Bonus Mobili 2019: prorogato fino al 31 Dicembre

bonus mobili 2019
Condividi!

La nuova Legge di Bilancio 2019 senza dubbio ha portato tanti cambiamenti su tutti i bonus casa esistenti. Oltretutto il governo ha prorogato ognuno di essi fino al 31 dicembre 2019, per cui i cittadini avranno ancora più tempo per richiedere i contributi. Anche il Bonus Mobili e Arredi 2019 è interessata dal cambiamento fino a fine anno. Vediamo quindi che cos’è il Bonus Mobili e chi può farne richiesta.

Bonus Mobili 2019: di cosa si tratta

Il Bonus Mobili è una delle agevolazioni istituite dal governo con la Legge di Bilancio 2019, fa parte della categoria Bonus Casa. Questo tipo di contributo consente a chi ha ristrutturato casa durante il 2018 o nel corso di quest’anno, di richiedere un rimborso spese per i lavori eseguiti grazie al Bonus Ristrutturazione.

Grazie al Bonus Mobili però, si potrà richiedere indietro anche il denaro speso per l’acquisto di mobili, elettrodomestici e arredi. Perché la domanda di rimborso sia accettata, il richiedente dovrà necessariamente aver ristrutturato casa tra l’anno passato e quello corrente. Non si può infatti usufruire del Bonus Mobili senza aver prima attestato le agevolazioni legate alla ristrutturazione.

Bonus Mobili 2019: come funziona

Il Bonus Mobili è quindi strettamente collegato al Bonus Ristrutturazione, e non si potrà fare domanda per il primo se prima non si è usufruito del secondo. Le spese relative a mobili e arredi infatti, si dovranno sommare a quelle della ristrutturazione, e insieme non dovranno superare la cifra di 96 mila euro.

Se il richiedente soddisferà tutti i requisiti, otterrà una detrazione pari al 50 % sulla somma di tutte le spese. Non c’è comunque un collegamento diretto sulla zona della casa in cui si effettuano i lavori e i nuovi mobili da acquistare. Sarà possibile, ad esempio, compiere una ristrutturazione solo al bagno e in seguito comprare arredi per la cucina.

Se la richiesta del Bonus Mobili verrà accettata, l’importo riconosciuto sarà restituito il 10 quote, e si dovrà detrarne una per ogni Dichiarazione del reddito, quindi una per ogni anno. Il pagamento avverrà tramite bonifico normale, bonifico parlante o addebito su carta di credito.

Bonus Mobili 2019: tutti i requisiti

I requisiti indispensabili che il richiedente dovrà soddisfare per detrarre le spese dal Bonus Mobili 2019, sono i seguenti:

  • aver condotto lavori di ristrutturazione che possono rientrare nei requisiti del Bonus Ristrutturazione;
  • la ristrutturazione dovrà essere avvenuta solo ed esclusivamente nell’anno 2018, mentre l’acquisto di arredi solamente durante il 2019;
  • i contribuenti dovranno essere assoggettati alla paga dell’IRPEF o dell’IRES, e dovranno quindi avere la residenza italiana o europea.