Edilizia.com
Edilizia.com
Home » Economia e Finanza » Rimborso credito nel 730: si può recuperare in caso di decesso?

Rimborso credito nel 730: si può recuperare in caso di decesso?

Rimborso credito nel 730: si può recuperare in caso di decesso?Rimborso credito nel 730: si può recuperare in caso di decesso?
Ultimo Aggiornamento:

Se un contribuente che ha diritto ad un rimborso del credito risultante dal suo modello 730 precompilato, dovesse venire a mancare prima di poter ricevere tale rimborso, gli eredi hanno diritto al recupero della somma.

Il punto è stato specificato dalle Entrate con la recente pubblicazione di un quesito sul portale FiscoOggi.

Approfondiamo di seguito.

Rimborso credito 730: erede può recuperarlo?

Nel quesito posto, un contribuente chiede in particolare di poter recuperare il rimborso di un credito, risultante dal Modello 730/2022, spettante alla madre, deceduta a luglio 2022.

Si fa sapere a questo proposito che si tratta di un credito dovuto dall’INPS, e che il Modello 730 da cui risulta il rimborso è stato presentato dalla madre prima del decesso.

Il contribuente chiede dunque, in qualità di unico erede, se il rimborso dovuto alla madre deceduta possa essere corrisposto a lui, indicandolo nella propria dichiarazione dei redditi.

Certificazione Unica INPS: cos’è, come ottenerla

L’Agenzia delle Entrate fa presente innanzitutto che un credito spettante, non rimborsato dall’INPS, può essere normalmente visualizzato nella Certificazione Unica, rilasciata dall’istituto a tutti i contribuenti interessati.

Il documento viene predisposto per certificare gli importi corrisposti dall’INPS, nell’anno d’imposta di riferimento, ai titolari di prestazioni:

  • Pensionistiche;
  • Previdenziali;
  • Assistenziali;
  • A sostegno del reddito.

La CU è disponibile online a partire dal 16 marzo di ogni anno mediante accesso al servizio “Fascicolo previdenziale del cittadino”, disponibile nella propria Area Riservata sul sito dell’INPS.

In particolare, per quanto riguarda le somme corrisposte nel corso del 2022, e quindi nella CU 2023, i crediti spettanti sono indicati:

  • Al punto 64 per l’IRPEF;
  • Al punto 74 per l’addizionale regionale;
  • Al punto 84 per l’addizionale comunale.

Recupero rimborso da parte dell’erede: come si procede

Se, come nel caso del quesito, un contribuente dovesse venire a mancare prima di ricevere il rimborso INPS spettante – e quindi l’istituto non avesse potuto erogare il credito derivante dal Modello 730 precompilato – l’erede avrà diritto a ricevere la somma al posto del deceduto.

Il rimborso del credito, tuttavia, non dovrà essere indicato nella dichiarazione dello stesso erede, ma nella dichiarazione che l’erede presenterà quest’anno per conto della madre deceduta.

Nello specifico:

  • Se si compila il Modello 730/2023, l’importo spettante dovrà essere indicato nel “QUADRO F – Acconti, ritenute, eccedenze e altri dati”, in corrispondenza del Rigo F3, “Sezione III-A – ECCEDENZE RISULTANTI DALLA PRECEDENTE DICHIARAZIONE”;
  • Se invece si presenta il Modello Redditi 2023, per il rimborso IRPEF, la somma si dovrà indicare al “QUADRO RN – Determinazione dell’IRPEF”, al Rigo RN36 “ECCEDENZA D’IMPOSTA RISULTANTE DALLA PRECEDENTE DICHIARAZIONE”, in corrispondenza della colonna 2.

Richiedi informazioni per Economia e Finanza, Notizie

Compila il form sottostante: la tua richiesta verrà moderata e successivamente inoltrata alle migliori Aziende del settore, GRATUITAMENTE!

Voglio iscrivermi gratuitamente per avere risposte più veloci!

*Vista l'informativa privacy, acconsento anche alle finalità ivi descritte agli artt. 2.3, 2.4, 2.5. Per limitare il consenso ad una o più finalità clicca qui.

Invia Richiesta

Articoli Correlati

Bonus acqua potabile: attenzione alla comunicazione, scade oggiBonus acqua potabile: attenzione alla comunicazione, scade oggi

Bonus acqua potabile: attenzione alla comunicazione, scade oggi

28/02/2024 14:49 - La scadenza del 28 febbraio 2024 rappresenta l'ultimo giorno utile per i contribuenti italiani per comunicare all'Agenzia delle Entrate le spese sostenute nel 2023 per il miglioramento della qualità dell'acqua potabile.
Addio anticipi salati: tasse a rate per 5 milioni di partite IVAAddio anticipi salati: tasse a rate per 5 milioni di partite IVA

Addio anticipi salati: tasse a rate per 5 milioni di partite IVA

20/02/2024 08:11 - Le riforme fiscali introdotte offrono una maggiore flessibilità nel pagamento [..]
TAGS: 730, Certificazione Unica INPS, modello 730, Rimborso credito 730

Autore: Redazione Online

Edilizia.com è online dal 1998, il primo del settore in Italia!