Edilizia.com
Edilizia.com
Home » Leggi e Normative » Caduta in condominio: attenzione ai tombini!

Caduta in condominio: attenzione ai tombini!

Caduta in condominio: attenzione ai tombini!Caduta in condominio: attenzione ai tombini!
Ultimo Aggiornamento:

La vita in condominio comporta non solo la condivisione di spazi, ma anche la condivisione di responsabilità, in particolare quando si tratta della custodia delle parti comuni.

Un esempio emblematico di questa realtà è stato recentemente messo in luce dalla sentenza n. 8338 del 26 ottobre 2023 del Tribunale di Milano, che ha trattato un caso di infortunio causato da un difetto nella manutenzione delle aree comuni.

Il contesto normativo e il caso in esame

Secondo l’articolo 2051 del codice civile, il condominio ha la responsabilità oggettiva per i danni derivanti da omessa custodia delle parti comuni.

Art. 2051 Codice Civile
Danno cagionato da cosa in custodia
Ciascuno e’ responsabile del danno cagionato dalle cose che ha in custodia, salvo che provi il caso fortuito.

Questa norma si applica in una varietà di situazioni, dalle infiltrazioni del tetto alla caduta di piastrelle.

Leggi anche: Manutenzione e ricostruzione in condominio: chi paga per soffitti e lastrici?

Il caso specifico trattato dal Tribunale di Milano riguardava una donna che ha subito una brutta caduta a causa di un tombino mal posizionato nel cortile di un condominio.

Ma cosa è successo esattamente? Vediamo i dettagli dell’incidente.

La donna, dopo aver visitato sua madre in un condominio, inciampò su una sporgenza di un tombino, cadendo e riportando lesioni. Il tombino, essendo di forma quadrata e realizzato con le stesse pietre della pavimentazione, era difficilmente distinguibile e quindi pericoloso.

La vittima ha richiesto un risarcimento per le spese mediche, i danni fisici subiti e il danno morale.

Il condominio, costituitosi in giudizio, ha cercato di attribuire la colpa dell’incidente alla donna, sostenendo che avrebbe dovuto essere più attenta. Tuttavia, il Tribunale ha ribadito che, secondo l’articolo 2051, la responsabilità del condominio non dipende dalla dimostrazione di una condotta negligente da parte della vittima, ma piuttosto dal rapporto di custodia della cosa che ha causato il danno.

La donna è riuscita a dimostrare il nesso causale tra il tombino e le sue lesioni attraverso testimonianze e documentazione fotografica. Il Tribunale ha riconosciuto che la pericolosità del tombino era intrinseca, data la sua conformazione e il dislivello rispetto al piano di calpestio.

Di conseguenza, è stata ritenuta insufficiente la conoscenza del luogo da parte della vittima per esonerare il condominio dalla sua responsabilità.

Scarica la sentenza n. 8338 del 26 ottobre 2023 del Tribunale di Milano

Conclusioni e implicazioni

Questa sentenza sottolinea l’importanza della manutenzione e della sicurezza nelle aree comuni dei condomini. La responsabilità del condominio in questi casi è oggettiva, e la sua difesa non può basarsi semplicemente sull’asserita negligenza della parte danneggiata.

È fondamentale che i condomini siano consapevoli delle loro responsabilità e agiscano proattivamente per prevenire incidenti e garantire la sicurezza dei residenti e dei visitatori.

In conclusione, il caso del Tribunale di Milano offre un prezioso spunto di riflessione per i condomini e i loro amministratori, ribadendo la necessità di una vigilanza attenta e di un’adeguata manutenzione delle parti comuni per prevenire possibili contenziosi e garantire la sicurezza di tutti.

Richiedi informazioni per Condomini, Leggi e Normative, Notizie

Compila il form sottostante: la tua richiesta verrà moderata e successivamente inoltrata alle migliori Aziende del settore, GRATUITAMENTE!

Voglio iscrivermi gratuitamente per avere risposte più veloci!

*Vista l'informativa privacy, acconsento anche alle finalità ivi descritte agli artt. 2.3, 2.4, 2.5. Per limitare il consenso ad una o più finalità clicca qui.

Invia Richiesta

Articoli Correlati

Decreto Superbonus è legge: ecco come funziona nel 2024Decreto Superbonus è legge: ecco come funziona nel 2024

Decreto Superbonus è legge: ecco come funziona nel 2024

21/02/2024 10:30 - Con l'approvazione definitiva del decreto Superbonus, si conclude l'era dell'incentivo al 110% per i lavori di efficientamento energetico, introducendo una detrazione ridotta al 70% dal 2024.
Bacheca condominiale: cosa non si può pubblicare?Bacheca condominiale: cosa non si può pubblicare?

Bacheca condominiale: cosa non si può pubblicare?

15/02/2024 09:00 - La gestione della privacy in ambito condominiale, guidata dal GDPR e dalle sentenze [..]
Installare un gazebo in condominio: norme e procedureInstallare un gazebo in condominio: norme e procedure

Installare un gazebo in condominio: norme e procedure

12/02/2024 08:28 - L'installazione di un gazebo in contesto condominiale richiede una pianificazione [..]
TAGS: condominio, manutenzione condominio, risarcimento danni, tombino

Autore: Andrea Dicanto

Autore Andrea Dicanto
Appassionato Progettista esperto nel settore dell'Edilizia, delle Costruzioni e dell'Arredamento. Fin da giovane ho sempre studiato ed analizzato problematiche che vanno dalle questioni statiche di edifici e costruzioni fino al miglior modo di progettare ed arredare gli spazi interni, strizzando l'occhio alle nuove tecnologie soprattutto in ambito sismico.

Leggi tutti i miei articoli | Visita il mio profilo Linkedin

Edilizia.com è online dal 1998, il primo del settore in Italia!