Edilizia.com
Edilizia.com
Home » Dipendenti e Lavoratori » Nuovo bonus figli fino a 3000 euro: le opportunità per i dipendenti con figli a carico

Nuovo bonus figli fino a 3000 euro: le opportunità per i dipendenti con figli a carico

Nuovo bonus figli fino a 3000 euro: le opportunità per i dipendenti con figli a caricoNuovo bonus figli fino a 3000 euro: le opportunità per i dipendenti con figli a carico
Ultimo Aggiornamento:

Con l’evoluzione del panorama legislativo, è essenziale comprendere i dettagli delle nuove leggi e regolamentazioni che influenzano i lavoratori e le aziende. Il decreto “Lavoro” del 2023 ha introdotto una serie di modifiche e nuove disposizioni, in particolare per i dipendenti con figli a carico.

Questo articolo si propone di fornire un’analisi completa e dettagliata delle novità introdotte.

Aumento del limite di non imponibilità dei fringe benefit

L’articolo 40 del decreto “Lavoro” introduce un’importante novità: l’aumento del limite di non imponibilità dei fringe benefit. Il notevole incremento del limite di non imponibilità che caratterizza i fringe benefit rappresenta un elemento chiave del decreto “Lavoro” del 2023.

Leggi anche: DL Lavoro è legge: via libera della Camera con 154 sì

Questo confine, che delineava lo spazio entro cui i benefit erogati ai dipendenti con figli a carico potevano essere considerati esenti da imposizioni fiscali, ha subito un balzo da notare: da 258,23 euro si è passati a un considerevole limite di 3mila euro, applicabile esclusivamente per l’anno in questione. Questa agevolazione fiscale viene concessa a entrambi i genitori.

Questa modifica sostanziale si traduce in una significativa estensione della gamma di benefici potenzialmente esenti da tassazione che un datore di lavoro può offrire ai propri dipendenti. Questo cambiamento, destinato ad avere un impatto profondo sul benessere dei lavoratori con figli a carico, rivoluziona il panorama dei fringe benefit, ampliando le opportunità per datori di lavoro e dipendenti di collaborare alla creazione di un pacchetto di benefit più completo e personalizzato, che possa realmente rispondere alle esigenze del singolo lavoratore e della sua famiglia.

Il direttore dell’Agenzia delle Entrate, Ernesto Maria Ruffini, ha firmato la circolare n. 23 il 1° agosto 2023. Questo documento fornisce istruzioni per i datori di lavoro che intendono concedere ai loro dipendenti con figli a carico somme o rimborsi a titolo di benefit.

Agevolazioni fiscali per i lavoratori dipendenti

Il decreto “Lavoro” del 2023 ha portato significative novità in merito alle agevolazioni fiscali a beneficio dei lavoratori dipendenti. Queste modifiche legislative mirano a incentivare la produttività, migliorare le condizioni di lavoro e, in ultima analisi, incrementare il benessere dei dipendenti, in particolare di coloro con figli a carico.

Leggi anche: Decreto Lavoro: ecco cosa prevede il recente decreto-legge

L’articolo 40 del Dl n. 48/2023, infatti, introduce una serie di vantaggi fiscali per i lavoratori dipendenti che rientrano in questa categoria. Le novità riguardano non solo l’aumento della soglia di esenzione per i fringe benefit, ma anche l’inclusione di ulteriori bonus. Tra questi, rientrano le somme erogate o rimborsate ai dipendenti per le spese domestiche relative alle utenze di energia elettrica, acqua e gas.

Queste somme, grazie alla nuova normativa, non concorrono a formare il reddito imponibile del lavoratore, rappresentando così un ulteriore vantaggio.

La finalità di queste agevolazioni è quella di alleggerire il carico fiscale dei lavoratori, soprattutto di quelli con figli a carico, e, contemporaneamente, di incentivare le aziende a offrire pacchetti di benefit sempre più completi ed efficaci.

Le somme rimborsate o erogate ai lavoratori per il pagamento delle bollette domestiche di energia elettrica, acqua e gas non concorrono a formare il reddito di lavoro dipendente, sempre entro il limite di 3.000 euro.

Il ruolo del datore di lavoro

Il datore di lavoro ha un ruolo chiave nell’attuazione di queste disposizioni. È responsabile della corretta applicazione dell’agevolazione e deve recuperare il beneficio non spettante dagli emolumenti corrisposti nei periodi di paga successivi a quello nel quale è resa la comunicazione.

Richiedi informazioni per Bonus, Detrazioni Fiscali, Dipendenti e Lavoratori, Economia e Finanza, Notizie

Compila il form sottostante: la tua richiesta verrà moderata e successivamente inoltrata alle migliori Aziende del settore, GRATUITAMENTE!

Voglio iscrivermi gratuitamente per avere risposte più veloci!

*Vista l'informativa privacy, acconsento anche alle finalità ivi descritte agli artt. 2.3, 2.4, 2.5. Per limitare il consenso ad una o più finalità clicca qui.

Invia Richiesta

Articoli Correlati

Nuovo Bonus partite IVA: fino a 800 euro, ecco tutto ciò che devi sapereNuovo Bonus partite IVA: fino a 800 euro, ecco tutto ciò che devi sapere

Nuovo Bonus partite IVA: fino a 800 euro, ecco tutto ciò che devi sapere

14/11/2023 08:29 - L'Iscro, l'acronimo che indica l'Indennità Straordinaria di Continuità Reddituale Operativa, rappresenta un sostegno fondamentale per i lavoratori autonomi, inclusi i professionisti e le piccole partite IVA, che si trovano in una condizione di inattività lavorativa.
Cercasi 10mila lavoratori: assunzioni in crescita a settembreCercasi 10mila lavoratori: assunzioni in crescita a settembre

Cercasi 10mila lavoratori: assunzioni in crescita a settembre

06/09/2023 13:22 - In settembre 2023, le statistiche mostrano che sono ricercati 10.770 lavoratori [..]
Opzione donna 2023: a chi spetta e come chiederlaOpzione donna 2023: a chi spetta e come chiederla

Opzione donna 2023: a chi spetta e come chiederla

28/08/2023 10:53 - L’Opzione Donna 2023 è una valida soluzione per le donne che vogliono accedere [..]
TAGS: bonus figli, Decreto lavoro, Decreto Lavoro 2023, Fringe benefit

Autore: Andrea Dicanto

Autore Andrea Dicanto
Appassionato Progettista esperto nel settore dell'Edilizia, delle Costruzioni e dell'Arredamento. Fin da giovane ho sempre studiato ed analizzato problematiche che vanno dalle questioni statiche di edifici e costruzioni fino al miglior modo di progettare ed arredare gli spazi interni, strizzando l'occhio alle nuove tecnologie soprattutto in ambito sismico.

Leggi tutti i miei articoli | Visita il mio profilo Linkedin

Edilizia.com è online dal 1998, il primo del settore in Italia!