Superbonus 110%: dal 1° ottobre obbligatorio lo SPID

superbonus SPID


Come sappiamo, le novità in tema di Superbonus 110% sono sempre tante e in continuo aggiornamento. L’ultimo cambiamento questa volta riguarda le modalità di accesso al portale ENEA, dal quale i tecnici asseveratori si registrano al sito e aggiornano le pratiche per accedere al maxi-bonus.

A partire dal 1° ottobre 2021, l’accesso al portale ENEA, sia per quanto riguarda le pratiche del Superbonus 110% che quelle relative al Bonus Ristrutturazioni e all’Ecobonus tradizionale, potrà avvenire esclusivamente tramite SPID.

Anche l’ENEA dunque aggiorna le sue disposizioni per adeguarle alla nuova era, così come tutti gli enti statali, perché tra non molto l’identità digitale sarà l’unico mezzo di riconoscimento concesso sui portali amministrativi.

Advertisement - Pubblicità


Superbonus 110%: SPID dal 1° ottobre, ma c’è un tempo di transizione

L’annuncio arriva direttamente dall’Agenzia Nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile (ENEA), che il 2 settembre ha divulgato l’avviso ufficiale (qui per consultarlo).

Dal 1° ottobre quindi, l’unico modo di accedere ai servizi sul portale ENEA per tutto ciò che riguarda il Superbonus 110%, l’Ecobonus e il Bonus Ristrutturazioni (richieste, consultazione pratiche e asseverazioni, aggiornamenti ecc.), sarà obbligatorio avere lo SPID, ovvero l’identità digitale.

L’annuncio è arrivato improvviso, ma non c’è da preoccuparsi. Infatti, per consentire agli asseveratori di adeguarsi alle nuove disposizioni, l’ENEA ha previsto un periodo di “transizione”, dal 1° settembre 2021 al 30 settembre 2021.

Advertisement - Pubblicità


Superbonus, Ecobonus, Bonus Ristrutturazioni con SPID: istruzioni, migrazione, contatti

In sostanza, fino al 30 settembre, oltre all’accesso con SPID, per tutti gli utenti già registrati rimarranno valide anche le credenziali e le modalità di accesso precedenti. Attenzione però, perché tutti i nuovi utenti che invece effettueranno l’accesso per la prima volta, potranno farlo solo tramite Identità Digitale anche nel periodo di transizione.

In particolare, dal 1 settembre al 30 settembre:

  1. I nuovi account di tipo “Asseveratore” potranno registrarsi al portale solo tramite SPID;
  2. Tutti gli account di tipo “Asseveratore” già registrati prima del 1° settembre, potranno:
    • Continuare ad accedere al servizio utilizzando le vecchie credenziali fino al 30 settembre;
    • Eseguire l’operazione di migrazione delle pratiche già presentate per passare all’accesso solo tramite SPID.

A partire dal 1° ottobre 2021 invece:

  1. I nuovi account di tipo “Asseveratore” potranno registrarsi al portale solo tramite SPID;
  2. Gli account di tipo “Asseveratore” già registrati saranno obbligati ad eseguire la migrazione all’accesso con SPID per poter continuare ad utilizzare i servizi e consultare le pratiche.

Una volta effettuata la migrazione, l’account precedente non sarà più in funzione, e l’Area Personale sarà accessibile solo tramite credenziali SPID.

Effettuare la migrazione del proprio account è molto semplice.

Il primo passo sarà accedere al portale utilizzando le vecchie credenziali. Una volta entrati nella propria Area Personale, nel menù a sinistra si potrà vedere come ultima voce “Migra Asseverazioni”.

Cliccando sull’opzione, verrà chiesto nuovamente all’utente di inserire le sue vecchie credenziali. Una volta inserite, il portale invierà all’indirizzo e-mail di riferimento un codice, che dovrà essere riportato sulla stessa pagina. Concluso tale processo, la migrazione sarà avvenuta con successo.

Per chi avesse necessità di istruzioni più precise sulla migrazione e sul nuovo accesso obbligatorio tramite SPID, è possibile: