Edilizia.com
Edilizia.com
Home » Tasse e Imposte » IMU: modalità di versamento e scadenze

IMU: modalità di versamento e scadenze

IMU: modalità di versamento e scadenzeIMU: modalità di versamento e scadenze
Ultimo Aggiornamento:

L’IMU è la principale e più nota tassa sugli immobili, dovuta per le abitazioni (ad eccezione delle “prime case” non di lusso), ma anche per il possesso di tutti gli altri fabbricati, le aree edificabili o i terreni agricoli.

Oltre alle abitazioni principali non di lusso, esistono altri immobili e terreni che godono dell’esenzione totale dal pagamento dell’IMU (approfondisci qui).

Esistono inoltre dei casi per i quali sono previste delle riduzioni sull’importo dovuto. Per approfondire, leggi: “Agevolazioni IMU: in cosa consistono? Chi ne ha diritto?

Vediamo quali sono le modalità di versamento e le scadenze da rispettare.

IMU: come viene determinata, trasferimento del possesso

La Legge di Bilancio 2020 ha stabilito in particolare, all’art. 1 comma 761, che l’imposta è dovuta in relazione ad ogni anno solare, e che viene determinata in proporzione:

  • Alla quota di possesso;
  • Ai mesi dell’anno nei quali si è esercitato il possesso sull’immobile.

Viene chiarito che per i mesi nei quali sia cessato il possesso – se questo dovesse essere durato più della metà del mese – il mese sarà considerato interamente.

Il giorno in cui effettivamente avviene il trasferimento del possesso nei confronti di altri, invece, si considera in capo all’acquirente.

Il mese stesso del trasferimento, ai fini dell’imputazione dell’imposta, invece:

  • Sarà in capo all’acquirente se, nel mese, i giorni di possesso sono superiori o uguali a quelli del venditore;
  • Sarà in capo al venditore se, nel mese, i giorni di possesso risultano più numerosi rispetto a quelli dell’acquirente.

Leggi anche: “Sconto IMU del 50%: requisiti e condizioni per usufruirne

Modalità di versamento e scadenze per pagare l’IMU

L’importo dell’IMU dev’essere versato ogni anno, in un’unica soluzione entro il 16 giugno, oppure ripartito in due rate:

Con la prima rata, in particolare, si paga il contributo dovuto per il primo semestre, con l’applicazione dell’aliquota e della detrazione dei dodici mesi dell’anno precedente.

La seconda rata rappresenta invece il saldo dell’imposta, con eventuale conguaglio sulla prima rata. Dovrà essere versata sulla base delle disposizioni previste dalle delibere di approvazione delle aliquote e dei regolamenti che devono essere pubblicati sul sito del Dipartimento delle Finanze da ogni Comune, entro il 28 ottobre di ogni anno.

Leggi anche: “IMU, TARI, TASI: come consultare gli atti adottati dal proprio Comune

Nel caso in cui, però, per la data del 28 ottobre non dovessero essere ancora state pubblicate, si considereranno ancora valide quelle stabilite in riferimento all’anno precedente.

A partire dal 2021 – nonostante non sia ancora stato varato il decreto del Ministro dell’economia e delle finanze necessario all’attuazione della disposizione – è stato stabilito che il versamento della seconda rata dovrà avvenire tenendo conto delle aliquote risultanti dall’apposito prospetto informatizzato, anche questo da pubblicare entro il 28 ottobre sul sito del Dipartimento delle Finanze.

Si è disposto poi che, in caso di incongruenze tra il prospetto e il regolamento di disciplina dell’imposta, si considererà valido quanto scritto nel prospetto.

In ogni caso, finché non uscirà il decreto attuativo e, soprattutto, finché non sarà sviluppato il prospetto informatizzato, il versamento dovrà continuare ad essere determinato in base alle aliquote presenti nelle delibere.

Il versamento dell’IMU può essere effettuato in due modi differenti, secondo quanto disposto dall’art. 1, comma 765 della stessa Manovra 2020, ovvero:

  1. Tramite predisposizione del Modello F24;
  2. Con bollettino postale.

Leggi anche: “Dichiarazione IMU: scadenza al 28 settembre, per chi è obbligatoria?

Richiedi informazioni per Economia e Finanza, Notizie, Tasse e Imposte

Compila il form sottostante: la tua richiesta verrà moderata e successivamente inoltrata alle migliori Aziende del settore, GRATUITAMENTE!

Voglio iscrivermi gratuitamente per avere risposte più veloci!

*Vista l'informativa privacy, acconsento anche alle finalità ivi descritte agli artt. 2.3, 2.4, 2.5. Per limitare il consenso ad una o più finalità clicca qui.

Invia Richiesta

Articoli Correlati

Imposta di Registro: obblighi, calcolo e sanzioni per i contribuentiImposta di Registro: obblighi, calcolo e sanzioni per i contribuenti

Imposta di Registro: obblighi, calcolo e sanzioni per i contribuenti

15/02/2024 11:26 - L'imposta di registro, applicata su atti giuridici documentati, riflette la capacità economica del contribuente. Essenziale per la trasparenza e il monitoraggio fiscale, varia in base alla natura dell'atto e alla presenza o meno dell'IVA, con precise implicazioni legali e sanzioni per inadempimenti.
IMU e TARI 2023: conguagli entro 29 febbraio e novità, ecco per chiIMU e TARI 2023: conguagli entro 29 febbraio e novità, ecco per chi

IMU e TARI 2023: conguagli entro 29 febbraio e novità, ecco per chi

14/02/2024 13:05 - Il Dipartimento Finanze [..]
IMU per immobili collabenti: cosa prevede la legge?IMU per immobili collabenti: cosa prevede la legge?

IMU per immobili collabenti: cosa prevede la legge?

12/02/2024 14:03 - Con la Risoluzione n. 4/DF del 16 novembre 2023, il Dipartimento delle Finanze ha [..]
Irpef 2024: ecco cosa devi sapere sulle nuove aliquoteIrpef 2024: ecco cosa devi sapere sulle nuove aliquote

Irpef 2024: ecco cosa devi sapere sulle nuove aliquote

11/02/2024 12:22 - La riforma fiscale del 2024 in Italia introduce tre aliquote Irpef, aumenta le [..]
Certificazione Unica 2024: modelli e scadenzeCertificazione Unica 2024: modelli e scadenze

Certificazione Unica 2024: modelli e scadenze

10/02/2024 15:48 - Il Provvedimento dell'Agenzia delle Entrate introduce il Modello CU 2024, con [..]
TAGS: imu, scadenza IMU, versamento imu

Autore: Redazione Online

Edilizia.com è online dal 1998, il primo del settore in Italia!