Edilizia.com
Edilizia.com
Home » Cantiere » Computo metrico estimativo: cos’è e come si fa

Computo metrico estimativo: cos’è e come si fa

Computo metrico estimativo: cos’è e come si faComputo metrico estimativo: cos’è e come si fa
Ultimo Aggiornamento:

In ambito edilizio il computo metrico estimativo è un documento di fondamentale importanza, in quanto utile per stimare quantità e costi di esecuzione di un’opera edile. Un documento essenziale per la quantificazione di materiali e lavorazioni e anche per definire le spese totali di un progetto.

Di seguito entriamo nel dettaglio dell’argomento per comprendere meglio di cosa si tratta e come fare per redigere un documento del genere.

Computo metrico estimativo: cos’è

Il computo metrico estimativo è dunque il documento utile per la stima dei costi di esecuzione di un’opera edile, un elaborato redatto dal progettista.

In materia di lavori pubblici è un documento obbligatorio dei progetti definitivi, ma molto utilizzato anche nei lavori privati come mezzo contrattuale per regolare al meglio i rapporti tra imprese e committenti.

Il computo metrico estimativo è in concreto il risultato di un processo finalizzato alla determinazione degli importi dei singoli interventi per arrivare all’importo complessivo dei lavori da realizzare.

Leggi anche: Prezzari: la base del computo metrico estimativo

Redatto sulla base di un progetto, il computo metrico estimativo è usato sia dalle imprese incaricate allo svolgimento delle opere edilizie che dai committenti dei lavori stessi. Le imprese in base a questi elaborati hanno l’opportunità di formulare la loro offerta per realizzare i lavori previsti dal progetto e risalire così alle necessità di cantiere per eseguire le opere progettate.

Da parte loro, i committenti grazie agli elaborati di computo metrico estimativo hanno la possibilità di una corretta e attendibile pianificazione finanziaria riguardo agli investimenti da fare per ultimare le opere.

In definitiva, un documento dal quale è difficile prescindere ai fini della realizzazione di un’opera. A differenza del computo metrico semplice, utile per fornire dettagli esclusivamente sulle misurazioni, il computo metrico estimativo infatti riporta anche le spese parziali e complessive.

Computo metrico estimativo: cosa contiene

Il computo metrico estimativo si compone di un elenco con le seguenti voci principali:

  • Descrizione degli interventi da realizzare
    Il documento descrive tutte le lavorazioni necessarie per completare il progetto, specificando le tecniche e i materiali richiesti per ciascuna fase dell’opera.
  • Misure
    Dettaglio delle misurazioni e delle quantificazioni esatte necessarie per la realizzazione delle lavorazioni, che influiscono direttamente sul calcolo delle quantità e dei costi.
  • Quantità dei materiali
    Vengono elencate le quantità esatte di tutti i materiali necessari, come cemento, mattoni, ferro, legno, etc. Questo permette di preventivare i costi e di organizzare la logistica di approvvigionamento.
  • Prezzi unitari
    Per ogni materiale o risorsa impiegata, il computo metrico estimativo specifica il costo per unità. Questo può essere basato su listini prezzi standard, quotazioni di mercato o accordi con fornitori.
  • Sconti
    Applicazione di eventuali sconti commerciali o promozioni sui materiali, sulla manodopera o sul noleggio di attrezzature, che possono ridurre il costo totale del progetto.
  • IVA
    Calcolo dell’Imposta sul Valore Aggiunto applicabile ai vari costi del progetto, sia sui materiali che sulla manodopera, essenziale per determinare il costo finale al committente.

Nella stesura di questo documento diventa importantissimo specificare le unità di misura e misurare con precisione gli ambienti oggetto degli interventi edilizi.

Non meno importante poi è l’aspetto relativo al calcolo dell’IVA perché, alcune volte, spesso per leggerezza, si tende a fare i calcoli senza considerarla. Non considerare l’IVA al momento della stima dei costi di esecuzione di un’opera edile è una grave mancanza.

Computo metrico estimativo: come si fa

Arrivati a questo punto, compreso il concetto e il contenuto di un computo metrico estimativo, è il momento di capire come si fa. Per la sua redazione è necessario agire per fasi e precisamente:

  • classificando le lavorazioni;
  • misurando le lavorazioni;
  • stimando i prezzi unitari.

Il primo passo per redigere il computo metrico estimativo è la classificazione delle lavorazioni in categorie omogenee di lavoro, con il chiaro fine di associare in modo univoco le descrizioni qualitative delle lavorazioni alle precise quantificazioni (misurazioni) e ai prezzi unitari. Classificare le lavorazioni in categorie di lavoro è fondamentale ai fini della stesura del computo metrico estimativo perché con la classificazione viene realizzata la corrispondenza tra le categorie e le parti fisiche dell’opera.

La fase successiva è riconducibile invece alla misurazione delle lavorazioni, cioè alla valutazione della corretta quantità per ciascuna lavorazione utile per eseguire il progetto.

L’ultima fase si concretizza con la stima dei prezzi unitari, un’altra fase determinante ai fini di un fattivo e attendibile computo metrico estimativo. Questa stima dei prezzi avviene con l’attribuzione a ciascuna lavorazione, misurata e descrittiva, di un prezzo unitario. È possibile effettuare tale stima per via sintetica (prezzari e listini) oppure attraverso la via analitica (analisi dei prezzi).

Leggi anche: Superbonus 110%, Computo Metrico: tutto quello che devi sapere

Con l’analisi dei prezzi vengono analizzati gli elementi singoli di una voce, considerando costo unitario e quantità di ogni elemento, per arrivare a un valore unitario della lavorazione singola.

Computo metrico estimativo: benefit

Per capire fino in fondo la reale importanza del computo metrico estimativo è sufficiente risalire al suo fine principale: quello di stimare le spese totali del progetto edilizio. Si tratta di uno strumento essenziale per i seguenti diversi motivi:

  • Preventivi più precisi, il documento fornisce infatti una solida base per dei preventivi attendibili il più possibile. Gli interessati possono usare il computo metrico estimativo per calcolare in maniera dettagliata le spese per i materiali e i costi della mano d’opera da sostenere per la realizzazione dei lavori;
  • Monitoraggio del budget, con l’inizio del progetto questo documento diventa un punto di riferimento costante per monitorare il budget preventivato. In questo caso, il computo metrico estimativo è un alleato contro le brutte sorprese finanziarie;
  • Contenimento degli errori, un corretto computo metrico estimativo contribuisce a prevenire gli sbagli nel pianificare e nell’eseguire gli interventi edilizi. Tutti gli interessati dal progetto hanno come punto di riferimento questo documento, dal quale comprendere con esattezza come muoversi e come rispondere alle precise richieste progettuali;
  • Benefici per i clienti, questi ultimi traggono vantaggi dal computo estimativo perché il documento fotografa in maniera trasparente i costi da sostenere. Per i committenti una maniera opportuna per pianificare efficacemente il budget da investire nei lavori edilizi.

Tutte valide ragioni a testimonianza del fatto, al di là dell’obbligatorietà o meno, che il computo metrico estimativo rappresenti un punto di riferimento per tutte le parti coinvolte nel progetto edilizio.

Richiedi informazioni per Cantiere, Guide, Notizie

Compila il form sottostante: la tua richiesta verrà moderata e successivamente inoltrata alle migliori Aziende del settore, GRATUITAMENTE!

Voglio iscrivermi gratuitamente per avere risposte più veloci!

*Vista l'informativa privacy, acconsento anche alle finalità ivi descritte agli artt. 2.3, 2.4, 2.5. Per limitare il consenso ad una o più finalità clicca qui.

Invia Richiesta

Articoli Correlati

Patente a punti cantiere: come funziona e quando è obbligatoriaPatente a punti cantiere: come funziona e quando è obbligatoria

Patente a punti cantiere: come funziona e quando è obbligatoria

10/06/2024 08:26 - E' in vigore dallo scorso 1 maggio la patente a punti per i cantieri. Si tratta di un sistema di certificazione che classifica le imprese e i lavoratori autonomi la cui attività si svolge nei cantieri.
Cantieri di Roma in tempo reale: nasce il portale dedicatoCantieri di Roma in tempo reale: nasce il portale dedicato

Cantieri di Roma in tempo reale: nasce il portale dedicato

18/03/2024 09:59 - Romasitrasforma.it è il nuovo portale che permette ai cittadini di seguire i [..]
PNRR e sicurezza edilizia: l'introduzione della patente a puntiPNRR e sicurezza edilizia: l'introduzione della patente a punti

PNRR e sicurezza edilizia: l'introduzione della patente a punti

28/02/2024 09:19 - L'approvazione del decreto-legge che introduce la "patente a punti" per imprese e [..]
TAGS: computo metrico, computo metrico estimativo

Autore: Andrea Dicanto

Autore Andrea Dicanto
Appassionato Progettista esperto nel settore dell'Edilizia, delle Costruzioni e dell'Arredamento. Fin da giovane ho sempre studiato ed analizzato problematiche che vanno dalle questioni statiche di edifici e costruzioni fino al miglior modo di progettare ed arredare gli spazi interni, strizzando l'occhio alle nuove tecnologie soprattutto in ambito sismico.

Leggi tutti i miei articoli | Visita il mio profilo Linkedin

Edilizia.com è online dal 1998, il primo del settore in Italia!