Autoliquidazione INAIL 2021: gli obblighi dei datori di lavoro

Autoliquidazione INAIL 2021


Come abbiamo potuto appurare con la nota n. 15530 del 31 dicembre 2020, l’istituto ha chiarito le istruzioni operative riguardo l’Autoliquidazione INAIL 2021.

Sono quindi state definite anche per quest’anno le modalità di autoliquidazione del premio assicurativo e dell’invio delle retribuzioni corrisposte. La nota chiarisce inoltre quali saranno gli obblighi dei datori di lavoro, e le date di scadenza legate alla procedura.

Vediamo quali sono le novità in merito all’Autoliquidazione INAIL 2021.

Advertisement - Pubblicità


Autoliquidazione INAIL 2021: scadenze, rate e coefficiente

Come di consueto, i datori di lavoro e gli artigiani senza dipendenti, saranno obbligati a versare il premio assicurativo annuale INAIL per eventuali infortuni sul lavoro o malattie professionali. L’obbligo spetta a tutti i titolari di codici PAT (Posizione Assicurativa Territoriale) e PAN (Posizione Assicurativa Navigazione) attivi.

Vediamo subito quali sono le date di scadenza stabilite per il pagamento del premio. Le date che bisogna segnare sono le seguenti:

  • 16 febbraio 2021, termine per il pagamento dell’intero premio, oppure della prima rata;
  • 1° marzo 2021, scadenza per la presentazione delle retribuzioni effettivamente corrisposte nell’anno 2020.

Il pagamento dell’Autoliquidazione INAIL 2021 può essere corrisposto in un’unica soluzione oppure in 4 rate dello stesso importo. Che dovranno essere versate ogni 3 mesi. Se si sceglie il pagamento a rate, si applicherà il tasso medio di interesse dei titoli di Stato per l’anno 2020. Che è pari allo 0,59%.

Advertisement - Pubblicità


Possibilità di riduzione del premio assicurativo

Come sempre, sarà possibile procedere al pagamento dell’Autoliquidazione INAIL 2021 usufruendo di particolari riduzioni degli importi. Si stabilisce che le riduzioni possono essere applicate a:

  • Piccola pesca costiera, lagunare e in acque interne (codice PAT);
  • Pesca mediterranea, pesca costiera o pesca oltre gli stretti (codice PAN);
  • Iscrizione al Registro Internazionale (codice PAN);
  • Sostegno per maternità e paternità, nonché per sostituzione dei lavoratori congedati (codice PAT);
  • Aziende con sede e funzione operativa nel Comune di Campione d’Italia, enclave italiana in territorio svizzero (codice PAT);
  • Imprese iscritte alla gestione artigianato (codice PAT);
  • Cooperative agricole e consorzi che operano in aree di montagna svantaggiate (codice PAT);
  • Cooperative agricole e consorzi in base al prodotto conferito dai soci e proveniente da aree di montagna svantaggiate (codice PAT);
  • Assunzioni di dipendenti con età pari o superiore a 50 anni che sono rimasti disoccupati per più di 12 mesi, come stabilito dalla legge n. 92/2021 art. 4, commi 8-11 (codice PAT).

Rimandiamo al sito dell’INAIL per le istruzioni complete e le ulteriori riduzioni assicurative previste per il 2021.