Ruoli in cantiere: conosciamoli tutti

ruoli cantiere

Gli interventi edilizi richiedono la presenza di vari ruoli all’interno del cantiere. Negli ultimi anni poi, con la rigorosità delle nuove normative in ambito edilizio e la nascita di nuovi criteri da rispettare nelle costruzioni, diventa sempre più necessario che ci siano numerose figure competenti per altrettante mansioni.

Seppur la presenza di diversi ruoli in cantiere sia diventata fondamentale, non è raro vedere tecnici edili svolgere mansioni che spetterebbero ad altri colleghi, per mancanza di risorse o di personale competente.

Di seguito vedremo quali sono le figure edilizie che dovrebbero essere presenti in ogni cantiere edile.

Ruoli in cantiere: ecco chi sono i protagonisti delle costruzioni

Innanzitutto, le figure professionali del cantiere edile, come stabilito dal D. Lgs. 81/08, si dividono tra: figure tecniche e maestranze. Le prime riguardano la gestione direttiva dei lavori, e quindi comprendono i ruoli di coordinazione e direzione. Le maestranze invece rappresentano le figure manuali che si occupano direttamente della costruzione dell’opera.

I ruoli necessari all’interno di un cantiere, considerando l’intero processo edile (tra progetto, costruzione, sicurezza ecc.) sono:

  • Committente, soggetto pubblico o privato che assume l’impresa edile e commissiona il progetto. Seppur il suo ruolo sia più che altro “esterno” al cantiere vero e proprio, egli ha il dovere di verificare che la ditta sia idonea a svolgere le mansioni richieste, e che ogni intervento avvenga nel rispetto della legge. Ha anche il dovere di assicurare ai lavoratori le migliori condizioni e la sicurezza per svolgere i loro ruoli correttamente;
  • Progettista, colui a cui viene assegnato il compito di realizzare il progetto che successivamente verrà realizzato;
  • RUP (Responsabile Unico del Procedimento), maggiormente conosciuto come responsabile dei lavori. La sua presenza diventa obbligatoria quando il committente sceglie di subordinare a qualcun altro il ruolo di coordinatore del cantiere. Se invece il committente decide di occuparsi personalmente di dirigere i lavori, il RUP non è fondamentale;
  • Coordinatore per la progettazione. Colui che deve occuparsi dell’argomento “sicurezza” all’interno del progetto. Deve essere informato sulle normative vigenti in merito, e ha il compito di inserire nel progetto tutti i punti necessari in materia di sicurezza per quanto riguarda lavoratori, costruzione e tutela ambientale;
  • Coordinatore per l’esecuzione dei lavori. Si occupa dell’applicazione in loco di tutte le regole inerenti alla sicurezza disposte dalla figura precedente;
  • Appaltatore o impresa appaltatrice. Ovvero la ditta che prende in carico l’appalto e si occupa di eseguire i lavori. E che quindi firma il contratto con il committente;
  • Capocantiere, ovvero il capo della ditta che ha preso in carico l’appalto. Si occupa di coordinare i suoi dipendenti nell’esecuzione del lavoro;
  • Operai manuali, ovvero dipendenti della ditta incaricata che si occupano direttamente di realizzare la costruzione. Si dividono tra muratori e manovali. I primi sono professionisti d’esperienza che svolgono tale lavoro da tempo. I manovali invece sono gli “apprendisti” che aspirano a diventare muratori;
  • È colui che verifica, sia durante l’esecuzione dell’opera sia quando è conclusa, che la costruzione sia idonea e in regola.



Uretek