Edilizia.com
Edilizia.com
Home » Notizie » Meloni: Crediti Superbonus? “Un problema ereditato da una politica approssimativa”

Meloni: Crediti Superbonus? “Un problema ereditato da una politica approssimativa”

Meloni: Crediti Superbonus? “Un problema ereditato da una politica approssimativa”Meloni: Crediti Superbonus? “Un problema ereditato da una politica approssimativa”
Ultimo Aggiornamento:

In data 21 giugno 2023, il Presidente del Consiglio Giorgia Meloni è intervenuta tramite videomessaggio all’Assemblea 2023 dell’ANCE (Associazione Nazionale Costruttori Edili), svoltasi presso la Sala Sinopoli dell’Auditorium Parco della Musica a Roma.

Nel breve discorso di Meloni sono stati diversi i temi toccati, tra cui l’importanza del settore edile nello scenario patrimoniale ed economico, la fiducia nell’imprenditorialità, le innovazioni introdotte con il nuovo Codice degli Appalti, la necessità di ammodernare e rendere più competitiva l’Italia.

In quanto al Superbonus, il Presidente ha detto dell’agevolazione introdotta con il Decreto Rilancio nel 2020 che la misura necessitava inevitabilmente di correttivi, in quanto i migliaia di crediti incagliati legati al maxi-incentivo sono dovuti ad un problema “ereditato da una politica approssimativa”.

Meloni: necessaria collaborazione solida con ANCE

Nell’intervento tramite videomessaggio all’Assemblea ANCE 2023 del 21 giugno 2023 a Roma, il Presidente Meloni inizia il suo discorso ringraziando la Presidente dell’Associazione, Federica Brancaccio, salutando il Ministro Matteo Salvini e tutti i presenti.

Il tema si sposta subito sull’importanza del ruolo nazionale ricoperto dall’ANCE, che Meloni definisce:

[…] uno di quei tanti corpi intermedi che rendono vitale la nostra società e che compongono il tessuto produttivo ed economico della Nazione.

Continua poi affermando:

Voi siete non solo dei costruttori di cose – di case, di edifici, di strade e di infrastrutture – ma siete anche costruttori di conoscenze e saperi, di un patrimonio immateriale che viene trasmesso di generazione in generazione. Siete costruttori di innovazione, perché è esattamente questo quello che fa chi fa impresa: si rimbocca le maniche ogni giorno e trova risposte nuove, più efficienti e più produttive, ai problemi magari antichi. Voi operate sul campo e senza di voi chi rappresenta le Istituzioni perderebbe il punto di vista sulla realtà.

Il Presidente sottolinea la volontà e l’importanza di mantenere una collaborazione solida da parte del Governo con i corpi intermedi e con l’ANCE. Collaborazione che ad oggi ha già permesso di “affrontare e sciogliere nodi nevralgici che da troppo tempo costituivano un limite per la nostra Nazione.

Leggi anche: “Bonus edilizi casa: la proposta Ance per rimodularli

Codice Appalti, Piano Casa, Fisco: obiettivi raggiunti e da raggiungere

Tra i “nodi sciolti” c’è il nuovo Codice degli Appalti, che Meloni definisce un documento frutto di un confronto costante e intenso tra il Governo e le categorie, che ha portato all’introduzione di importanti innovazioni nell’intero settore.

L’innovazione più importante, dichiara il Presidente, è la fiducia che il Governo ha riposto e intende riporre in chi fa impresa e in chi ha voglia di lavorare.

Il Codice degli Appalti deve quindi essere basato, continua, sul rapporto di fiducia tra lo Stato e le imprese, che si costruisce garantendo alle aziende tempi e costi certi, nonché la possibilità di pianificare e programmare il lavoro da svolgere.

La fiducia però non deve essere tradita, chiarisce il Presidente, perché la risposta dello Stato in quel caso dovrà essere necessariamente molto dura. Ciò proprio al fine di tutelare invece le aziende che hanno rispettato le regole e i cittadini che, per via pratiche scorrette riguardanti gli appalti, hanno ricevuto opere e servizi scadenti.

Allo stesso modo Meloni specifica che, quando si riscontra la colpevolezza, questa non dev’essere generalizzata, soprattutto per evitare che possa gravare sulle imprese e i cittadini per bene l’obbligo di dimostrare di essere tali.

Leggi anche: Il nuovo Codice Appalti: l’allarme dell’Anac

Tra le altre misure in progetto si citano poi la nuova legge sulla rigenerazione urbanistica, il nuovo Testo Unico dell’Edilizia e un nuovo Piano Casa.

La Meloni sottolinea inoltre l’importanza di un intervento in merito alla delega fiscale, con l’obiettivo di “costruire un fisco alleato di chi fa impresa e produce ricchezza, non un fisco nemico, quasi vessatore.

Superbonus, Crediti incagliati: troppe risorse, correttivi necessari

Il Presidente continua il suo discorso parlando del Superbonus e del problema dei crediti d’imposta incagliati.

Queste le sue parole:

[…] stiamo lavorando, nei limiti che la normativa europea delinea, per risolvere un problema che abbiamo ereditato da una politica approssimativa, che ha portato migliaia di crediti incagliati a seguito dell’espansione del Superbonus, che ha drenato risorse superiori a quanto era stato previsto. E ha inevitabilmente richiesto da parta nostra dei correttivi.

Leggi anche: “Superbonus 110%: 30 miliardi di crediti incagliati

Una priorità questa, come le tante altre priorità che rendono il lavoro impegnativo ed entusiasmante, dichiara Meloni, che conclude il suo discorso così:

Con l’ANCE potremo avere punti di vista differenti, ma io sono certa che dai voi non mancheranno mai proposte e contenuti. Perché ci accomuna lo stesso obiettivo, che è difendere l’interesse generale. Il “buon lavoro” ci aspetta. Noi siamo pronti. Grazie a tutti!

Qui il videomessaggio del Presidente Meloni:

Leggi anche: “ANCE: il Ponte sullo Stretto di Messina e il ruolo fondamentale del Mezzogiorno

Richiedi informazioni per Economia e Finanza, Notizie

Compila il form sottostante: la tua richiesta verrà moderata e successivamente inoltrata alle migliori Aziende del settore, GRATUITAMENTE!

Voglio iscrivermi gratuitamente per avere risposte più veloci!

*Vista l'informativa privacy, acconsento anche alle finalità ivi descritte agli artt. 2.3, 2.4, 2.5. Per limitare il consenso ad una o più finalità clicca qui.

Invia Richiesta

Articoli Correlati

Come installare una pergotenda senza violare le norme condominialiCome installare una pergotenda senza violare le norme condominiali

Come installare una pergotenda senza violare le norme condominiali

25/03/2024 12:01 - Installare una pergotenda in condominio migliora gli spazi esterni rispettando norme e convivenza. La giurisprudenza conferma: nessun permesso se non altera estetica o sicurezza dell'edificio.
Superbonus e case fantasma: il catasto contro l'evasione immobiliareSuperbonus e case fantasma: il catasto contro l'evasione immobiliare

Superbonus e case fantasma: il catasto contro l'evasione immobiliare

25/03/2024 09:32 - L'Agenzia delle Entrate [..]
Superbonus 110% e plusvalenze: lo studio del NotariatoSuperbonus 110% e plusvalenze: lo studio del Notariato

Superbonus 110% e plusvalenze: lo studio del Notariato

22/03/2024 08:47 - Studio del Consiglio nazionale del Notariato analizza complessità plusvalenze e [..]
TAGS: ance, crediti, Governo Meloni, meloni, Superbonus

Autore: Redazione Online

Edilizia.com è online dal 1998, il primo del settore in Italia!