Edilizia.com
Edilizia.com
Home » Detrazioni Fiscali » Manovra, arriva la proroga al Bonus Bollette: come cambia?

Manovra, arriva la proroga al Bonus Bollette: come cambia?

Manovra, arriva la proroga al Bonus Bollette: come cambia?Manovra, arriva la proroga al Bonus Bollette: come cambia?
Ultimo Aggiornamento:
Advertisement - Pubblicità

Che cosa si intende per proroga al bonus bollette?

Nella Legge di Bilancio 2023 è stata approvata anche la proroga al bonus bollette per luce e gas, che prevede uno sconto in fattura per famiglie in condizione di disagio economico.

Fino alla fine del primo trimestre 2023, infatti, i nuclei famigliari con un reddito ISEE inferiore a 15.000 euro, possono richiedere simili agevolazioni, confermando (almeno per ora) il mantenimento dei benefici di reddito.

Leggi anche “Legge Bilancio 2023, dalla flat tax alle pensioni: le anticipazioni“;

Per ottenere le agevolazioni sulle bollette è necessario presentare ogni anno la DSU (Dichiarazione Sostitutiva Unica), requisito indispensabile per ottenere un’attestazione di ISEE.

Il bonus sociale prevede quindi uno sconto in bolletta sulla fornitura di gas ed energia elettrica, previsto dal Governo soltanto per gli aventi diritto, ovvero per persone in condizioni di disagio fisico oppure economico.

I nuclei famigliari che possono sfruttare queste agevolazioni devono avere un reddito inferiore alla soglia stabilita dallo Stato, collegato anche al numero di figli a carico.

Il bonus sociale per disagio fisico deve essere testimoniato da certificati medici presentati da un CAF abilitato, che comprovi anche l’impiego di apparecchiature elettromedicali e sussidi.

Le finalità del bonus bollette è quello di favorire le famiglie che si trovano in condizioni precarie sia dal punto di vista economico che di salute e che pertanto non dispongono dei mezzi necessari per sopperire alle spese. Una volta ottenuto, l’accesso al bonus bollette si rinnova automaticamente sulle cifre da pagare.

La riduzione sulle spese per elettricità e gas naturale, che era già presente nella Legge di Bilancio 2022, è stata prorogata non soltanto per favorire le famiglie indigenti, ma anche per mantenere basso l’impatto ambientale. Infatti un più oculato utilizzo delle risorse energetiche potrebbe migliorare il rapporto con l’ecosistema.

Secondo le più recenti stime, gli aventi diritto alle agevolazioni sono circa 30.000 utenze domestiche e oltre 6 milioni di utenze non domestiche.

Advertisement - Pubblicità

Come cambia il bonus bollette?

Il Decreto del 27 gennaio 2022 (Decreto Sostegni Ter numero 4) ha emesso un provvedimento pari a 540 milioni di euro, una cifra piuttosto elevata, ma comunque non ancora sufficiente per supportare tutti i nuclei famigliari disagiati.

Rispetto agli anni precedenti, il nuovo bonus punta principalmente sul contenimento delle aliquote per gli oneri generali del sistema, dell’IVA al 5% e sulla possibilità di rateizzare i pagamenti fino a 10 rate mensili. Nel caso della fornitura di gas naturale è previsto poi l’annullamento degli oneri generali sia per la fornitura di gas che di elettricità.

Gli aventi diritto a tali agevolazioni sono:

  • nuclei famigliari con ISEE inferiore a 12.000 euro annui;
  • famiglie con almeno 4 figli a carico;
  • fruitori di pensione minima;
  • fruitori di reddito di cittadinanza.

In questi casi è necessario che uno dei componenti del nucleo famigliare sia intestatario del contratto di fornitura, tenendo conto che è possibile usufruire di un solo bonus per tipologia (fornitura elettrica oppure di gas naturale), secondo il così detto “vincolo di unicità”.

Il Governo Meloni ha approvato l’ultimo intervento di ampliamento delle agevolazioni grazie anche all’introduzione di compensazioni integrative sui bonus ordinari.
Uno dei punti di forza di questo decreto si collega all’innalzamento della soglia dell’ISEE che, dai precedenti 8.265 euro è passata agli attuali 12.000 euro, con probabile ulteriore aumento fino a 15.000 euro.

Ampliando l’accesso alle agevolazioni fiscali da 12.000 a 15.000 euro, questa manovra si configura come una scelta estremamente efficace per sostenere i nuclei famigliari disagiati.

L’ISEE quindi rimane l’unico discriminante per stabilire quali siano gli aventi diritto ai bonus che, contrariamente a quanto sostengono i critici della manovra, possono venire individuati con maggiore precisione.

L’attuale Ministro dell’Economia Giancarlo Giorgetti ha più volte sottolineato come sarebbe più produttivo collegare l’assegnazione dei benefici al reddito, mediante una completa rivisitazione delle modalità.

Secondo tale ipotesi, infatti, l’ISEE non consente di erogare i bonus a tutti gli aventi diritto e pertanto sarebbe opportuno cambiare l’iter.

Leggi anche “Corrente vs Gas in casa: Cosa conviene in questo momento? Come scegliere?“;



Richiedi informazioni per Detrazioni Fiscali, Economia e Finanza, Notizie

Compila il form sottostante: la tua richiesta verrà moderata e successivamente inoltrata alle migliori Aziende del settore, GRATUITAMENTE!

Invia Richiesta

Articoli Correlati

Bonus colonnine domestiche 2024: al via oggi le domandeBonus colonnine domestiche 2024: al via oggi le domande

Bonus colonnine domestiche 2024: al via oggi le domande

08/07/2024 08:59 - Il Ministero delle Imprese e del Made in Italy ha aperto la piattaforma per il Bonus colonnine domestiche, disponibile dal 1° gennaio 2024. Possono beneficiarne persone fisiche e condomìni.
Al via oggi le domande per il Reddito Energetico NazionaleAl via oggi le domande per il Reddito Energetico Nazionale

Al via oggi le domande per il Reddito Energetico Nazionale

05/07/2024 07:09 - Il Reddito Energetico Nazionale sostiene famiglie a basso reddito [..]
Bonus colonnine domestiche 2024: ecco come accedereBonus colonnine domestiche 2024: ecco come accedere

Bonus colonnine domestiche 2024: ecco come accedere

27/06/2024 10:57 - Il Ministero delle Imprese e del Made in Italy, tramite il decreto direttoriale del [..]
Superbonus: solo i crediti d’imposta riscossi configurano la truffaSuperbonus: solo i crediti d’imposta riscossi configurano la truffa

Superbonus: solo i crediti d’imposta riscossi configurano la truffa

25/06/2024 10:59 - La Corte di Cassazione [..]
TAGS: bollette, Bonus Bollette, corrente, energia, gas

Autore: Andrea Dicanto

Autore Andrea Dicanto
Appassionato Progettista esperto nel settore dell'Edilizia, delle Costruzioni e dell'Arredamento. Fin da giovane ho sempre studiato ed analizzato problematiche che vanno dalle questioni statiche di edifici e costruzioni fino al miglior modo di progettare ed arredare gli spazi interni, strizzando l'occhio alle nuove tecnologie soprattutto in ambito sismico.

Leggi tutti i miei articoli | Visita il mio profilo Linkedin

Edilizia.com è online dal 1998, il primo del settore in Italia!