Edilizia.com
Edilizia.com
Home » Economia e Finanza » Proroga Superbonus: l’appello di ANCE a Palazzo Chigi

Proroga Superbonus: l’appello di ANCE a Palazzo Chigi

Proroga Superbonus: l’appello di ANCE a Palazzo ChigiProroga Superbonus: l’appello di ANCE a Palazzo Chigi
Ultimo Aggiornamento:

Il Superbonus 110%, una misura governativa italiana focalizzata sulla riqualificazione energetica e sismica degli edifici, si trova attualmente al centro di un dibattito nazionale.

Federica Brancaccio, presidente dell’Associazione Nazionale Costruttori Edili (ANCE), ha recentemente evidenziato la necessità urgente di risolvere le problematiche legate ai crediti incagliati e ha sollecitato una proroga per permettere la conclusione ordinata dei lavori in corso, specialmente nei condomini.

La posizione dell’ANCE

Durante un recente incontro a Palazzo Chigi, Brancaccio ha sottolineato l’importanza del Superbonus come leva di crescita economica e stimolo per il settore delle costruzioni. Nonostante fosse una misura temporanea, il settore si trova ora in un punto critico, in attesa di soluzioni promesse dal governo per gestire i crediti derivanti dalle detrazioni fiscali, che sono rimasti in sospeso.

“Noi chiediamo a questo Governo di fare quello che negli ultimi vent’anni non è stato fatto, cioè un taglio vero agli sprechi che non sacrifichi la crescita in nome dei conti dello Stato con tagli lineari che non sono mai serviti a niente”

La mancanza di chiarezza e di azioni concrete sta causando incertezza tra le imprese e i cittadini che hanno investito in buona fede nelle ristrutturazioni.

L’impatto del Superbonus sul mercato immobiliare

Il Superbonus 110% ha avuto un impatto significativo sul mercato immobiliare italiano, stimolando investimenti in ristrutturazioni e miglioramenti energetici. Questo ha portato non solo a un miglioramento della qualità abitativa, ma anche a una riduzione dell’impatto ambientale degli edifici.

La crescita economica indotta dal Superbonus è innegabile, ma questa potrebbe essere compromessa senza un’adeguata gestione dei crediti incagliati e delle proroghe necessarie.

“… ma stiamo ancora aspettando da un anno una soluzione promessa dal Governo e anche una proroga necessaria a una chiusura ordinata per quei cantieri in fase di ultimazione”.

La richiesta di proroghe

Riferendosi alle abitazioni unifamiliari, per le quali sono state concesse quattro proroghe, Brancaccio enfatizza la disparità di trattamento rispetto ai condomini. Molti di questi ultimi sono vicini al completamento dei lavori e richiedono una proroga per non lasciare in sospeso cantieri, famiglie e imprese.

“sulle unifamiliari sono state date ben 4 proroghe. Ci sono i condomini, soprattutto quelli delle periferie, che sono ad un passo dall’ultimazione e non si possono lasciare cantieri, famiglie e imprese in questa situazione”

Il rischio è quello di creare un danno maggiore rispetto ai benefici inizialmente previsti dalla misura.

Un altro punto critico riguarda i crediti incagliati derivanti dalle detrazioni fiscali. Questa problematica sta creando un collo di bottiglia finanziario per molte imprese, che si trovano incapaci di recuperare il credito accumulato.

Approfondisci: Crediti bloccati: il conto sale a 135 miliardi di euro

La soluzione a questo problema è essenziale per mantenere la fiducia del settore nelle politiche governative e per garantire la continuità degli investimenti nel campo delle ristrutturazioni.

Le prospettive future e la responsabilità del governo

In conclusione, la situazione attuale richiede un’azione immediata da parte del governo per affrontare le problematiche legate al Superbonus 110%. È fondamentale trovare un equilibrio tra le esigenze di sostenibilità ambientale, le necessità economiche del settore delle costruzioni e gli interessi dei cittadini. Una gestione efficace e tempestiva di questa misura può rappresentare un modello di successo per future politiche di incentivo nel settore edile e ambientale.

Il Superbonus 110% rappresenta un’opportunità unica per l’Italia, non solo in termini di riqualificazione edilizia ma anche come motore di crescita economica e di innovazione nel settore delle costruzioni. La risposta del governo a queste richieste sarà cruciale per determinare il futuro del settore e l’impatto a lungo termine di questa importante iniziativa.

Richiedi informazioni per Bonus, Economia e Finanza, Notizie, Superbonus 110

Compila il form sottostante: la tua richiesta verrà moderata e successivamente inoltrata alle migliori Aziende del settore, GRATUITAMENTE!

Voglio iscrivermi gratuitamente per avere risposte più veloci!

*Vista l'informativa privacy, acconsento anche alle finalità ivi descritte agli artt. 2.3, 2.4, 2.5. Per limitare il consenso ad una o più finalità clicca qui.

Invia Richiesta

Articoli Correlati

IMU e TARI 2023: conguagli entro 29 febbraio e novità, ecco per chiIMU e TARI 2023: conguagli entro 29 febbraio e novità, ecco per chi

IMU e TARI 2023: conguagli entro 29 febbraio e novità, ecco per chi

14/02/2024 13:05 - Il Dipartimento Finanze del MEF annuncia le novità riguardanti la trasmissione degli atti e delibere IMU e TARI relative al 2023, in seguito a quanto previsto per il nuovo anno 2024.
Irpef 2024: ecco cosa devi sapere sulle nuove aliquoteIrpef 2024: ecco cosa devi sapere sulle nuove aliquote

Irpef 2024: ecco cosa devi sapere sulle nuove aliquote

11/02/2024 12:22 - La riforma fiscale del 2024 in Italia introduce tre aliquote Irpef, aumenta le [..]
TARI 2024: variabili in base agli impianti di smaltimento esistentiTARI 2024: variabili in base agli impianti di smaltimento esistenti

TARI 2024: variabili in base agli impianti di smaltimento esistenti

09/02/2024 08:55 - Sono state aggiornate [..]
Climatizzatori vs caldaie a gas, chi consuma meno?Climatizzatori vs caldaie a gas, chi consuma meno?

Climatizzatori vs caldaie a gas, chi consuma meno?

25/01/2024 12:36 - Nella scelta tra riscaldamento tramite climatizzatori e caldaie a gas, molti [..]
TAGS: ance, Federica Brancaccio, proroga superbonus, Superbonus

Autore: Andrea Dicanto

Autore Andrea Dicanto
Appassionato Progettista esperto nel settore dell'Edilizia, delle Costruzioni e dell'Arredamento. Fin da giovane ho sempre studiato ed analizzato problematiche che vanno dalle questioni statiche di edifici e costruzioni fino al miglior modo di progettare ed arredare gli spazi interni, strizzando l'occhio alle nuove tecnologie soprattutto in ambito sismico.

Leggi tutti i miei articoli | Visita il mio profilo Linkedin

Edilizia.com è online dal 1998, il primo del settore in Italia!