L’aria condizionata è stata superata: le nuove case hanno la ventilazione meccanica

casa ventilata
Condividi!

Abbiamo sempre pensato che per mantenere un buon livello di aria salubre all’interno della casa, fosse sufficiente spalancare porte e finestre un’oretta al giorno, e poi accendere il condizionatore nelle ore più calde, barricandoci di conseguenza in casa. La scoperta della ventilazione meccanica però si appresta a cambiare totalmente in modo che avevamo di vedere l’aria condizionata e il benessere della casa, e di risolvere tanti problemi ignorati finora.

La tua casa è un luogo sicuro?

Nel momento in cui non arieggiamo e ventiliamo la casa nella maniera giusta, l’umidità porta i batteri a proliferare, dando vita a delle sostanze altamente inquinanti per il corpo umano. L’aria che respiriamo dentro la nostra casa può contenere un numero di sostanze dannose 5 volte maggiore di quelle che possiamo trovare all’aperto.

Il problema ha iniziato ad aggravarsi parecchio negli ultimi decenni, in quanto lo sviluppo edilizio ha portato ad un radicale cambiamento nelle strutture di costruzione. Fino ad ora infatti, gli edifici non erano dotati di un sistema isolante tale dal contenere le dispersioni termiche. Questo causava un aumento vertiginoso di umidità in casa, che alimentava i batteri e le spore, portando malesseri e malattie agli abitanti.

Il condizionatore, pur fungendo anche da purificatore dell’aria, non ha i mezzi, né la potenza adatta per depurare il luogo interamente, e inoltre non riesce ad arrestare le dispersioni termiche.

La nuova prospettiva della ventilazione meccanica centralizzata

Da qui è nato il sistema centralizzato della VMC (ventilazione meccanica controllata), che dovrebbe dare vita ad un reale cambiamento nel mondo della costruzione edilizia. Il nuovo sistema darà la possibilità di ventilare gli spazi chiusi, arieggiando il luogo senza il pericolo di dispersioni. Forzerà un ricambio d’aria e assorbirà tutti gli agenti inquinanti presenti.

Le case e gli edifici di nuova generazione infatti, soprattutto quelli di classe A e quelli in legno e acciaio, saranno progettati per essere come degli involucri che isolano la casa dall’esterno in maniera sempre più efficace.

Tutto ciò però, non servirà solamente al ricambio dell’aria, il sistema VMC infatti, contribuirà anche in termini di efficienza energetica. Il calore contenuto nell’aria inquinata infatti, verrà riutilizzato secondo le esigenze della casa, ad esempio per l’avvio dell’impianto di riscaldamento. Se si prendono nel complesso tutti i vantaggi di un sistema come questo, si potrà notare un ingente diminuzione degli importi in bolletta, fino al 30%.

Per quanto riguarda gli edifici da ristrutturare, spesso non ci sarà possibilità di installare in questi un sistema centralizzato. In questo caso si potrà pensare ai sistemi decentralizzati, che sono comunque efficienti.




  Tags:
  Categorie: