Prezzario Emilia Romagna


Il Prezzario delle Opere Edili ed Impiantistiche dell’Emilia Romagna è composto da due files.
Il primo riporta la delibera dello stesso con tutte le voci ed i capitoli, il secondo file invece è l’insieme delle singole voci in un comodo file xls.

Da notare che nella delibera è fatto riferimento al sisma del 2012 come discriminante per la rilevazione dei prodotti da utilizzare e/o prendere come riferimento.

L’Elenco regionale dei prezzi delle opere pubbliche e di difesa del suolo della Regione EmiliaRomagna, è stato predisposto in ottemperanza all’art. 33 della Legge Regionale 28 ottobre 2016, n. 18 nelle modalità previste dall’art. 23, comma 7, del Decreto legislativo 18 aprile 2016, n. 50, insieme al Provveditorato Interregionale per le Opere Pubbliche per la Lombardia e l’Emilia-Romagna.

I prezzi riportati nei singoli capitoli sono da intendersi riferibili alle opere compiute e sono riferiti ad opere e prestazioni eseguite a regola d’arte, secondo le norme di legge e le normative tecniche applicabili degli Enti Normatori nazionali (UNI e CEI) ed Internazionali. I costi della mano d’opera edile, indicati nel relativo capitolo introduttivo, sono utilizzati nella determinazione dei prezzi delle singole voci d’opera, con riferimento alla relativa incidenza percentuale e sono stimati sulla base delle tabelle determinate dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali con D.D. n.23/2017, secondo le indicazioni riportate all’art. 23, comma 16, del Dlgs 18 aprile 2016, n. 50, con riferimento alle province dell’Emilia Romagna.

Detti costi non possono in nessun modo essere considerati alla base di rivendicazioni di natura contrattuale, le quali trovano specifico riferimento esclusivo nei contratti vigenti dei relativi contesti territoriali, né possono essere utilizzati per la determinazione di compensi orari. I prezzi delle varie categorie d’opera comprendono il costo dei materiali e della manodopera oltre al costo
dei noli e dei trasporti se necessari alla realizzazione dell’opera. Si precisa che, in ottemperanza alle vigenti norme, i prezzi delle varie categorie d’opera comprendono i compensi per le spese generali e l’utile dell’Esecutore, riguardanti gli oneri derivanti da una conduzione organizzata e tecnicamente qualificata del cantiere nella misura del 26,50% sul costo complessivo (le spese generali incidono per il 15% e l’utile incide per il 10%, incrementato delle spese generali).

Al fine di ottemperare a quanto dispone l’allegato XV del D.Lgs. n. 81/2008,  èl capitolo relativo agli oneri ed apprestamenti per la sicurezza nei cantieri in base al quale gli oneri per la sicurezza che vanno determinati analiticamente e non sono soggetti a ribasso d’asta.

Rispetto alla versione precedente, l’aggiornamento 2018, presenta una significativa modifica strutturale, derivante dall’integrazione con l’Elenco regionale dei prezzi per lavori e servizi in materia di difesa del suolo, della costa e bonifica, indagini geognostiche, rilievi topografici e sicurezza, la cui ultima edizione (annualità 2017) è stata approvata con DGR 13 dicembre 2016, n. 2185.

Ciò ha comportato la riformulazione della relativa sezione C04, unitamente alla sistematica revisione delle voci d’opera di pertinente interesse, distribuite nelle diverse sezioni dell’Elenco regionale dei prezzi.

Sono poi state apportate le seguenti principali modifiche:

  • è stato creato ex novo il capitolo A23 Carpenterie Metalliche nel quale sono state inserite le voci relative agli elementi strutturali in acciaio;
  • sono state modificate le declinazioni delle voci d’opera relative a elementi strutturali presenti nei capitoli A03 Malte, Conglomerati Cementizi, Casseforme e Acciaio per cemento armato e A23 Carpenterie Metalliche;
  • sono state aggiornate le voci relative ai cavi elettrici in conformità al relativo Regolamento sui Prodotti da Costruzione UE 305/2011, la cui applicabilità è divenuta obbligatoria dal 1 luglio 2017.

 

2018 (valido anche per il 2019)

 

Fonte



Condividi 'Prezzario Emilia Romagna' con le persone che conosci!