Ponte Genova: traffico dal 5 agosto, ma i lavori continuano

ponte genova

Il nuovo ponte di Genova, il “Genova-San Giorgio”, è ufficialmente aperto di nuovo al traffico dal 5 agosto 2020. L’inaugurazione ufficiale si è tenuta il 3 di agosto, ed erano presenti tutti i più importanti rappresentanti del nostro Governo.

Nonostante i cittadini che stanno iniziando a riattraversare Genova tramite il viadotto lamentino che il traffico sia piuttosto affollato, la fine della ricostruzione rappresenta una vittoria per la città, e per tutta l’Italia. Anche se ovviamente rimane protagonista l’amarezza dei familiari delle vittime, che ancora non hanno ottenuto giustizia per la perdita dei propri cari.

Sebbene quindi la ricostruzione ufficiale del nuovo ponte di Genova sia conclusa e i veicoli possano rincominciare a percorrerlo, i cantieri non verranno smontati fino a fine novembre.

Ponte Genova: cantieri aperti fino a fine novembre

Quelli che ancora non sono conclusi, sono i lavori sotto il viadotto. Si prevede infatti che i cantieri rimarranno aperti almeno fino a novembre. Anche se non è escluso che gli interventi si concludano prima.

Lo rende noto la società genovese Rina Consulting, responsabile della direzione dei lavori e del monitoraggio della sicurezza. Andrea Tomarchio, project manager dell’agenzia Dire, ha appreso tali informazioni nel corso di una conferenza stampa tenuta dalla società.

Ecco ciò che ha dichiarato:

Abbiamo accelerato al massimo per garantire il prima possibile l’esercizio del traffico. Ora si dovranno completare i lavori di sistemazione dei versanti attorno al viadotto e di tutte le aree di cantiere, per restituire gli spazi alla città e far tornare l’area urbana alla piena normalità”.

Ultima fase della ricostruzione per il viadotto Genova-San Giorgio

Questo periodo però servirà anche per chiudere i cantieri in forma amministrativa, per saldare tutti i pagamenti, sbrigare le faccende legali e convalidare le carte.

In quest’ultima fase, la società Autostrade si occuperà solamente di gestire i lavori nell’impalcato superiore. Tutti gli interventi restanti, come quelli nel sottoponte, nelle pile e nell’interno dei cassoni, saranno coordinati dalla struttura commissariale.

Questa è gestita dal sindaco di Genova, Marco Bucci, che è stato nominato “commissario per la ricostruzione”. E che quindi ricoprirà questo ruolo per altri tre mesi.




  Tags:
  Categorie: