Tra i servizi più importanti e necessari per la propria tutela economica vi è senza alcun dubbio il Cassetto Fiscale nell’area personale dell’agenzia delle entrate, fondamentale per la consultazione delle informazioni fiscali che sono presenti a proprio nome.

Il servizio in questione è utile anche per poter visualizzare le proprie informazioni catastali, in base a tutto ciò che è in possesso dell’agenzia delle entrate. Questa area riservata ai contribuenti è ad oggi accessibile tramite la propria identità virtuale, ovvero lo SPID, nonché la carta d’identità elettronica, nel caso in cui si fosse già in possesso di tale servizio.

La caratteristica principale del proprio cassetto fiscale è che questo è visualizzabile anche da alcuni delegati, naturalmente sotto consenso da parte del diretto interessato. Questa funzionalità è sicuramente utile per poter permettere l’accesso al proprio cassetto fiscale al commercialista, nonché al Caaf, per poter portare a termine le proprie questioni fiscali obbligatorie, quali la dichiarazione dei redditi annuale.

Il cassetto fiscale dell’Agenzia delle Entrate è anche disponibile per i possessori di partita IVA, in modo tale da poter avere ogni singolo dettaglio relativo alla questioni fiscali dell’azienda a portata di mano sul proprio smartphone o qualsiasi dispositivo mobile.

Sei interessato a scoprire qualche dettaglio in più in merito al proprio cassetto fiscale e a come potervi accedere? Ottimo, allora il nostro principale consiglio è quello di procedere nella lettura del nostro articolo, in quanto cercheremo di spiegarti in maniera piuttosto specifica tutto quello che devi necessariamente conoscere in merito a ciò, in modo tale da non avere più dubbi su come poter accedere nell’area riservata online dell’Agenzia delle Entrate.

Ti auguriamo quindi una buona lettura!

Cos’è il cassetto fiscale?

Quando si parla del cassetto fiscale ci si riferisce ad un servizio online che viene messo a disposizione da parte dell’Agenzia delle Entrate per permettere a tutti i contribuenti di poter accedere e consultare la propria documentazione fiscale, sia dell’anno in corso sia per gli anni precedenti in cui si è percepito del reddito.

Sono numerose le documentazioni che si possono analizzare tramite il proprio cassetto fiscale, tra cui i propri dati anagrafici, nonché tutti quelli che riguardano del reddito percepito durante l’anno solare. Si potranno qui trovare, infatti, le dichiarazioni 730 o le certificazioni uniche precedenti, nonché gli F24 già saldati e le comunicazioni da parte della stessa Agenzia delle Entrate.

In quest’area online è anche possibile registrare un determinato contratto di affitto regolare, nonché inserire un IBAN per la ricezione di eventuali rimborsi provenienti dalle detrazioni fiscali in dichiarazione dei redditi.

Il cassetto fiscale può essere accessibile anche tramite una delega, in modo da permettere al proprio commercialista di lavorare alle dichiarazioni dei redditi.

Nel caso in cui si desiderasse effettuare la delega online, questa sarà possibile accedendo in prima persona al cassetto fiscale tramite l’identità digitale in proprio possesso.

Avremo modo di analizzare ogni singola caratteristica relativa al cassetto fiscale nel corso del nostro articolo, in modo tale da non avere più alcun dubbio sotto questo punto di vista!

Quali contribuenti possono accedere al cassetto fiscale?

È permesso l’accesso al cassetto fiscale a tutti i cittadini con la residenza fiscale in Italia. I cittadini italiani resistenti all’estero potranno anche accedere a tale cassetto fiscale, tuttavia non sarà possibile portare a termine le varie operazioni necessarie, siccome la residenza fiscale è momentaneamente nel paese di residenza.

Si può accedere al proprio cassetto fiscale tramite la propria identità digitale, dunque tramite SPID oppure carta d’identità elettronica, nel caso in cui la si possedesse.

Allo stesso modo, si potrà accedere al cassetto fiscale richiedendo un codice personale e univoco ad un qualsiasi sportello dell’Agenzia delle Entrate sul territorio.

Come funziona il cassetto fiscale per chi possiede una partita IVA ?

Il cassetto fiscale è un sevizio utile anche per tutti coloro che sono in possesso di una partita IVA in quanto lavoratori autonomi. Qui, infatti, sarà possibile visualizzare le fatturazioni elettroniche emesse, in modo tale da poter avere un certo controllo sotto questo punto di vista.

La caratteristica principale del cassetto fiscale per i possessori di partita IVA è che sarà possibile creare un QR code direttamente per poter visualizzare e consultare i dati della partita IVA in proprio possesso. In questo modo, si potranno visualizzare le fatturazioni elettroniche e le questioni fiscali relative alla propria azienda anche da un qualsiasi dispositivo mobile, al fine di poter essere pronti a qualsiasi evenienza.

Cosa succede se si perdono le credenziali del cassetto fiscale?

Nel caso in cui si smarrissero le credenziali per poter accedere al cassetto fiscale, sarà necessario recarsi in uno sportello per poterle reimpostare. In questa sede si avrà modo di verificare la veridicità dei documenti, in modo tale da evitare che vi siano notevoli disservizi sotto questo punto di vista.

Dopo aver analizzato i documenti del contribuente, sarà compito dell’Agenzia delle Entrate quello di fornire un nuovo pin per poter accedere nuovamente alla propria area personale e modificare le password, in modo tale da poter avere la completa gestione del proprio cassetto fiscale.

Come è possibile delegare qualcuno per la visualizzazione?

Affinché possa essere possibile fornire tutte le proprie documentazioni fiscali ad un consulente esterno, come un commercialista oppure un ufficio Caaf, è possibile effettuare una delega per al massimo due persone, da realizzare tramite un modulo presente sullo stesso sito web dell’agenzia delle Entrate. Senza tale delega, non sarà possibile per nessuno entrare nel cassetto fiscale della persona.

Nel caso in cui si desiderasse effettuare la delega online, questa sarà possibile accedendo in prima persona al cassetto fiscale tramite l’identità digitale in proprio possesso.

Per poter portare a termine la delega, è necessario consegnare al delegato il documento che si riceverà per posta entro 15 giorni lavorativi da tale richiesta all’Agenzia delle Entrate. Il documento conterrà un codice grazie al quale sarà possibile per l’intermediario accedere al cassetto fiscale personale del contribuente.

Nel caso in cui la delega non fosse annullata prima, quest’ultima avrà una durata di quattro anni. Per poterla rinnovare, sarà necessario compilare nuovamente il modulo.

Cosa è possibile visualizzare nel cassetto fiscale?

Sono differenti le funzionalità che possiamo individuare nel caso del proprio cassetto fiscale. Ci possiamo dunque riferire a delle informazioni da poter consultare e visualizzare nel momento in cui si ha bisogno di ciò.

Nel proprio cassetto fiscale è possibile consultare tutti i propri dati anagrafici, di residenza e di domicilio, nonché gli uffici a cui potersi rivolgere per eventuali problematiche e variazioni sul proprio territorio.

Si potrà anche consultare l’area in cui sono presenti le proprie dichiarazioni fiscali. Possiamo quindi riferirci alle certificazioni uniche che si ricevono da parte dei datori di lavoro, sia pubblici sia privati, nonché nel caso delle prestazioni occasionali senza partita IVA. Qui, dunque, si potranno osservare i vari redditi che sono stati percepiti anno per anno. Oltre all’anno in corso, nel proprio cassetto fiscale saranno presenti tutti gli anni e le certificazioni dei redditi percepiti.

Nel cassetto fiscale, in più, sono presenti le varie comunicazioni di cui si potrebbe avere bisogno: questo mezzo sarà senza alcun dubbio tra i principali che si hanno a disposizione per effettuare la richiesta di eventuali rimborsi e versamenti da dover effettuare a seguito della dichiarazione dei redditi e delle detrazioni fiscali.

Nell’area personale dell’Agenzia delle Entrate, inoltre, si potranno inserire le richieste dei vari bandi attualmente in atto, nel caso in cui si possedessero i requisiti necessari a potervi partecipare.

Infine, si potranno qui ritrovare le proprie documentazioni catastali, in modo tale da tenere sempre sotto controllo anche le questioni riguardanti le proprietà immobiliari in possesso del contribuente. La sezione in questione ha fondamentale importanza siccome qui sarà anche possibile scoprire quanto si dovrà versare di IMU e di tutte le altre tasse relative al proprio immobile.

Le documentazioni catastali sono anche molto importanti nel caso in cui si prendesse proprietà di un immobile e si desiderasse analizzare eventuali irregolarità presenti nelle piante catastali.

Le conclusioni dell’articolo

Eccoci così alla fine del nostro articolo, in cui abbiamo avuto modo di scoprire in maniera dettagliata tutto quello che è importante conoscere in merito al cassetto fiscale, uno dei principali servizi che possiamo tenere a mente nel caso in cui si avesse la necessità di tenere sott’occhio le proprie questioni fiscali.

È molto importante tenere sempre a mente che, per potersi tutelare anche dal punto di vista fiscale, è sempre un bene analizzare le documentazioni che riguardano la propria persona, in modo tale da avere sempre tutto sotto controllo.

Il servizio è attivo per tutti i contribuenti con residenza fiscale sul territorio italiano.

Ti ringraziamo quindi per aver letto il nostro articolo, e ci auguriamo che questo ti abbia permesso di comprendere delle caratteristiche e i dei dettagli in merito al cassetto fiscale, un servizio fondamentale per poter portare a termine le proprie questioni fiscali, tra cui la dichiarazione dei redditi e il modello per la richiesta dell’ISEE, nonché numerosissime altre necessarie per poter avere sempre tutto a regola d’arte secondo le normative dello Stato!