Edilizia.com
Edilizia.com
Home » Condomini » Bilancio condominiale: cos’è e la differenza tra consuntivo e preventivo

Bilancio condominiale: cos’è e la differenza tra consuntivo e preventivo

Bilancio condominiale: cos’è e la differenza tra consuntivo e preventivoBilancio condominiale: cos’è e la differenza tra consuntivo e preventivo
Ultimo Aggiornamento:

Il bilancio condominiale, più correttamente definito come rendiconto condominiale, è una componente essenziale per la corretta gestione di un condominio.

Questo documento, che si basa sulla normativa delineata dall’art. 1130-bis, offre una descrizione dettagliata delle entrate, delle uscite e di ogni altro dato pertinente alla situazione patrimoniale del condominio. La sua funzione principale è quella di consentire una verifica immediata e trasparente delle operazioni effettuate.

Art. 1130-bis.
Rendiconto condominiale

Il rendiconto condominiale contiene le voci di entrata e di uscita ed ogni altro dato inerente alla situazione patrimoniale del condominio, ai fondi disponibili ed alle eventuali riserve, che devono essere espressi in modo da consentire l’immediata verifica. Si compone di un registro di contabilità, di un riepilogo finanziario, nonché di una nota sintetica esplicativa della gestione con l’indicazione anche dei rapporti in corso e delle questioni pendenti.
L’assemblea condominiale può, in qualsiasi momento o per più annualità specificamente identificate, nominare un revisore che verifichi la contabilità del condominio. La deliberazione è assunta con la maggioranza prevista per la nomina dell’amministratore e la relativa spesa e’ ripartita fra tutti i condomini sulla base dei millesimi di proprietà. I condomini e i titolari di diritti reali o di godimento sulle unità immobiliari possono prendere visione dei documenti giustificativi di spesa in ogni tempo ed estrarne copia a
proprie spese. Le scritture e i documenti giustificativi devono essere conservati per dieci anni dalla data della relativa registrazione.

L’assemblea può anche nominare, oltre all’amministratore, un consiglio di condominio composto da almeno tre condomini negli edifici di almeno dodici unità immobiliari. Il consiglio ha funzioni consultive e di controllo.

Qual è il ruolo dell’amministratore di condominio?

L’amministratore di condominio svolge un ruolo cruciale nella gestione del bilancio condominiale. Il suo compito primario è quello di garantire una corretta e trasparente gestione economica del condominio, in conformità con le disposizioni legislative in vigore.

Leggi anche:

Uno degli aspetti più importanti di questo ruolo riguarda la tenuta dei libri contabili e l’elaborazione del bilancio condominiale. L’amministratore deve essere in grado di tracciare tutte le entrate e le uscite del condominio, che devono essere dettagliatamente riportate nel rendiconto condominiale.

Il bilancio condominiale si divide in due parti principali: il bilancio consuntivo e il bilancio preventivo.

Nel bilancio consuntivo, l’amministratore deve riportare tutte le spese effettuate nel corso dell’anno, suddivise per singola voce di spesa e per singola unità immobiliare. Questo documento offre un quadro retrospettivo e dettagliato dell’attività economica del condominio, consentendo ai condomini di comprendere come sono state utilizzate le quote condominiali versate.

Il bilancio preventivo, invece, è un documento prospettico che stima le spese che si prevede di sostenere nell’anno contabile successivo. Questo strumento è fondamentale per pianificare le attività future del condominio e per stabilire l’ammontare delle quote condominiali da versare per l’anno a venire.

Infine, l’amministratore ha il compito di presentare i bilanci in assemblea per l’approvazione dei condomini. Deve essere pronto a rispondere a eventuali domande, a fornire chiarimenti e a discutere i contenuti dei bilanci.

Leggi anche: Deliberazioni in condominio: il singolo può opporsi all’assemblea?

Il bilancio condominiale: consuntivo e preventivo

Il bilancio condominiale rappresenta una parte fondamentale nella gestione di un condominio. Esso permette a tutti i condomini di avere una visione chiara e precisa sulla gestione economica dell’edificio. Si suddivide in due parti principali: il bilancio consuntivo e il bilancio preventivo.

Bilancio Consuntivo

Il bilancio consuntivo è il documento che raccoglie tutte le spese effettuate dal condominio durante l’anno solare. Questo documento è fondamentale perché permette ai condomini di avere una visione trasparente e dettagliata su come sono stati spesi i soldi del condominio.

Ogni spesa viene dettagliatamente riportata e divisa per singola unità immobiliare, in base alle tabelle millesimali. Le spese possono essere suddivise in ordine cronologico o per tipologia, a seconda delle esigenze. L’importante è che ogni spesa sia chiaramente documentata e giustificata.

Bilancio Preventivo

Il bilancio preventivo, invece, è il documento che stima le spese che si prevede di sostenere nell’anno successivo. Esso serve per pianificare le attività del condominio per l’anno a venire, e per stabilire l’ammontare delle quote condominiali che ogni proprietario dovrà versare.

Questo documento viene redatto tenendo conto del bilancio consuntivo dell’anno precedente e delle eventuali variazioni dei costi o delle attività previste. Anche in questo caso, è fondamentale che ogni voce di spesa sia chiaramente specificata e giustificata.

Entrambi i bilanci devono essere approvati dall’assemblea dei condomini. L’approvazione del bilancio consuntivo è un momento fondamentale per rendicontare la gestione passata, mentre quella del bilancio preventivo permette di condividere e concordare i progetti futuri.

I documenti della gestione finanziaria

La gestione finanziaria di un condominio richiede l’uso di alcuni documenti chiave, che consentono di tenere traccia delle operazioni finanziarie e di comunicare in modo trasparente e chiaro con i condomini. Questi documenti includono il registro di contabilità, il riepilogo finanziario e la nota sintetica ed esplicativa.

Registro di Contabilità

Il registro di contabilità è un documento fondamentale per la gestione di un condominio. Esso registra tutte le operazioni finanziarie svolte dall’amministratore per conto del condominio. Questo include tutte le entrate (ad esempio, le quote condominiali versate dai proprietari) e tutte le uscite (ad esempio, i costi per la manutenzione dell’edificio).

Il registro di contabilità fornisce una traccia dettagliata delle attività finanziarie del condominio, contribuendo alla trasparenza e all’accountability dell’amministratore.

Riepilogo Finanziario

Il riepilogo finanziario è un documento che presenta lo stato patrimoniale del condominio. Esso include una descrizione dettagliata dei crediti e dei debiti del condominio, oltre ai fondi di riserva e alla disponibilità di cassa.

Il riepilogo finanziario offre una panoramica completa della situazione finanziaria del condominio, consentendo ai condomini di comprendere il bilancio complessivo e la solvibilità del condominio.

Nota Sintetica ed Esplicativa

La nota sintetica ed esplicativa è un documento che fornisce una sintesi e una spiegazione dei dati finanziari presenti nei due documenti precedenti. In questa nota, l’amministratore di condominio fornisce una descrizione chiara e comprensibile delle operazioni finanziarie svolte, delle decisioni prese e delle eventuali questioni o problematiche emerse.

La nota sintetica ed esplicativa contribuisce alla comprensione e all’interpretazione dei dati finanziari, facilitando la comunicazione tra l’amministratore e i condomini.

In conclusione, la corretta comprensione e gestione del bilancio condominiale, sia esso consuntivo o preventivo, è fondamentale per il buon funzionamento del condominio. Ogni condomino deve avere la possibilità di accedere a queste informazioni, e l’amministratore ha il dovere di garantire la massima trasparenza e accuratezza in ogni fase del processo.

Richiedi informazioni per Condomini, Leggi e Normative, Notizie

Compila il form sottostante: la tua richiesta verrà moderata e successivamente inoltrata alle migliori Aziende del settore, GRATUITAMENTE!

Voglio iscrivermi gratuitamente per avere risposte più veloci!

*Vista l'informativa privacy, acconsento anche alle finalità ivi descritte agli artt. 2.3, 2.4, 2.5. Per limitare il consenso ad una o più finalità clicca qui.

Invia Richiesta

Articoli Correlati

Chi deve pagare l'amministratore di condominio: proprietario o inquilino?Chi deve pagare l'amministratore di condominio: proprietario o inquilino?

Chi deve pagare l'amministratore di condominio: proprietario o inquilino?

22/05/2024 13:03 - La responsabilità del pagamento dell’amministratore di condominio spetta generalmente ai proprietari delle unità immobiliari, salvo accordi specifici con l’inquilino.
Revisione delle tabelle millesimali: cosa dice la legge?Revisione delle tabelle millesimali: cosa dice la legge?

Revisione delle tabelle millesimali: cosa dice la legge?

09/05/2024 09:23 - Il caso esaminato dalla Cassazione mette in luce la complessità della gestione [..]
TAGS: bilancio condominiale, bilancio condominio, bilancio consuntivo, bilancio preventivo

Autore: Andrea Dicanto

Autore Andrea Dicanto
Appassionato Progettista esperto nel settore dell'Edilizia, delle Costruzioni e dell'Arredamento. Fin da giovane ho sempre studiato ed analizzato problematiche che vanno dalle questioni statiche di edifici e costruzioni fino al miglior modo di progettare ed arredare gli spazi interni, strizzando l'occhio alle nuove tecnologie soprattutto in ambito sismico.

Leggi tutti i miei articoli | Visita il mio profilo Linkedin

Edilizia.com è online dal 1998, il primo del settore in Italia!