MIUR: 855 milioni per edilizia scolastica, tempo fino al 29 maggio

edilizia scolastica

“Abbiamo predisposto il decreto di assegnazione di 855 milioni per la messa in sicurezza e l’efficientamento energetico delle scuole secondarie di secondo grado, come previsto dalla legge di bilancio per il 2020”.

Lucia Azzolina, Ministra dell’Istruzione, rende pubblici tutti i dati degli stanziamenti riservati agli istituti scolastici quest’anno. E promette che, nonostante la grave crisi che stiamo vivendo a causa del Coronavirus, la scuola e gli studenti non sono e non saranno dimenticati.

A marzo è avvenuto il primo stanziamento, pari a ben 510 milioni di euro destinati alla messa in sicurezza e alla riqualificazione energetica degli istituti scolastici. Qualche settimana fa, Azzolina ha fatto sapere che altri 320 milioni di euro sono stati distribuiti alle Regioni, al fine di autorizzare l’inizio degli interventi già per i primi di giugno.

Azzolina: “garantire massima sicurezza e continuità didattica”

Cifre non indifferenti quelle messe a disposizione dal Governo in favore delle scuole. La ministra dell’Istruzione tiene a ricordare come gli accordi scritti sulla Legge di Bilancio 2020 siano stati del tutto rispettati, nonostante questi mesi per l’Italia si siano rivelati a dir poco difficili da gestire.

Azzolina afferma infatti:

Stiamo lavorando affinché ai nostri studenti sia sempre garantita la massima sicurezza e la continuità didattica in conformità ai diritti, costituzionalmente garantiti, alla salute e all’istruzione. Dobbiamo continuare a lavorare sul fronte dell’edilizia scolastica e della messa in sicurezza, guardando al futuro. Abbiamo bisogno di strutture che possano accogliere al meglio i nostri studenti”.

È intervenuta poi anche la Vice Ministra Anna Ascani, dichiarando che questi fondi saranno erogati direttamente agli enti locali. Ovviamente tenendo conto delle situazioni di urgenza e delle varie condizioni degli istituti nelle diverse regioni.

Ripartizione dei 320 milioni alle Regioni

In seguito alla notizia dello stanziamento di ulteriori 320 milioni dedicati alla messa in sicurezza e alla riqualificazione energetica degli istituti scolastici, è diventata pubblica anche la tabella sulla ripartizione di questi ultimi fondi alle regioni.

Eccola di seguito:

  • Abruzzo: 11.032.723,63 euro;
  • Basilicata: 6.104.688,36 euro;
  • Calabria: 17.318.854,84 euro;
  • Campania: 32.190.459,87 euro;
  • Emilia-Romagna: 20.387.478,91 euro;
  • Friuli-Venezia Giulia: 7.928.822,04 euro;
  • Lazio: 26.385.648,73 euro;
  • Liguria: 7.126.559,83 euro;
  • Lombardia: 41.989.804,22 euro;
  • Marche: 10.008.774,78 euro;
  • Molise: 3.391.512,46 euro;
  • Piemonte: 21.513.653,32 euro;
  • Puglia: 21.174.884,04 euro;
  • Sardegna: 11.003.081,24 euro;
  • Sicilia: 29.459.756,29 euro;
  • Toscana: 19.515.775,86 euro;
  • Umbria: 7.106.115,90 euro;
  • Valle D’Aosta: 1.715.804,16 euro;
  • Veneto: 24.645.601,52 euro.

Le Regioni avranno tempo fino al 29 maggio 2020 per inviare al Ministero dell’Istruzione l’elenco degli interventi da finanziare.




Uretek