Edilizia.com
Edilizia.com
Home » Notizie » Superbonus: Condomini nel caos, ecco qual è la situzione

Superbonus: Condomini nel caos, ecco qual è la situzione

Superbonus: Condomini nel caos, ecco qual è la situzioneSuperbonus: Condomini nel caos, ecco qual è la situzione
Ultimo Aggiornamento:

Il decreto legge sul Superbonus sta creando caos tra famiglie e condomini, con 372mila immobili residenziali coinvolti su un totale di circa 12 milioni, il che rappresenta il 3,1% della popolazione. Gli amministratori di condominio stanno cercando di gestire questa situazione, ma si trovano ad affrontare difficoltà a causa dell’esclusione dalla fase di dialogo con il Governo.

Leggi anche: Superbonus: decreto in Gazzetta, parte stop cessione crediti

Leonardo Caruso, vicepresidente nazionale dell’Associazione Nazionale Amministratori Condominiali e Immobiliari (ANACI), ha dichiarato che “è necessario andare in assemblea e dire serenamente ai condomini che non ci sono più le condizioni“. Ha anche sottolineato che l’amministratore di condominio rappresenta la prima linea di contatto tra famiglie e imprese in questa situazione complessa e che la loro collaborazione è essenziale per evitare possibili contenziosi giudiziari.

Il Governo sta attualmente lavorando con imprese, banche e associazioni di categoria per trovare soluzioni, ma i rappresentanti degli amministratori di condominio sono esclusi da questi incontri. Caruso ha dichiarato che questo decreto ha causato preoccupazione tra le famiglie e che gli amministratori di condominio potrebbero dover riunire le assemblee per informare i condomini e valutare la possibilità di archiviare definitivamente i progetti per la riqualificazione delle abitazioni.

Leggi anche: Superbonus, vertice a Palazzo Chigi con banche e costruttori

Attualmente, ci sono tre situazioni diverse per quanto riguarda l’avvio dei lavori: coloro che hanno già avviato i lavori con deposito della CILAS prima del 25 novembre 2022 possono usufruire della detrazione del 110% e dello sconto in fattura; coloro che hanno depositato la CILAS dopo il 25 novembre ma non hanno ancora avviato i lavori possono usufruire della detrazione declassata al 90% e dello sconto in fattura; coloro che non hanno ancora depositato la CILAS non possono usufruire dello sconto in fattura, anche se possono usufruire delle detrazioni vigenti.

Inoltre, Caruso ha sottolineato l’importanza di considerare la sicurezza e la struttura degli edifici durante i processi di riqualificazione energetica. La maggior parte del patrimonio immobiliare italiano è stato costruito prima del 1980, e pertanto gli interventi sugli edifici dovrebbero essere effettuati tenendo conto di tutto di considerare la sicurezza e l’efficienza energetica della struttura dell’edificio.

Prima ancora di vivere in un condominio che consuma poco, bisogna avere la certezza che una casa costruita 60 o 70 anni prima sia ancora strutturalmente idonea e abbia impianti sicuri“, ha concluso Caruso.

In conclusione, la situazione attuale riguardo al Superbonus sta causando caos e preoccupazione tra famiglie e condomini, con gli amministratori di condominio che rappresentano la prima linea di contatto in questa situazione complessa. Il Governo sta lavorando con imprese, banche e associazioni di categoria per trovare soluzioni, ma gli amministratori di condominio sono esclusi da questi incontri.

In questo contesto, è importante tenere conto della sicurezza e della struttura degli edifici durante i processi di riqualificazione energetica.

Richiedi informazioni per Bonus, Condomini, Economia e Finanza, Notizie, Superbonus 110

Compila il form sottostante: la tua richiesta verrà moderata e successivamente inoltrata alle migliori Aziende del settore, GRATUITAMENTE!

Voglio iscrivermi gratuitamente per avere risposte più veloci!

*Vista l'informativa privacy, acconsento anche alle finalità ivi descritte agli artt. 2.3, 2.4, 2.5. Per limitare il consenso ad una o più finalità clicca qui.

Invia Richiesta

Articoli Correlati

Imposta di Registro: obblighi, calcolo e sanzioni per i contribuentiImposta di Registro: obblighi, calcolo e sanzioni per i contribuenti

Imposta di Registro: obblighi, calcolo e sanzioni per i contribuenti

15/02/2024 11:26 - L'imposta di registro, applicata su atti giuridici documentati, riflette la capacità economica del contribuente. Essenziale per la trasparenza e il monitoraggio fiscale, varia in base alla natura dell'atto e alla presenza o meno dell'IVA, con precise implicazioni legali e sanzioni per inadempimenti.
Bacheca condominiale: cosa non si può pubblicare?Bacheca condominiale: cosa non si può pubblicare?

Bacheca condominiale: cosa non si può pubblicare?

15/02/2024 09:00 - La gestione della privacy in ambito condominiale, guidata dal GDPR e dalle sentenze [..]
IMU e TARI 2023: conguagli entro 29 febbraio e novità, ecco per chiIMU e TARI 2023: conguagli entro 29 febbraio e novità, ecco per chi

IMU e TARI 2023: conguagli entro 29 febbraio e novità, ecco per chi

14/02/2024 13:05 - Il Dipartimento Finanze [..]
Piano Casa 2025: la proposta di condono edilizio di SalviniPiano Casa 2025: la proposta di condono edilizio di Salvini

Piano Casa 2025: la proposta di condono edilizio di Salvini

14/02/2024 09:30 - In risposta alla contrazione del mercato immobiliare, Matteo Salvini propone un [..]
Acquisto casa all'asta: vantaggi, rischi e strategieAcquisto casa all'asta: vantaggi, rischi e strategie

Acquisto casa all'asta: vantaggi, rischi e strategie

13/02/2024 11:20 - L'acquisto di case all'asta offre opportunità economiche ma richiede cautela. È [..]
TAGS: anaci, condomini, Leonardo Caruso, Superbonus

Autore: Andrea Dicanto

Autore Andrea Dicanto
Appassionato Progettista esperto nel settore dell'Edilizia, delle Costruzioni e dell'Arredamento. Fin da giovane ho sempre studiato ed analizzato problematiche che vanno dalle questioni statiche di edifici e costruzioni fino al miglior modo di progettare ed arredare gli spazi interni, strizzando l'occhio alle nuove tecnologie soprattutto in ambito sismico.

Leggi tutti i miei articoli | Visita il mio profilo Linkedin

Edilizia.com è online dal 1998, il primo del settore in Italia!