Edilizia.com
Edilizia.com
Home » Casa » Cappotto termico 2024: cosa scegliere tra Superbonus, Bonus Ristrutturazioni e Ecobonus

Cappotto termico 2024: cosa scegliere tra Superbonus, Bonus Ristrutturazioni e Ecobonus

Cappotto termico 2024: cosa scegliere tra Superbonus, Bonus Ristrutturazioni e EcobonusCappotto termico 2024: cosa scegliere tra Superbonus, Bonus Ristrutturazioni e Ecobonus
Ultimo Aggiornamento:

Per migliorare le prestazioni energetiche degli edifici e risparmiare sui consumi il cappotto termico è diventato un mezzo essenziale. Uno strumento che contribuisce anche al conseguimento degli obiettivi stabiliti dalla direttiva UE “Case Green”, in base alla quale nei prossimi anni i Paesi membri hanno il dovere di assicurare una riduzione dei consumi medi di energia degli edifici residenziali esistenti.

L’utilità del cappotto termico per gli edifici non è quindi in discussione, tuttavia è importante conoscere le regole sulle diverse agevolazioni prima di intraprendere qualunque tipo di intervento.

Riguardo ai bonus edilizi, infatti, nel 2024 la situazione è diventata abbastanza complessa. In alcune circostanze è possibile scegliere tra i vari incentivi, mentre in altri casi è riconosciuta una sola agevolazione statale. Di conseguenza, l’importante è muoversi nella direzione giusta per fruire dell’incentivo più conveniente e della detrazione fiscale più alta.

Cappotto termico con Superbonus, Ecobonus e Bonus Ristrutturazioni, ecco quello che c’è da sapere per una scelta coscienziosa e vantaggiosa.

Cappotto termico: la possibilità del Superbonus

Per gli interventi per la realizzazione dei cappotti temici nei condomini, con i lavori iniziati nel 2024, potrebbe convenire la richiesta dell’agevolazione prevista con il Superbonus. Quando i lavori da intraprendere interessano l’isolamento termico delle superfici verticali opache, inclinate e orizzontali e riguardano l’involucro per più del 25% delle superfici disperdenti lorde degli edifici, i condomini possono chiedere il Superbonus al 70% fino al 31 dicembre 2024 o al 65% fino al 31 dicembre 2025.

Nel 2024 l’incentivo ha un tetto massimo di spesa pari a:

  • 40 mila euro, da moltiplicare per il numero delle unità immobiliari dell’edificio nelle strutture da due a otto unità immobiliari;
  • 30 mila euro da moltiplicare per il numero di unità immobiliari dell’edificio nelle strutture con più di otto unità immobiliari.

Possono fruire dell’agevolazione prevista con il Superbonus per la realizzazione dei cappotti termici le persone fisiche al di fuori dell’esercizio di attività d’impresa, professioni o arti. I titolari dei redditi d’impresa possono ottenere l’incentivo per il cappotto termico perché l’isolamento termico rientra tra gli interventi trainanti che interessano le parti comuni degli edifici.

Con lo stop alla cessione del credito e allo sconto in fattura, è permesso di fruire del Superbonus soltanto sotto forma di detrazione IRPEF in quattro rate di uguale importo.

Approfondisci su: Superbonus 2024: la guida completa

Cappotto termico: l’alternativa dell’Ecobonus

Per realizzare i cappotti temici con nuovi ed efficaci interventi, tali da migliorare le prestazioni energetiche e ridurre i consumi negli edifici, il Superbonus non è l’unica opportunità agevolativa prevista dalle regole vigenti. Sempre riguardo ai condomini, un’alternativa valida è ricorrere all’ecobonus. Questa misura agevolativa, in vigore fino al 31 dicembre 2024, prevede una detrazione fiscale per l’efficientamento energetico degli immobili con aliquote variabili.

Per i lavori di riqualificazione energetica, riguardo le parti comuni di immobili condominiali che interessino l’involucro per almeno il 25%, con l’ecobonus è prevista un’aliquota pari al 70%.

Un’altra considerazione da fare con attenzione è relativa ai parametri di qualità di cui al Decreto Ministeriale del 26 giugno 2015. Infatti, nell’ipotesi in cui con i lavori di miglioramento delle prestazioni energetiche estive ed invernali si raggiunga almeno la qualità media di cui al D.M, l’aliquota sale al 75% e tale detrazione potrebbe essere più conveniente del Superbonus.

La soglia massima di spesa sulla quale applicare la detrazione del 70% o del 75% è pari a 40mila euro, da moltiplicare per il numero delle unità immobiliari componenti gli edifici.

La ripartizione della detrazione in dieci rate annuali e non in quattro, come stabilito per il Superbonus, è un altro aspetto che potrebbe spingere i contribuenti a scegliere la misura dell’ecobonus. La ripartizione della detrazione in dieci anni abbassa gli importi delle rate e, i contribuenti con delle capienze fiscali basse, hanno così meno possibilità di perdere parte delle somme di cui avrebbero diritto.

La scelta tra superbonus ed ecobonus è, quindi, da ponderare anche in base alle condizioni soggettive degli interessati.

Approfondisci: Ecobonus 2024: La guida all’incentivo, gli interventi e i massimali di spesa

Cappotto termico: Bonus Ristrutturazioni

Un’altra possibilità data ai contribuenti italiani con le agevolazioni statali è riconducibile al bonus ristrutturazioni. Nel 2024, sia per gli edifici unifamiliari che per i condomini, è permesso richiedere tale incentivo anche per i lavori edilizi e tecnologici comportanti dei risparmi energetici.

Il bonus ristrutturazioni prevede un’aliquota pari al 50% e un tetto massimo di spesa di 96mila euro per ogni unità immobiliare, con una detrazione divisa in dieci rate annuali. L’aliquota della detrazione, nella misura del 50%, è dunque più bassa rispetto alle aliquote fruibili con le misure del superbonus e dell’ecobonus.

Approfondisci: Bonus Ristrutturazione 2024: la guida completa, i lavori ammessi, la documentazione

Bonus abbinato agli interventi antisismici

Sempre sino alla fine del mese di dicembre 2024, per i condomini, i lavori di efficientamento energetico abbinati agli interventi di riduzione dei rischi sismici nelle aree 1, 2 e 3 danno diritto alla detrazione dell’80%, nei casi in cui determinino il passaggio a una classe inferiore di rischio.

La detrazione sale all’85% quando i lavori determinano, invece, il passaggio a due classi inferiori di rischio.

La detrazione fiscale è applicabile su un tetto massimo di spesa di 136 mila euro, da moltiplicare per il numero delle unità immobiliari presenti negli edifici e divisa in dieci rate annuali.

Sono previste dunque dalla normativa delle condizioni molto favorevoli non solo per incentivare l’efficientamento energetico e la riduzione dei consumi ma anche per ridurre sensibilmente i rischi sismici, in un Paese particolarmente a rischio come l’Italia, con interventi mirati sugli edifici.

Approfondisci: Sismabonus: Guida Completa e tutti i documenti obbligatori

Bonus Cappotto Termico negli edifici unifamiliari

Le unità immobiliari indipendenti e gli edifici unifamiliari dal 2024, per i lavori di efficientamento energetico, hanno la possibilità di fruire esclusivamente dell’ecobonus. La detrazione spettante può essere richiesta dalle persone fisiche, compresi gli esercenti professioni e arti, da società di persone e di capitali e dagli enti pubblici e privati che non effettuano attività commerciali.

I tetti massimi di spesa e le aliquote cambiano a seconda dei lavori e degli immobili interessati. L’ecobonus per i cappotti termici è pari al 65% dei costi sostenuti, mentre il tetto massimo ammonta a 60mila euro e la detrazione è divisa in dieci rate annuali di uguale importo.

A differenza dei condomini, per le unità immobiliari indipendenti e gli edifici unifamiliari l’unica possibilità agevolativa è il ricorso all’ecobonus.

Il 2024 è ancora un anno “amico” per i contribuenti italiani, con la possibilità di svolgere una serie di interventi edilizi con il sostegno delle agevolazioni statali. Si tratta di diverse opportunità agevolative che in un futuro prossimo saranno precluse o limitate a un campo di applicazione più ristretto.

Richiedi informazioni per Bonus, Bonus Ristrutturazione, Casa, Ecobonus, Notizie, Superbonus

Compila il form sottostante: la tua richiesta verrà moderata e successivamente inoltrata alle migliori Aziende del settore, GRATUITAMENTE!

Voglio iscrivermi gratuitamente per avere risposte più veloci!

*Vista l'informativa privacy, acconsento anche alle finalità ivi descritte agli artt. 2.3, 2.4, 2.5. Per limitare il consenso ad una o più finalità clicca qui.

Invia Richiesta

Prodotti suggeriti

Triso-MursTriso-Murs

Triso-Murs

Isolanti sottili multiriflettenti ACTIS per muri e pavimenti
Porotherm PlanAPorotherm PlanA

Porotherm PlanA

Nuovissimi blocchi altamente performanti con le proprietà uniche della lana di roccia.
Sylvactis 55 FXSylvactis 55 FX

Sylvactis 55 FX

Pannello in fibra di legno WF-EN 13171 - T3 - MU2 – AF5
Blocchi Poroton con isolante integrato o accoppiatoBlocchi Poroton con isolante integrato o accoppiato

Blocchi Poroton con isolante integrato o accoppiato

Mattoni con isolante iniettato o integrato che migliorano le caratteristiche termiche della muratura, [..]
Arthagips XPS - Pannelli per l'isolamento termicoArthagips XPS - Pannelli per l'isolamento termico

Arthagips XPS - Pannelli per l'isolamento termico

Arthagips è una lastra prefabbricata per l'isolamento termico dall'interno di strutture verticali opache, [..]
Vedi tutti i Prodotti in Isolamento Termico

Articoli Correlati

Acquisto casa all'asta: vantaggi, rischi e strategieAcquisto casa all'asta: vantaggi, rischi e strategie

Acquisto casa all'asta: vantaggi, rischi e strategie

13/02/2024 11:20 - L'acquisto di case all'asta offre opportunità economiche ma richiede cautela. È essenziale valutare rischi, costi aggiuntivi e seguire procedure legali per minimizzare sorprese e massimizzare i benefici.
IMU per immobili collabenti: cosa prevede la legge?IMU per immobili collabenti: cosa prevede la legge?

IMU per immobili collabenti: cosa prevede la legge?

12/02/2024 14:03 - Con la Risoluzione n. 4/DF del 16 novembre 2023, il Dipartimento delle Finanze ha [..]
Ampliare il balcone: è possibile farlo? con quali permessi?Ampliare il balcone: è possibile farlo? con quali permessi?

Ampliare il balcone: è possibile farlo? con quali permessi?

12/02/2024 10:35 - L'ampliamento del balcone richiede il Permesso di Costruire per conformarsi alle [..]
Opere di innovazione in condominio: quali si possono installare?Opere di innovazione in condominio: quali si possono installare?

Opere di innovazione in condominio: quali si possono installare?

07/02/2024 11:22 - Le opere di innovazione che possono essere installate in condominio sono tutte [..]
TAGS: bonus ristrutturazioni, cappotto, Cappotto termico, ecobonus, Superbonus

Autore: Andrea Dicanto

Autore Andrea Dicanto
Appassionato Progettista esperto nel settore dell'Edilizia, delle Costruzioni e dell'Arredamento. Fin da giovane ho sempre studiato ed analizzato problematiche che vanno dalle questioni statiche di edifici e costruzioni fino al miglior modo di progettare ed arredare gli spazi interni, strizzando l'occhio alle nuove tecnologie soprattutto in ambito sismico.

Leggi tutti i miei articoli | Visita il mio profilo Linkedin

Edilizia.com è online dal 1998, il primo del settore in Italia!