Edilizia.com
Edilizia.com
Home » Detrazioni Fiscali » Superbonus 90%: Le novità e le modifiche del 2023

Superbonus 90%: Le novità e le modifiche del 2023

Superbonus 90%: Le novità e le modifiche del 2023Superbonus 90%: Le novità e le modifiche del 2023
Ultimo Aggiornamento:

Il Superbonus sarà ancora disponibile per un altro anno, ma con una diminuzione della sua copertura totale.

A partire da ieri, 1 Gennaio, la detrazione del 110% per la riqualificazione energetica degli edifici non sarà più valida. Per i condomini, lo sgravio fiscale scenderà al 90%, a meno che l’assemblea dei condomini abbia deliberato l’esecuzione dei lavori entro il 18 novembre 2022 e presentato la Cilas entro il 31 dicembre, o abbia deliberato dal 19 al 24 novembre 2022 presentando la Cilas entro il 25 novembre

Per le case unifamiliari, la detrazione del 110% sarà ancora valida fino al 31 marzo 2023, a condizione che almeno il 30% dei lavori siano stati eseguiti entro il 30 settembre 2022.

Oltre allo stato di avanzamento dei lavori, i proprietari di case unifamiliari (conosciute come villette), che soddisfino il requisito di prima casa e che abbiano “reddito di riferimento” non superiore a 15.000 euro, potranno beneficiare dello sgravio del 90% fino alla fine del 2023.

Leggi anche “Superbonus 90%: La guida per il 2023, cosa cambierà e per chi“;

L’Obbligo di presentazione SOA

Il governo ha introdotto una modifica significativa al meccanismo del Superbonus, imponendo l’obbligo di presentare la Soa (Organismo di Attestazione) per i lavori di importo superiore a 516.000 euro.

Leggi anche “Attestazione SOA: Cos’é, come ottenerla e perché è importante“;

L’obiettivo è aumentare i controlli antifrode, garantendo che solo imprese affidabili possano beneficiare delle detrazioni fiscali. A partire dal 1 luglio 2023, i lavori incentivati dal Superbonus e da altri bonus edilizi potranno essere eseguiti solo da imprese che, al momento della sottoscrizione del contratto di appalto o subappalto, siano in possesso della qualificazione Soa.

L’obbligo non ha carattere retroattivo e non si applicherà ai lavori in corso al 21 maggio 2022 e ai contratti stipulati prima di tale data.

Superbonus e Cessione dei crediti

Un’altra importante novità riguarda il regime di cessione dei crediti del Superbonus, che negli ultimi mesi ha causato alcune difficoltà. Sono state apportate modifiche volte a trovare soluzioni per sostenere il mercato delle cessioni, soprattutto per evitare il fallimento delle imprese che hanno accumulato crediti ma non riescono a monetizzarli a causa del blocco da parte delle banche e degli intermediari finanziari nell’acquisto di crediti da bonus edilizi.

È stato quindi stabilito che la cessione del credito potrà beneficiare di un ulteriore passaggio, poiché la cessione verso banche, intermediari finanziari, imprese assicuratrici e società di gruppi bancari passerà da due a tre.

Le cessioni possibili saranno quindi in totale cinque, comprese la prima cessione libera e l’ultima banca-correntista. L’aumento del numero delle cessioni avrà effetto retroattivo, anche nel caso di opzioni comunicate all’Agenzia delle Entrate prima dell’entrata in vigore della legge di conversione del Dl Aiuti-quater.

Inoltre, per soddisfare le esigenze di liquidità delle imprese che operano nel settore edile, è stata prevista la possibilità per Sace (Società Assicuratrice per la Cooperazione allo Sviluppo) di fornire garanzie a banche e altre istituzioni finanziarie per finanziamenti-ponte.

Leggi anche “Superbonus: Cilas, cessioni credito, garanzie Sace. Il punto su tutte le ultime novità“;

I crediti di imposta maturati potranno essere presi in considerazione dagli istituti finanziari come parametro per valutare il merito di credito dell’impresa richiedente il finanziamento e per predisporre le relative condizioni contrattuali.

Secondo uno studio dell’Ordine e del Consiglio dei Commercialisti, il Superbonus si è dimostrato una misura vantaggiosa per le finanze pubbliche. Infatti, durante il biennio 2020-2021, per ogni euro di uscita finanziaria pubblica, 43,3 centesimi sono stati recuperati a causa degli effetti moltiplicativi in termini economici, riducendo il costo netto per lo Stato a 56,7 centesimi.

Richiedi informazioni per Bonus, Detrazioni Fiscali, Notizie, Superbonus 110, Superbonus 90%

Compila il form sottostante: la tua richiesta verrà moderata e successivamente inoltrata alle migliori Aziende del settore, GRATUITAMENTE!

Voglio iscrivermi gratuitamente per avere risposte più veloci!

*Vista l'informativa privacy, acconsento anche alle finalità ivi descritte agli artt. 2.3, 2.4, 2.5. Per limitare il consenso ad una o più finalità clicca qui.

Invia Richiesta

Articoli Correlati

La vendita con riserva di proprietà valida anche per l'agevolazioneLa vendita con riserva di proprietà valida anche per l'agevolazione

La vendita con riserva di proprietà valida anche per l'agevolazione "Prima Casa"

16/11/2023 16:40 - La vendita con riserva di proprietà, meglio nota come patto di riservato dominio, è un'istituzione giuridica di grande rilevanza, disciplinata dagli articoli 1523 e seguenti del codice civile italiano.
Sostituzione caldaia: sì col Bonus Ristrutturazione 50%Sostituzione caldaia: sì col Bonus Ristrutturazione 50%

Sostituzione caldaia: sì col Bonus Ristrutturazione 50%

16/11/2023 10:51 - Il Bonus Ristrutturazione è un’agevolazione notevolmente versatile, che concede [..]
Bonifica terreno: lavoro ammesso a detrazione se indispensabileBonifica terreno: lavoro ammesso a detrazione se indispensabile

Bonifica terreno: lavoro ammesso a detrazione se indispensabile

13/11/2023 08:37 - Si può realizzare l’intervento di bonifica del terreno con il Bonus [..]
Bonus Bagno: quale incentivo per sostituire i sanitari?Bonus Bagno: quale incentivo per sostituire i sanitari?

Bonus Bagno: quale incentivo per sostituire i sanitari?

10/11/2023 10:13 - È possibile sostituire i sanitari usufruendo della detrazione al 50% prevista dal [..]
Bonus Verde 36% per condomìni e unità: i documenti obbligatoriBonus Verde 36% per condomìni e unità: i documenti obbligatori

Bonus Verde 36% per condomìni e unità: i documenti obbligatori

09/11/2023 11:18 - Il Bonus Verde concede una detrazione IRPEF nella misura del 36% per i lavori volti [..]
TAGS: attestazione soa, cessione credito, soa, Superbonus, superbonus 90%

Autore: Andrea Dicanto

Autore Andrea Dicanto
Appassionato Progettista esperto nel settore dell'Edilizia, delle Costruzioni e dell'Arredamento. Fin da giovane ho sempre studiato ed analizzato problematiche che vanno dalle questioni statiche di edifici e costruzioni fino al miglior modo di progettare ed arredare gli spazi interni, strizzando l'occhio alle nuove tecnologie soprattutto in ambito sismico.

Leggi tutti i miei articoli | Visita il mio profilo Linkedin

Edilizia.com è online dal 1998, il primo del settore in Italia!