Edilizia.com
Edilizia.com
Home » Energie Rinnovabili » Comunità Energetiche Rinnovabili: via libera da Bruxelles al decreto CER

Comunità Energetiche Rinnovabili: via libera da Bruxelles al decreto CER

Comunità Energetiche Rinnovabili: via libera da Bruxelles al decreto CERComunità Energetiche Rinnovabili: via libera da Bruxelles al decreto CER
Ultimo Aggiornamento:

La Commissione europea ha recentemente dato il suo benestare al decreto italiano che incentiva l’autoconsumo di energia da fonti rinnovabili (Decreto CER). Questa iniziativa si inserisce nell’ambito del dispositivo per la ripresa e la resilienza (RRF) e mira a sostenere gli obiettivi del Green Deal europeo.

Il Ministro dell’ambiente e della sicurezza energetica, Gilberto Pichetto, ha accolto con entusiasmo questa decisione, vedendola come una svolta storica nel rapporto tra cittadini e energia.

“Siamo di fronte a una svolta, a una nuova fase storica nel rapporto tra cittadini ed energia.  Ora le Comunità energetiche rinnovabili potranno diventare una realtà diffusa nel Paese, sviluppando le fonti rinnovabili e rendendo finalmente il territorio protagonista del futuro energetico nazionale.

Grazie alle Comunità energetiche, infatti, ciascun cittadino potrà contribuire alla produzione di energia rinnovabile, e averne i benefici economici derivanti dall’autoconsumo, pur non disponendo direttamente degli spazi necessari alla realizzazione degli impianti FER”

Le Comunità Energetiche Rinnovabili (CER) in Italia possono ora espandersi, portando lo sviluppo delle fonti rinnovabili e rendendo il territorio un protagonista attivo nel panorama energetico nazionale. I cittadini, anche senza possedere spazi adeguati per gli impianti, avranno la possibilità di contribuire alla produzione di energia rinnovabile e godere dei vantaggi economici derivanti dall’autoconsumo.

Advertisement - Pubblicità

Dettagli del decreto e le sue implicazioni

Il decreto si articola in due misure principali: un’incentivazione tariffaria per l’energia rinnovabile prodotta e condivisa, e un contributo a fondo perduto.

  • Tariffa Vantaggiosa: Viene offerta una tariffa vantaggiosa per l’energia elettrica consumata dagli autoconsumatori e dalle comunità energetiche rinnovabili. Questa misura, con un budget di 3,5 miliardi di euro, sarà finanziata attraverso un prelievo sulle bollette dell’energia elettrica.
  • Sovvenzione agli Investimenti: Una sovvenzione coprirà fino al 40% dei costi ammissibili, con un budget totale di 2,2 miliardi di euro, finanziata tramite il RRF. I progetti ammissibili devono diventare operativi entro il 30 giugno 2026 e essere situati in comuni con meno di cinquemila abitanti.

La potenza finanziabile ammonta a cinque Gigawatt, con una scadenza fissata al 2027. Un focus particolare è posto sulle CER nei comuni con meno di 5.000 abitanti, per i quali è previsto un contributo a fondo perduto fino al 40% dei costi ammissibili.

Questo aspetto del decreto, finanziato con 2,2 miliardi dal PNRR, punta a generare almeno 2 Gigawatt di potenza. Le tecnologie rinnovabili coperte dal decreto includono il fotovoltaico, eolico, idroelettrico e biomasse. Destinatari di questo provvedimento sono gruppi di cittadini, condomìni, piccole e medie imprese, enti locali, cooperative, associazioni ed enti religiosi, con una potenza massima per impianto fissata a un Megawatt.

Advertisement - Pubblicità

Il ruolo del GSE e la procedura di attuazione

Il GSE (Gestore dei Servizi Energetici) avrà il compito di gestire l’implementazione di questa misura. Sarà responsabile per valutare l’accesso ai benefici, erogare gli incentivi e, su richiesta, verificare l’ammissibilità dei progetti in fase preliminare.

Per formare una CER, è necessario identificare l’area adatta per l’impianto, stabilire una cabina primaria e redigere un atto costitutivo incentrato sui benefici ambientali, economici e sociali. La decisione della Commissione Europea sottolinea il ruolo pionieristico dell’Italia nel settore delle energie rinnovabili, promuovendo un approccio sostenibile e partecipativo a livello europeo.



Richiedi informazioni per Economia e Finanza, Energie Rinnovabili, Notizie

Compila il form sottostante: la tua richiesta verrà moderata e successivamente inoltrata alle migliori Aziende del settore, GRATUITAMENTE!

Invia Richiesta

Articoli Correlati

Fotovoltaico da balcone: come funziona, i permessi e gli incentivi per il 2024Fotovoltaico da balcone: come funziona, i permessi e gli incentivi per il 2024

Fotovoltaico da balcone: come funziona, i permessi e gli incentivi per il 2024

01/07/2024 08:51 - Il fotovoltaico da balcone, rispetto a quello tradizionale su tetto, è più facile da installare e più semplice da connettere alla rete elettrica. Ma come funzionano, quali permessi richiedere e quali incentivi sono previsti per i fotovoltaici da balcone?
Reddito Energetico: domande dal 5 luglio, incentivi fino a 3.500€Reddito Energetico: domande dal 5 luglio, incentivi fino a 3.500€

Reddito Energetico: domande dal 5 luglio, incentivi fino a 3.500€

24/06/2024 09:47 - Il Reddito Energetico [..]
Scambio sul Posto: cos'è, come funziona e le novità per il 2024Scambio sul Posto: cos'è, come funziona e le novità per il 2024

Scambio sul Posto: cos'è, come funziona e le novità per il 2024

20/06/2024 08:27 - Lo Scambio sul Posto è [..]
TAGS: CER, Comunità Energetiche Rinnovabili, decreto CER

Autore: Andrea Dicanto

Autore Andrea Dicanto
Appassionato Progettista esperto nel settore dell'Edilizia, delle Costruzioni e dell'Arredamento. Fin da giovane ho sempre studiato ed analizzato problematiche che vanno dalle questioni statiche di edifici e costruzioni fino al miglior modo di progettare ed arredare gli spazi interni, strizzando l'occhio alle nuove tecnologie soprattutto in ambito sismico.

Leggi tutti i miei articoli | Visita il mio profilo Linkedin

Edilizia.com è online dal 1998, il primo del settore in Italia!