queste si colloca il Bonus Zanzariere. In questa guida andremo ad analizzare cos’è, come funziona e quali sono i passi per ottenerlo.

Cos’è il Bonus Zanzariere

La legge di bilancio 2021 ha riproposto L’Ecobonus 110, con una serie di agevolazioni per contribuire a stimolare il settore edilizio, sottoposto a pressione a causa dell’emergenza sanitaria.

In questa prospettiva il cittadino avrà a disposizione un supporto economico sotto forma di detrazione fiscale o di sconti, al fine di investire in lavori per migliorare l’efficienza energetica delle case, ridurre i consumi, modernizzare l’impiantistica e tutelare l’ambiente, senza gravare sul bilancio familiare.

Il bonus zanzariere è una detrazione fiscale per l’acquisto e l’installazione di questi dispositivi. Sin da subito è importante considerare che questa tipologia di bonus è stato oggetto di diverse dubbi e controversie, dato che non tutte le zanzariere vengono incluse al suo interno.

Infatti, per essere considerati prodotti inclusi nell’Ecobonus, una zanzariera dovrà svolgere non solo la funzione di proteggere la casa dagli insetti, ma anche di offrire un adeguato supporto ai fini delle riduzione dell’effetto termico del sole.

Advertisement - Pubblicità


Quali sono i requisiti delle zanzariere

Per ottenere il bonus zanzariere sarà necessario che il prodotto sia realizzato nel rispetto di alcune specifiche. In base a quanto stabilito dall’ENEA saranno necessari i seguenti requisiti§:

  • Marchio CE: le zanzariere dovranno essere certificate CE, ciò significa che rispondono ai requisiti richiesti dalla Comunità Europea per la qualità di materiali e la loro realizzazione.
  • Montaggio: la struttura dovrà essere fissata direttamente a una finestra a vetri o una porta finestra. Non è prevista la detrazione per quelle zanzariere che non prevedono un telaio.
  • Sistema di regolazione: deve essere presente un sistema che permette di regolare la capacità della zanzariera di assorbire i raggi solari, in quanto dispositivo di schermatura.
  • Indice Gtot: è un parametro che indica la capacità di un dispositivo combinato al vetro, grazie al quale si determina una certa schermatura. La capacità di limitare il passaggio dei raggi solari viene calcolato con una scala che parte dal valore inferiore allo 0,50, considerato di bassa qualità, fino a un effetto ottimo pari allo 0,1. Nel caso delle zanzariere, per rientrare tra le detrazioni fiscali verrà richiesto un valore Gtot pari a 0,35.

Come funziona il bonus zanzariere

Il Bonus Zanzariere prevede una detrazione fiscale del 50% dell’importo speso. Questa tipologia di bonus non prevedrà una riduzione del costo per l’installazione e l’acquisto delle zanzariere, ma sarà possibile dedurre le spese sostenute ai fini di tasse al momento della dichiarazione dei redditi.

L’importo complessivo oggetto di detrazione è pari a 60.000 €, che sarà diviso in modo uguale in 10 rate annuali di medesimo importo.

Comprenderà tutte le attività collegate alla fornitura di una zanzariera, dalla progettazione all’acquisto fino ai costi di manutenzione che sono stati effettuati entro il 31 dicembre 2021.

Il Bonus Zanzariere si applica ad ogni singola unità abitativa, quindi nel caso in cui si disponga di più appartamenti, sarà possibile, entro il tetto massimo, richiedere la detrazione per i singoli interventi. Infine si potrà eseguire la domanda solo se l’immobile è regolarmente accatastato e quindi, non sarà possibile effettuare la domanda per quegli edifici in costruzione.

Il Bonus Zanzariere è una detrazione che potrà essere cumulata con altre agevolazioni fiscali previste all’interno dell’Ecobonus e del Sismabonus, e del Superbonus 110%.

Advertisement - Pubblicità


Chi può richiedere il bonus zanzariere

Potrà essere richiesto dal proprietario dell’immobile, da chi dispone dell’usufrutto dell’abitazione e dal comodatario. Si avrà la possibilità di effettuare la domanda anche se si è affittuari e si dispone di un contratto regolarmente registrato, o in quanto conviventi del soggetto proprietario dell’abitazione.

Inoltre i condomini avranno la possibilità di richiedere la detrazione fiscale per l’applicazione delle zanzariere negli spazi comuni, dove è prevista la presenza di finestre o accesso tramite porta a vetri.

Infine potranno ottenere il Bonus Zanzariere anche le persone giuridiche, come le imprese e i liberi professionisti per tutti gli immobili che sono utilizzati per l’attività professionale, compresi gli enti e le associazioni.

Come ottenere il bonus zanzariere: la richiesta

Il bonus zanzariere non si applica in automatico nel momento in cui si effettua l’acquisto del prodotto, ma in quanto detrazione sulle tasse, sarà necessario effettuare la domanda all’interno della dichiarazione fiscale per l’anno 2021.

Questo aspetto è determinate, dato che se non viene eseguita la richiesta, rispettando le tempistiche, non si avrà diritto al Bonus Zanzariere. Inoltre ogni anno, dovrà essere riportato dal cittadino la somma da detrarre ai fini di tasse, fino all’importo complessivo.

Nella dichiarazione dei redditi dovrà essere aggiunta la somma entro i limiti previsti per legge, suddividendola in rate identiche. Quindi, se per esempio si è effettuata l’installazione di zanzariere per 10.000 €, in base al bonus si avrà diritto a detrarre il 50% e quindi 5.000 €. A sua volta questa somma dovrà essere divisa nei 10 anni successivi con un importo uguale e quindi con una riduzione ai fini di tasse pari a 500 € al mese.

Advertisement - Pubblicità


La documentazione per il bonus zanzariere

Per ottenere la detrazione fiscale del Bonus Zanzariere, oltre ad effettuare la domanda, sarà necessario anche disporre di una serie di documenti, alcuni dei quali verranno richiesti al fine di attivare la detrazione, mentre altri dovranno essere conservati in caso di successivo controllo.

  • Titolo di legittimità: il richiedente dovrà disporre del titolo sull’immobile, in quanto proprietario o avente diritto.
  • Documentazione dell’acquisto: sarà necessario dimostrare l’acquisto del prodotto, ma anche la sua istallazione. A questo fine il pagamento dovrà avvenire attraverso un sistema registrabile e, nel caso in particolare, viene ammesso solo il bonifico parlante. Sarà necessario specificare nella causale che l’acquisto è conforme alla detrazione per l’Ecobonus.
  • Fattura: si dovrà disporre della fattura quietanzata da parte del fornitore, nel quale sia stato specificata la tipologia di zanzariera installata, il loro numero e l’importo complessivo compreso IVA.
  • Attestazione di conformità: una volta completata l’installazione, il tecnico dovrà rilasciare una certificazione che dimostri il rispetto dei requisito di schermatura solare, come richiesto dalla normativa, con un indice Gtot di 0,35.
  • Comunicazione all’ENEA: entro 90 giorni dall’istallazione delle zanzariere, sarà necessario inviare la scheda tecnica del prodotto all’ENEA e conservare la ricevuta di comunicazione.


Altri approfondimenti ed Articoli Correlati

Advertisement - Pubblicità