Edilizia.com
Edilizia.com
Home » Economia e Finanza » L’inflazione rallenta. L’Istat rivede le stime di febbraio

L’inflazione rallenta. L’Istat rivede le stime di febbraio

L’inflazione rallenta. L’Istat rivede le stime di febbraioL’inflazione rallenta. L’Istat rivede le stime di febbraio
Ultimo Aggiornamento:

Nel mese di Febbraio 2023, l’Istat ha rilasciato la stima dell’indice nazionale dei prezzi al consumo per l’intera collettività (NIC), al lordo dei tabacchi, che prevede un aumento dello 0,2% su base mensile e del 9,1% su base annua.

È interessante notare come questa stima abbia subito una revisione al rialzo rispetto alla stima preliminare, che era stata fissata a +9,2%. Tuttavia, è importante sottolineare che questo rallentamento dell’inflazione è dovuto all’attenuazione delle tensioni sui prezzi dei Beni Energetici, sia della componente regolamentata sia di quella non regolamentata.

Nonostante ciò, si prevede che le spinte al rialzo dei prezzi nel comparto dei Beni alimentari, lavorati e non, dei Tabacchi e dei Servizi rimarranno in accelerazione tendenziale. In particolare, l’inflazione acquisita per il 2023 è pari a +5,4% per l’indice generale e a +3,7% per la componente di fondo.

Il rallentamento dell’inflazione

Il rallentamento dell’inflazione a febbraio si deve, in primo luogo, all’accentuarsi della flessione su base tendenziale dei prezzi dei Beni energetici regolamentati e alla decelerazione di quelli degli Energetici non regolamentati. Tuttavia, i loro effetti sono stati solo in parte compensati dall’accelerazione dei prezzi degli Alimentari, sia lavorati sia non lavorati, di quelli dei Tabacchi, dei prezzi dei Servizi ricreativi, culturali e per la cura della persona e dei Servizi relativi ai trasporti.

La divisione che registra l’aumento maggiore su base tendenziale è quella di Abitazione, acqua, elettricità e combustibili con un aumento dei prezzi del 24,5%. Inoltre, i prezzi dei Beni alimentari, per la cura della casa e della persona (il cosiddetto carrello della spesa) registrano un’accelerazione in termini tendenziali, passando da +12,0% a +12,7%, mentre quelli dei prodotti ad alta frequenza d’acquisto rimangono pressoché stabili, passando da +8,9% a +9,0%.

Richiedi informazioni per Economia e Finanza, Notizie

Compila il form sottostante: la tua richiesta verrà moderata e successivamente inoltrata alle migliori Aziende del settore, GRATUITAMENTE!

Voglio iscrivermi gratuitamente per avere risposte più veloci!

*Vista l'informativa privacy, acconsento anche alle finalità ivi descritte agli artt. 2.3, 2.4, 2.5. Per limitare il consenso ad una o più finalità clicca qui.

Invia Richiesta

Articoli Correlati

IMU e TARI 2023: conguagli entro 29 febbraio e novità, ecco per chiIMU e TARI 2023: conguagli entro 29 febbraio e novità, ecco per chi

IMU e TARI 2023: conguagli entro 29 febbraio e novità, ecco per chi

14/02/2024 13:05 - Il Dipartimento Finanze del MEF annuncia le novità riguardanti la trasmissione degli atti e delibere IMU e TARI relative al 2023, in seguito a quanto previsto per il nuovo anno 2024.
Irpef 2024: ecco cosa devi sapere sulle nuove aliquoteIrpef 2024: ecco cosa devi sapere sulle nuove aliquote

Irpef 2024: ecco cosa devi sapere sulle nuove aliquote

11/02/2024 12:22 - La riforma fiscale del 2024 in Italia introduce tre aliquote Irpef, aumenta le [..]
TARI 2024: variabili in base agli impianti di smaltimento esistentiTARI 2024: variabili in base agli impianti di smaltimento esistenti

TARI 2024: variabili in base agli impianti di smaltimento esistenti

09/02/2024 08:55 - Sono state aggiornate [..]
Climatizzatori vs caldaie a gas, chi consuma meno?Climatizzatori vs caldaie a gas, chi consuma meno?

Climatizzatori vs caldaie a gas, chi consuma meno?

25/01/2024 12:36 - Nella scelta tra riscaldamento tramite climatizzatori e caldaie a gas, molti [..]
TAGS: inflazione, istat

Autore: Andrea Dicanto

Autore Andrea Dicanto
Appassionato Progettista esperto nel settore dell'Edilizia, delle Costruzioni e dell'Arredamento. Fin da giovane ho sempre studiato ed analizzato problematiche che vanno dalle questioni statiche di edifici e costruzioni fino al miglior modo di progettare ed arredare gli spazi interni, strizzando l'occhio alle nuove tecnologie soprattutto in ambito sismico.

Leggi tutti i miei articoli | Visita il mio profilo Linkedin

Edilizia.com è online dal 1998, il primo del settore in Italia!