Edilizia.com
Edilizia.com
Home » Bonus » Superbonus 110 » Superbonus 110%: Comunicazione ENEA in ritardo comporta decadenza

Superbonus 110%: Comunicazione ENEA in ritardo comporta decadenza

Superbonus 110%: Comunicazione ENEA in ritardo comporta decadenzaSuperbonus 110%: Comunicazione ENEA in ritardo comporta decadenza
Ultimo Aggiornamento:

La Comunicazione ENEA è un documento obbligatorio che si deve trasmettere entro un tempo massimo di 90 giorni dalla data di conclusione dei lavori agevolabili con il Superbonus 110%. In merito ai termini di scadenza, per alcuni soggetti sono state disposte delle proroghe. Per approfondire, leggi: “Superbonus 110% e Bonus Casa: più tempo per Comunicazione ENEA

Sono tenuti ad inviare la Comunicazione entro i tempi stabiliti non solo i beneficiari del Superbonus, ma tutti i contribuenti che eseguono interventi volti al miglioramento dell’efficienza energetica e intendono fruire di uno tra i Bonus Casa che concedono questa tipologia di interventi, come l’Ecobonus o anche il Bonus Ristrutturazioni per i lavori di efficientamento energetico.

La Comunicazione ENEA, in sostanza, è necessaria per verificare che gli interventi eseguiti rispettino tutti i requisiti imposti dalla normativa in materia di tutela ambientale, nonché per verificare che il contribuente abbia realmente diritto ai vantaggi fiscali derivanti, appunto, dall’aver fatto interventi che comportano vantaggi in tema di tutela ambientale.

Si tratta di una regola molto rigida che, se non rispettata, può comportare la decadenza dal Superbonus 110% – o dal Bonus Casa di riferimento – ai danni del contribuente beneficiario.

Approfondiamo di seguito.

Superbonus 110%: comunicazione ENEA inviata in ritardo

A parlare nuovamente della Comunicazione ENEA – obbligatoria per usufruire del Superbonus 110% o degli altri incentivi per i lavori volti al miglioramento dell’efficienza energetica – è stata la Corte di Cassazione con l’Ordinanza n. 34151 del 21 novembre 2022, che è oggetto anche di un nuovo Avviso pubblicato sul portale FiscoOggi in data 28 dicembre 2022.

Il caso riguarda una contribuente che ha provveduto ad installare dei pannelli solari, richiedendo poi di accedere all’Ecobonus per le spese sostenute.

L’ufficio dell’Agenzia delle Entrate competente, tuttavia, non riconosceva alla donna il diritto alla detrazione in quanto aveva trasmesso la Comunicazione all’ENEA in ritardo rispetto alla scadenza imposta dalla normativa.

La contribuente per questo proponeva ricorso prima presso la Commissione Tributaria Provinciale – che, in primo grado, lo ha respinto – e poi presso la CT Regionale che, invece, ha accolto il ricorso della donna ritenendo che:

l’invio della comunicazione all’ENEA non ha natura di controllo ma ha natura meramente ricognitiva e nulla è previsto circa il fatto che l’omessa o tardiva comunicazione produca la decadenza dall’agevolazione fiscale […].

Comunicazione ENEA: mancato invio comporta decadenza

Chiaramente l’ufficio delle Entrate ha infine proposto ricorso in Cassazione che, con l’Ordinanza in oggetto, ha stabilito in definitiva che il mancato invio della Comunicazione costituisce a tutti gli effetti un motivo di decadenza dalle agevolazioni per gli interventi di riqualificazione energetica.

Si fa presente infatti che la normativa, per gli interventi edilizi per i quali si intende accedere al Superbonus 110% o ad un altro Bonus Casa, prevede che si debba:

  1. Acquisire l’attestato di qualificazione o di certificazione energetica;
  2. Trasmettere all’ENEA, entro 90 giorni dalla fine dei lavori, l’apposita Comunicazione mediante il sito. Qui dovranno essere trascritti i dati riguardanti:
    • L’attestato di qualificazione o di certificazione energetica, prodotto da un tecnico abilitato;
    • La scheda informativa relativa agli interventi realizzati.

Si tratta appunto di una Comunicazione obbligatoria e, pertanto, la Cassazione appoggia la tesi proposta dalle Entrate, in base alla quale:

l’omessa comunicazione preventiva all’ENEA entro un termine specifico costituisce una causa ostativa alla concessione delle agevolazioni relative agli interventi di riqualificazione energetica.

L’obiettivo che la normativa si pone in questo senso è appunto quello di impedire eventuali operazioni fraudolente e verificare che realmente i lavori che si effettuano comportino un risparmio energetico al fabbricato, oppure consentano allo stesso di produrre energia “pulita”.

Grazie alla Comunicazione all’ENEA, dunque, si verifica quali siano gli interventi edilizi meritevoli di usufruire di vantaggi fiscali “in quanto diretti a produrre, direttamente o indirettamente, effetti benefici per l’ambiente.

Per i motivi descritti, la Corte ha accolto dunque il ricorso dell’Agenzia delle Entrate, determinando impossibile per la contribuente usufruire delle agevolazioni fiscali per il mancato invio della Comunicazione ENEA entro i termini stabiliti dalla legge.

Leggi anche: “Superbonus 110%: quali sono i documenti da conservare assolutamente?

Richiedi informazioni per Bonus, Leggi e Normative, Notizie, Superbonus 110

Compila il form sottostante: la tua richiesta verrà moderata e successivamente inoltrata alle migliori Aziende del settore, GRATUITAMENTE!

Voglio iscrivermi gratuitamente per avere risposte più veloci!

*Vista l'informativa privacy, acconsento anche alle finalità ivi descritte agli artt. 2.3, 2.4, 2.5. Per limitare il consenso ad una o più finalità clicca qui.

Invia Richiesta

Articoli Correlati

Superbonus: ultime notizie sull'emendamento spalma detrazioniSuperbonus: ultime notizie sull'emendamento spalma detrazioni

Superbonus: ultime notizie sull'emendamento spalma detrazioni

16/05/2024 07:50 - Le recenti modifiche normative relative al Superbonus introducono una spalmatura decennale delle detrazioni e nuove limitazioni all'uso dei crediti fiscali per banche e intermediari.
Superbonus: detrazione in 10 anni, non più in 4 per il 2024Superbonus: detrazione in 10 anni, non più in 4 per il 2024

Superbonus: detrazione in 10 anni, non più in 4 per il 2024

09/05/2024 19:40 - Il governo italiano propone di diluire i crediti del Superbonus su dieci anni per [..]
Superbonus 110%: a marzo raggiunti i 117,2 miliardi di euroSuperbonus 110%: a marzo raggiunti i 117,2 miliardi di euro

Superbonus 110%: a marzo raggiunti i 117,2 miliardi di euro

11/04/2024 10:26 - L'ultimo aggiornamento dell'Enea rivela che l'utilizzo del superbonus 110% a marzo [..]
TAGS: comunicazione enea, decadenza, Superbonus, Superbonus 110%

Autore: Redazione Online

Edilizia.com è online dal 1998, il primo del settore in Italia!