Edilizia.com
Edilizia.com
Home » Economia e Finanza » Bonus Affitti 2020: domande fino al 31 dicembre 2021

Bonus Affitti 2020: domande fino al 31 dicembre 2021

Bonus Affitti 2020: domande fino al 31 dicembre 2021Bonus Affitti 2020: domande fino al 31 dicembre 2021
Ultimo Aggiornamento:

Già con il Decreto Cura Italia, il Governo aveva introdotto il nuovo Bonus Affitti 2020 per le PMI. Però, era dedicato solamente alla Categoria C/1, ovvero a negozi e botteghe.

Con il Decreto Rilancio invece, l’incentivo per il pagamento dell’affitto è stato esteso a tutte le imprese che nel periodo di lockdown hanno subito una perdita di fatturato di almeno il 50%. Ma non solo.

Bonus Affitti 2020: chi può richiederlo

Il Bonus Affitti 2020 sarà concesso dunque in favore di tutte le imprese che pagano un canone commerciale, ma con differenti importi. Questi infatti saranno calcolati in base alle effettive perdite di guadagno, al fatturato conseguito nel 2019, all’effettivo importo dell’affitto e alla tipologia di attività.

L’incentivo comunque, in tutti i casi, sarà riconosciuto sotto forma di credito d’imposta. E sarà destinato ai soggetti esercenti di attività d’impresa, arte o professione per gli immobili legati ad uso:

  • Commerciale;
  • Agricolo;
  • Artigianale;
  • Turistico;
  • Industriale;
  • Professionale per l’attività di lavoro autonomo.

Ma sarà riconosciuto anche in favore di:

  • Proprietari con sede d’impresa (o domicilio fiscale) situato in un Comune colpito da eventi calamitosi che, per questo motivo, risultava in stato di emergenza alla data del 31 gennaio 2020;
  • Professionisti in regime forfettario proprietari di un immobile ad uso professionale;
  • Enti religiosi ed enti non commerciali (anche terzo settore), che pagano l’affitto per un immobile destinato allo svolgimento di attività istituzionale;
  • Imprenditori e imprese agricole, con reddito d’impresa o con reddito su base catastale.

Requisiti e scadenze

Per poter ottenere il Bonus Affitti 2020, l’impresa dovrà dimostrare:

  • Un guadagno complessivo minore o pari a 5 milioni di euro nell’anno 2019. Tale requisito è valido per tutte le imprese, tranne per le strutture turistiche e per le attività di commercio al dettaglio. Per tali categorie, il bonus spetterà anche se il guadagno del 2019 è stato maggiore di 5 milioni;
  • Una riduzione di almeno il 50% dei guadagni (fatturato e corrispettivi) per ciascun mese di marzo, aprile e maggio 2020, rispetto agli stessi mesi del 2019. Tale requisito è valido per tutte le imprese, ma per quelle turistiche i mesi di riferimento saranno invece aprile, maggio e giugno.

Le uniche imprese che non avranno bisogno necessariamente di dimostrare la perdita di fatturato a causa del Covid-19, sono le Partite IVA che hanno aperto l’attività a partire dal 1° gennaio 2019 in poi. In tal caso però, il credito d’imposta sarà concesso in una misura che va dal 10% al 20%.

Per tutte le altre imprese, il Bonus Affitti 2020 spetterà in una misura che va dal 30% al 60%. L’importo sarà deciso singolarmente in base alle differenti casistiche di ogni impresa.

Le imprese potranno presentare la domanda per ricevere il bonus unicamente per via telematica accedendo al sito dell’Agenzia delle Entrate alla seguente pagina. Sarà possibile inoltrare la richiesta dal 13 luglio 2020 fino al 31 dicembre 2021.

Richiedi informazioni per Bonus, Detrazioni Fiscali, Economia e Finanza, Fondi Pubblici, Notizie

Compila il form sottostante: la tua richiesta verrà moderata e successivamente inoltrata alle migliori Aziende del settore, GRATUITAMENTE!

Voglio iscrivermi gratuitamente per avere risposte più veloci!

*Vista l'informativa privacy, acconsento anche alle finalità ivi descritte agli artt. 2.3, 2.4, 2.5. Per limitare il consenso ad una o più finalità clicca qui.

Invia Richiesta

Articoli Correlati

IMU e TARI 2023: conguagli entro 29 febbraio e novità, ecco per chiIMU e TARI 2023: conguagli entro 29 febbraio e novità, ecco per chi

IMU e TARI 2023: conguagli entro 29 febbraio e novità, ecco per chi

14/02/2024 13:05 - Il Dipartimento Finanze del MEF annuncia le novità riguardanti la trasmissione degli atti e delibere IMU e TARI relative al 2023, in seguito a quanto previsto per il nuovo anno 2024.
Irpef 2024: ecco cosa devi sapere sulle nuove aliquoteIrpef 2024: ecco cosa devi sapere sulle nuove aliquote

Irpef 2024: ecco cosa devi sapere sulle nuove aliquote

11/02/2024 12:22 - La riforma fiscale del 2024 in Italia introduce tre aliquote Irpef, aumenta le [..]
TARI 2024: variabili in base agli impianti di smaltimento esistentiTARI 2024: variabili in base agli impianti di smaltimento esistenti

TARI 2024: variabili in base agli impianti di smaltimento esistenti

09/02/2024 08:55 - Sono state aggiornate [..]
Climatizzatori vs caldaie a gas, chi consuma meno?Climatizzatori vs caldaie a gas, chi consuma meno?

Climatizzatori vs caldaie a gas, chi consuma meno?

25/01/2024 12:36 - Nella scelta tra riscaldamento tramite climatizzatori e caldaie a gas, molti [..]
TAGS: Bonus Affitti 2020, decreto cura italia, Decreto Rilancio

Autore: Redazione Online

Edilizia.com è online dal 1998, il primo del settore in Italia!