Progettazione BIM: ruoli principali e relative mansioni

bim

La progettazione BIM è quello strumento finalizzato a contenere tutte le informazioni relative a progetto e costruzione di un immobile. Abbiamo già trattato l’argomento diverse volte, per esempio nell’articolo “BIM: cos’è e cosa significa” o nell’articolo “Obblighi elettronici per il settore edilizia: cos’è il Decreto BIM”.

Non si tratta quindi di nuove modalità di costruzione o di progettazione, infatti il BIM non serve a riprogettare una struttura. Ma si concentra unicamente sul rendere tale struttura più funzionale, semplice e trasmissibile, tramite una vasta raccolta di dati digitali.

Vediamo quali sono i ruoli e le mansioni nell’ambito della progettazione BIM.

Progettazione BIM: digitalizzazione e ottimizzazione

La progettazione BIM è stata istituita con il DM 560 del 1/12/2017. Ed è entrata in vigore, con funzione obbligatoria, all’inizio del 2019.

Come accennavamo, non costituisce delle nuove tecniche in ambito edilizio, ma semplicemente rende più efficaci e funzionali quelle già esistenti, introducendo l’obbligo di utilizzare gli strumenti digitali.

Questa sorta di “ampliamento” dell’ambito delle progettazioni e delle costruzioni, ha inevitabilmente portato allo sviluppo di nuove figure professionali, e di nuove mansioni attribuibili ad esse.

BIM Manager: la figura principale

Il ruolo ritenuto più importante nella progettazione BIM è quella del BIM Manager.

Essendo un manager, il suo ruolo è quello di coordinare l’attività degli altri operai e dirigere le operazioni lavorative. È un esperto di tutti i processi riguardanti la progettazione BIM, sa gestire il flusso di lavoro e sa applicare ogni tecnica del settore.

I suoi compiti sono:

  • Organizzazione completa del progetto BIM (o BIM Execution Plan);
  • Coordinazione e gestione del personale;
  • Responsabilità di controllare che gli accordi stabiliti sul progetto vengano rispettati da tutti i collaboratori coinvolti.

Model Manager: figura di supporto alla progettazione tecnica

Il Model Manager lavora a stretto contatto con il BIM Manager, per il quale rappresenta una sorta di assistente. È in grado di supportare la figura professionale principale nelle sue mansioni, in quanto è un esperto nell’utilizzo dei software BIM e, più generalmente, dell’uso delle tecniche digitali.

Il Model Manager si occupa di gestire le parti “più tecniche” del progetto. La sua esperienza nell’uso degli organi digitali e computerizzati gli consente di supportare tutte le fasi progettuali e di sviluppo previste dalla progettazione BIM.

Le mansioni di questa figura sono:

  • Collaborazione attiva ai processi di progettazione, a supporto del BIM Manager;
  • Progettazione e manutenzione del modello BIM;
  • Installazione del progetto BIM;
  • Coordinazione degli sviluppi del modello.



BIM Coordinator: figura di supporto per verifiche e affidabilità

La terza figura che di solito ha un ruolo attivo nelle progettazioni BIM è il BIM Coordinator. Il suo ruolo principale è quello di verificare, controllare e prevedere tutte le tecniche di lavoro che possono semplificare il più possibile il progetto, sia nella sua fase iniziale che in quella avanzata.

Le sue competenze sono relative ad un ruolo prettamente tecnico, che gli conferisce la responsabilità di gestire tutto ciò che riguarda il protocollo di verifica del modello. Tale ruolo è fondamentale per assicurare che tutte le fasi del progetto, e il progetto stesso, siano condotte con la massima affidabilità e comprensione.

Il BIM Coordinator si occupa anche di gestire i rapporti con le aziende per cui il team di progettazione lavora. Le sue principali mansioni riguardano la gestione dei dati tridimensionali, che devono essere comprensibili ad ogni settore coinvolto nella realizzazione dell’opera.




  Tags:
  Categorie:
Uretek