Edilizia.com
Edilizia.com
Home » Detrazioni Fiscali » Bonus Barriere 2022 in fase di costruzione e per demo-ricostruzione

Bonus Barriere 2022 in fase di costruzione e per demo-ricostruzione

Bonus Barriere 2022 in fase di costruzione e per demo-ricostruzioneBonus Barriere 2022 in fase di costruzione e per demo-ricostruzione
Ultimo Aggiornamento:

Il Bonus Barriere 2022 è un incentivo che agevola gli interventi volti all’abbattimento delle barriere architettoniche. Prevede una detrazione al 75% delle spese sostenute ed attualmente è valido solo per le spese relative all’anno 2022, come previsto dal art. 119-ter del Decreto Rilancio.

L’agevolazione può essere beneficiata mediante detrazione in 5 quote annuali di pari importo, ma è possibile fruirne anche scegliendo le opzioni alternative dello sconto in fattura e della cessione del credito.

Sebbene il Bonus Barriere architettoniche 2022 sia un incentivo che non impone particolari restrizioni in merito ai requisiti, non concede tuttavia la possibilità di portare a detrazione le spese relative ad interventi su edifici in fase di costruzione.

Bonus Barriere 2022: no per fase di costruzione né per demo-ricostruzione

Nel caso di oggi, un contribuente scrive all’Agenzia delle Entrate mediante il portale FiscoOggi, per chiedere appunto se sia possibile usufruire del Bonus barriere 2022 per interventi effettuati su un immobile ancora in fase di costruzione.

L’incentivo, come abbiamo detto, è stato ideato per favorire e accelerare il processo di superamento delle barriere architettoniche e, per questo motivo, viene concesso senza limiti riguardanti i potenziali beneficiari o le categorie catastali degli edifici oggetto di interventi.

Tuttavia, proprio in relazione alla tipologia di unità immobiliari su cui eseguire gli interventi, c’è un solo grande ostacolo. Saranno ammesse infatti solo le spese relative ai lavori su edifici già esistenti.

Sono pertanto esclusi, come nel caso del contribuente, gli interventi su fabbricati ancora in fase di costruzione. Ma non solo.

Il Fisco precisa infatti che, per lo stesso motivo, non risultano agevolabili le spese legate a unità oggetto di demolizione e ricostruzione, anche nel caso in cui il nuovo fabbricato mantenesse la volumetria di quello esistente nella fase ante operam, e anche nel caso in cui l’intervento fosse inquadrabile nella categoria della “ristrutturazione edilizia”.

Bonus barriere architettoniche: i limiti per l’accesso

Oltre al requisito che impone che l’edificio su cui si interviene sia già esistente, il Bonus barriere architettoniche 2022 prevede alcuni ulteriori criteri:

  1. Gli interventi devono rispettare i requisiti previsti dal Regolamento di cui al Decreto ministeriale n. 236 del 14 giugno 1989, ovvero devono garantire l’accessibilità, l’adattabilità e la visitabilità degli edifici;
  2. Gli interventi devono essere direttamente finalizzati all’abbattimento delle barriere architettoniche.

Sono ammessi all’agevolazione gli interventi effettuati su condomini o unità singole, residenziali, non residenziali e strumentali, che siano privati o pubblici. Ciò purché siano già esistenti.

Nessun limite invece per quanto riguarda i beneficiari, che possono essere persone fisiche, soggetti esercenti arti o professioni, imprese individuali, società, associazioni e così via.

Leggi anche: “Bonus Barriere Architettoniche: sì anche per imprese su immobili strumentali

Richiedi informazioni per Bonus, Bonus Barriere Architettoniche, Detrazioni Fiscali, Economia e Finanza, Notizie

Compila il form sottostante: la tua richiesta verrà moderata e successivamente inoltrata alle migliori Aziende del settore, GRATUITAMENTE!

Voglio iscrivermi gratuitamente per avere risposte più veloci!

*Vista l'informativa privacy, acconsento anche alle finalità ivi descritte agli artt. 2.3, 2.4, 2.5. Per limitare il consenso ad una o più finalità clicca qui.

Invia Richiesta

Articoli Correlati

Precompilata 2024: chiarimenti in merito alla gestione dei bonus ediliziPrecompilata 2024: chiarimenti in merito alla gestione dei bonus edilizi

Precompilata 2024: chiarimenti in merito alla gestione dei bonus edilizi

04/06/2024 10:07 - L'Agenzia delle Entrate chiarisce che nella dichiarazione precompilata 2024 i dati sui bonus edilizi non sono usati automaticamente, ma vanno inseriti manualmente la prima volta e poi saranno precompilati negli anni successivi.
Bonus bollette 2024: come richiederlo, a quanto ammonta e a chi spettaBonus bollette 2024: come richiederlo, a quanto ammonta e a chi spetta

Bonus bollette 2024: come richiederlo, a quanto ammonta e a chi spetta

14/05/2024 09:30 - Il Bonus Bollette 2024 [..]
Bonus amianto 2024: l'incentivo per la rimozione dell'amiantoBonus amianto 2024: l'incentivo per la rimozione dell'amianto

Bonus amianto 2024: l'incentivo per la rimozione dell'amianto

30/04/2024 12:31 - La presenza di eternit, o amianto, negli edifici, sia residenziali che produttivi, [..]
Bonus tende da sole 2024: le novità e la guida completaBonus tende da sole 2024: le novità e la guida completa

Bonus tende da sole 2024: le novità e la guida completa

10/04/2024 16:39 - Nel 2024, il bonus tende da sole si conferma come incentivo chiave nell'ambito [..]
TAGS: barriere architettoniche, bonus barriere, bonus barriere architettoniche

Autore: Redazione Online

Edilizia.com è online dal 1998, il primo del settore in Italia!