Edilizia.com
Edilizia.com
Home » Notizie » La maxi truffa del Bonus Facciate a Roma: 31 indagati e i 52 milioni di euro sequestrati

La maxi truffa del Bonus Facciate a Roma: 31 indagati e i 52 milioni di euro sequestrati

La maxi truffa del Bonus Facciate a Roma: 31 indagati e i 52 milioni di euro sequestratiLa maxi truffa del Bonus Facciate a Roma: 31 indagati e i 52 milioni di euro sequestrati
Ultimo Aggiornamento:

Nel cuore della capitale italiana, una truffa di proporzioni considerevoli è stata recentemente scoperta. Trentuno individui sono attualmente indagati per una serie di crimini gravi che vanno dalla percezione indebita di erogazioni pubbliche alla truffa ai danni dello Stato, passando per riciclaggio e autoriciclaggio.

Oltre 52 milioni di euro in crediti d’imposta sono stati sequestrati dalle autorità.

Il Bonus Facciate e il suo obiettivo

Prima di immergersi nei dettagli dell’inchiesta, è fondamentale comprendere la natura e gli obiettivi del Bonus Facciate. Il “bonus facciate” è un’incentivo fiscale in vigore in Italia per promuovere la ristrutturazione delle facciate degli edifici esistenti.

Leggi anche: Bonus Facciate 2022: Ultime notizie e guida completa

Con questo bonus, era possibile ottenere una detrazione fiscale sulle spese sostenute per interventi di recupero o restauro della facciata esterna degli immobili. La misura è stata introdotta per incentivare i lavori di miglioramento estetico e di efficienza energetica, nonché per contribuire al rinnovamento urbano.

La percentuale della detrazione e le modalità di fruizione possono variare in base alla normativa vigente. Ad esempio, nel 2020 e 2021, la detrazione era del 90% delle spese sostenute, da ripartire in 10 rate annuali di pari importo.

In un contesto come quello italiano, ricco di architettura storica e culturale, l’intento era duplice: dare un nuovo volto alle città e, al contempo, stimolare l’economia.

La scoperta della maxi truffa

L’inchiesta, iniziata dalla Procura di Locri e poi trasferita a quella di Roma, ha portato al sequestro di una somma ingente, convalidato dal gip della Capitale. Le indagini sono state condotte con la massima efficienza dal Comando provinciale di Reggio Calabria della Guardia di Finanza. Grazie all’eccellente lavoro di queste istituzioni, sono emersi dettagli sconcertanti sull’entità della truffa.

I dettagli emersi indicano che i 31 indagati avrebbero percepito illecitamente crediti d’imposta attraverso false dichiarazioni e documentazione. Peggio ancora, gli interventi per i quali questi fondi erano stati richiesti non sono mai stati realizzati, rendendo il caso ancora più grave e mostrando un livello di premeditazione e coordinamento che esige ulteriori indagini.

Leggi anche: Bonus facciate ed Ecobonus: falsi crediti per 670 milioni

Oltre al danno economico, che è di per sé gravissimo, la truffa rischia di compromettere l’integrità del sistema di incentivi statali. La percezione pubblica verso tali programmi potrebbe essere indebolita, con un impatto negativo sulla partecipazione futura e sulla credibilità delle istituzioni.

La Procura di Roma è ora incaricata di portare avanti le indagini, e ci si aspetta un’azione legale tempestiva nei confronti degli indagati. La comunità è ansiosa di vedere giustizia fatta, e c’è un forte desiderio di trasparenza e responsabilità nel sistema.

Conclusione

Questo caso mette in evidenza la cruciale necessità di un sistema forte e integro che possa prevenire e individuare atti di corruzione o truffa. La Guardia di Finanza e la Procura hanno un ruolo fondamentale nel mantenere tale integrità, e i loro sforzi continui sono la chiave per prevenire simili scandali in futuro.

Richiedi informazioni per Bonus, Bonus Facciate, Notizie

Compila il form sottostante: la tua richiesta verrà moderata e successivamente inoltrata alle migliori Aziende del settore, GRATUITAMENTE!

Voglio iscrivermi gratuitamente per avere risposte più veloci!

*Vista l'informativa privacy, acconsento anche alle finalità ivi descritte agli artt. 2.3, 2.4, 2.5. Per limitare il consenso ad una o più finalità clicca qui.

Invia Richiesta

Articoli Correlati

Piano di lavoro amianto: cos’è, quando è obbligatorio e come si redigePiano di lavoro amianto: cos’è, quando è obbligatorio e come si redige

Piano di lavoro amianto: cos’è, quando è obbligatorio e come si redige

11/06/2024 10:12 - L'amianto, un tempo usato comunemente nelle costruzioni italiane, ora richiede un dettagliato piano di bonifica per la rimozione, seguendo i criteri del Decreto Legislativo 81/2008, per proteggere salute e ambiente.
Cosa puoi sanare con il decreto salva casa?Cosa puoi sanare con il decreto salva casa?

Cosa puoi sanare con il decreto salva casa?

10/06/2024 10:38 - Il recente decreto "Salva casa" introduce una serie di novità significative per i [..]
Patente a punti cantiere: come funziona e quando è obbligatoriaPatente a punti cantiere: come funziona e quando è obbligatoria

Patente a punti cantiere: come funziona e quando è obbligatoria

10/06/2024 08:26 - E' in vigore dallo scorso 1 maggio la patente a punti per i cantieri. Si tratta di [..]
20 milioni di euro per la sicurezza stradale nei piccoli comuni20 milioni di euro per la sicurezza stradale nei piccoli comuni

20 milioni di euro per la sicurezza stradale nei piccoli comuni

08/06/2024 12:06 - Il governo italiano ha stanziato 20 milioni di euro per migliorare la sicurezza [..]
Cedolare secca 2024: cos'è, come funziona e cosa cambia nel 2024Cedolare secca 2024: cos'è, come funziona e cosa cambia nel 2024

Cedolare secca 2024: cos'è, come funziona e cosa cambia nel 2024

08/06/2024 10:49 - La cedolare secca è un [..]
TAGS: bonus facciate, truffa, truffa bonus facciate

Autore: Andrea Dicanto

Autore Andrea Dicanto
Appassionato Progettista esperto nel settore dell'Edilizia, delle Costruzioni e dell'Arredamento. Fin da giovane ho sempre studiato ed analizzato problematiche che vanno dalle questioni statiche di edifici e costruzioni fino al miglior modo di progettare ed arredare gli spazi interni, strizzando l'occhio alle nuove tecnologie soprattutto in ambito sismico.

Leggi tutti i miei articoli | Visita il mio profilo Linkedin

Edilizia.com è online dal 1998, il primo del settore in Italia!