Ecobonus 110 e sostituzione impianti: le tubature sono detraibili?

ecobonus 110 impianti


Ormai sappiamo bene che l’intervento di sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale è uno dei lavori trainanti, e quindi principali, che possono essere detratti con l’Ecobonus ad aliquota maggiorata del 110%.

Essendo un intervento trainante, può essere eseguito da solo oppure si può aggiungere ad esso anche uno degli interventi minori, detti trainati. La sola condizione da rispettare è che tale intervento comporti il raggiungimento della classe energetica più elevata o, per lo meno, che l’immobile possa migliorare le sue prestazioni energetiche di due classi rispetto a prima.

La domanda però è questa: quali spese si possono portare in detrazione in merito all’intervento di sostituzione degli impianti? La sostituzione delle tubature è compresa?

Ecobonus 110%: l’intervento di sostituzione degli impianti

Il Superbonus 110% prevede che la sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale sia un intervento trainante, dunque che può essere effettuato anche da solo purchè si raggiungano i miglioramenti prestazionali di efficienza energetica previsti dal Decreto Rilancio.

Per poter accedere all’incentivo, gli impianti dovranno essere centralizzati per il riscaldamento, il raffrescamento o la fornitura di acqua calda sanitaria. E, ovviamente, dovranno risultare più efficienti dei precedenti in termini energetici.

I massimali di spesa per tale intervento sono i seguenti:

  • 30.000 euro, per gli immobili unifamiliari o unità funzionalmente indipendenti;
  • 20.000 euro, da moltiplicare per ogni appartamento, per i condomini che contano fino a 8 unità immobiliari;
  • 15.000 euro, da moltiplicare per il numero delle unità, per i condomini composti da più di 8 unità abitative.

Leggi anche: “Superbonus 110%: i massimali di spesa per tutti gli interventi

Advertisement - Pubblicità


Quali sono tutte le spese ammesse

Arriviamo quindi al dunque. Quali sono le spese che si possono includere nella detrazione usufruendo dell’Ecobonus 110%? La sostituzione delle tubature è ammessa?

La risposta è sì. Secondo quanto stabilito dalle disposizioni presenti nel Decreto Rilancio infatti:

La detrazione spetta, nel limite massimo di spesa previsto, anche per le spese di smaltimento e bonifica dell’impianto sostituito.

Questo significa che si possono includere nel tetto massimo di spesa anche i costi relativi alla rimozione dell’impianto precedentemente esistente. Dunque, anche la rimozione e sostituzione delle tubature, se rientra nel limite di spesa, può essere incluso senza problemi.

Ma non è tutto. Oltre alla rimozione e alla bonifica dell’impianto precedente, possono essere agevolati con l’Ecobonus 110% anche i costi relativi a:

  • Il rilascio della documentazione necessaria per accedere all’incentivo, incluso il visto di conformità (ormai necessario solo per gli interventi che prevedono la demolizione e la ricostruzione dell’edificio);
  • L’imposta relativa alla richiesta dei titoli edilizi e la tassa per l’occupazione del suolo pubblico;
  • L’acquisto di materiali necessari all’esecuzione degli interventi;
  • La realizzazione del progetto;
  • Il pagamento dei professionisti, sia per l’esecuzione degli interventi che per perizie, sopralluoghi, ispezioni e controlli;
  • L’installazione di ponteggi;
  • Lo smaltimento dell’impianto sostituito;
  • L’acquisto e l’installazione di dispositivi multimediali per il controllo a distanza dei nuovi impianti (strumenti della domotica).