Edilizia.com
Edilizia.com
Home » Energie Rinnovabili » Fotovoltaico » Impianto fotovoltaico: tipologie, caratteristiche e differenze

Impianto fotovoltaico: tipologie, caratteristiche e differenze

Impianto fotovoltaico: tipologie, caratteristiche e differenzeImpianto fotovoltaico: tipologie, caratteristiche e differenze
Ultimo Aggiornamento:

Gli impianti fotovoltaici sono sistemi che permettono di convertire l’energia solare in energia elettrica utilizzabile per alimentare le abitazioni, gli edifici commerciali e industriali, e persino per la produzione di energia su larga scala. Il funzionamento degli impianti fotovoltaici si basa sull’utilizzo di pannelli solari, che contengono celle fotovoltaiche in grado di catturare la luce solare e trasformarla in corrente elettrica continua (DC).

Per poter utilizzare l’energia prodotta dai pannelli solari, è necessario convertirla in corrente alternata (AC), che è il tipo di corrente utilizzato dai dispositivi elettrici comuni. A questo scopo, gli impianti fotovoltaici sono dotati di un componente chiamato inverter, che si occupa di trasformare la corrente continua prodotta dai pannelli in corrente alternata utilizzabile.

Gli impianti fotovoltaici possono essere installati su tetti, facciate, terreni o altre superfici esposte alla luce solare, e contribuiscono a ridurre le emissioni di gas serra e l’impatto ambientale legato alla produzione di energia elettrica da fonti fossili. Grazie alle loro caratteristiche e ai progressi tecnologici, gli impianti fotovoltaici rappresentano una soluzione sempre più diffusa e conveniente per produrre energia pulita e rinnovabile, con vantaggi sia economici che ambientali.

Gli impianti fotovoltaici sono diventati sempre più popolari grazie alla loro capacità di produrre energia pulita ed ecosostenibile. In questo articolo, esploreremo le diverse tipologie di impianti fotovoltaici, le loro caratteristiche e tutto ciò che è necessario sapere per valutare la soluzione più adatta alle proprie esigenze.

Le tipologie di impianti fotovoltaici: monofase, trifase e microinverter

  • Impianti fotovoltaici monofase: Questi impianti utilizzano un inverter monofase per convertire la corrente continua (DC) prodotta dai pannelli solari in corrente alternata (AC) utilizzabile dall’impianto elettrico domestico. Sono la soluzione più diffusa per abitazioni di piccole e medie dimensioni, con potenze fino a 6 kW.
  • Impianti fotovoltaici trifase: Per potenze superiori a 6 kW, è consigliabile optare per un impianto fotovoltaico trifase, che utilizza un inverter trifase per gestire la conversione della corrente elettrica. Questi impianti sono ideali per edifici commerciali, industriali e residenziali di grandi dimensioni.
  • Impianti fotovoltaici con microinverter: I microinverter sono dispositivi di conversione dell’energia montati direttamente sui pannelli solari. Essi permettono di convertire la corrente continua (DC) in corrente alternata (AC) a livello di singolo pannello, ottimizzando l’efficienza energetica e riducendo le perdite di potenza dovute all’ombreggiamento parziale. Sono adatti a impianti di piccole e medie dimensioni, con un costo leggermente superiore rispetto agli impianti tradizionali.

Le caratteristiche degli impianti fotovoltaici: rendimento, efficienza e durata

  • Rendimento: Il rendimento di un impianto fotovoltaico si riferisce alla percentuale di energia solare che viene convertita in energia elettrica. I pannelli solari più efficienti presentano un rendimento superiore al 20%, mentre la media di mercato si aggira intorno al 16-18%.
  • Efficienza: L’efficienza di un impianto fotovoltaico dipende dalla qualità dei pannelli solari e degli inverter, oltre che dalle condizioni ambientali e di installazione. Un impianto ben progettato e installato può mantenere un’alta efficienza energetica per oltre 25 anni.
  • Durata: La durata degli impianti fotovoltaici è influenzata dalla qualità dei componenti e dalla manutenzione periodica. La maggior parte dei pannelli solari ha una garanzia di 25 anni, mentre gli inverter solitamente hanno una garanzia di 10 anni. Con una corretta manutenzione, un impianto fotovoltaico può funzionare per oltre 30 anni.

La scelta del giusto impianto fotovoltaico: fattori da considerare

  • Dimensioni dell’impianto: Per determinare la dimensione dell’impianto fotovoltaico più adatta alle proprie esigenze, è necessario valutare il consumo energetico annuale e la superficie disponibile per l’installazione dei pannelli solari. È importante scegliere un impianto che sia in grado di coprire almeno il 70% del fabbisogno energetico, al fine di massimizzare il risparmio sulla bolletta elettrica.
  • Posizione e orientamento: La posizione e l’orientamento dei pannelli solari influiscono notevolmente sull’efficienza dell’impianto fotovoltaico. Per ottenere il massimo rendimento, i pannelli solari dovrebbero essere installati in una posizione soleggiata, con un’inclinazione e un orientamento ottimali (in genere verso sud, con un angolo di 30-35 gradi).
  • Costi e incentivi: I costi di un impianto fotovoltaico variano in base alla dimensione, alla qualità dei componenti e alle modalità di installazione. Tuttavia, è possibile beneficiare di incentivi statali e regionali, come il “Superbonus 110%” e le detrazioni fiscali, che possono coprire una parte significativa delle spese. Inoltre, grazie al meccanismo dello “scambio sul posto”, è possibile ottenere un credito in bolletta per l’energia prodotta e non autoconsumata.
  • Installazione e manutenzione: Affidarsi a un’azienda qualificata per l’installazione e la manutenzione dell’impianto fotovoltaico è fondamentale per garantirne la durata e l’efficienza nel tempo. È importante verificare che l’installatore sia certificato e abbia esperienza nella progettazione e realizzazione di impianti fotovoltaici.

Gli impianti fotovoltaici stand-alone

Gli impianti fotovoltaici stand-alone, noti anche come impianti fotovoltaici autonomi o impianti off-grid, sono sistemi di generazione di energia elettrica che operano in modo indipendente dalla rete elettrica nazionale. Questi impianti sono ideali per luoghi isolati, case di campagna, rifugi di montagna, imbarcazioni, o in generale, in tutte quelle situazioni in cui non è possibile o conveniente connettersi alla rete elettrica.

Il funzionamento di un impianto fotovoltaico stand-alone è simile a quello degli impianti fotovoltaici collegati alla rete (on-grid), ma prevede l’aggiunta di un sistema di accumulo energetico, solitamente costituito da batterie. Le batterie permettono di immagazzinare l’energia elettrica prodotta dai pannelli solari durante le ore diurne e di utilizzarla durante la notte o nei periodi di scarsa irradiazione solare, garantendo così un approvvigionamento energetico costante e affidabile.

Un impianto fotovoltaico stand-alone è composto dai seguenti componenti principali:

  1. Pannelli solari: Catturano l’energia solare e la convertono in corrente elettrica continua (DC).
  2. Regolatore di carica: Gestisce il flusso di corrente tra i pannelli solari, le batterie e i carichi elettrici, proteggendo le batterie da sovraccarico e scarica eccessiva.
  3. Batterie: Immagazzinano l’energia elettrica prodotta dai pannelli solari per poi utilizzarla quando necessario.
  4. Inverter: Converte la corrente continua (DC) prodotta dai pannelli solari e accumulata nelle batterie in corrente alternata (AC), utilizzabile dagli apparecchi elettrici.

Gli impianti fotovoltaici stand-alone richiedono una progettazione accurata per garantire che il dimensionamento del sistema, la capacità delle batterie e l’autonomia energetica siano adeguati alle esigenze specifiche degli utenti. Inoltre, è importante prevedere una manutenzione regolare per assicurare il corretto funzionamento e la durata nel tempo del sistema.

Gli impianti fotovoltaici connessi alla rete

Gli impianti fotovoltaici connessi alla rete, chiamati anche impianti on-grid o grid-tied, sono sistemi di generazione di energia elettrica che sono direttamente collegati alla rete elettrica nazionale. A differenza degli impianti stand-alone, che operano in modo indipendente dalla rete, gli impianti fotovoltaici connessi alla rete scambiano energia con la rete elettrica, permettendo di utilizzare l’energia prodotta dai pannelli solari per autoconsumo e di vendere l’energia in eccesso alla compagnia elettrica.

Un impianto fotovoltaico connesso alla rete è costituito dai seguenti componenti principali:

  1. Pannelli solari: Catturano l’energia solare e la convertono in corrente elettrica continua (DC).
  2. Inverter: Converte la corrente continua (DC) prodotta dai pannelli solari in corrente alternata (AC), che può essere utilizzata dagli apparecchi elettrici e immessa nella rete elettrica.
  3. Contatore bidirezionale: Misura l’energia elettrica prelevata dalla rete e quella immessa, permettendo di calcolare l’autoconsumo e l’energia in eccesso venduta.

Nei paesi in cui sono previsti incentivi per la produzione di energia da fonti rinnovabili, come l’Italia, gli impianti fotovoltaici connessi alla rete possono beneficiare di meccanismi di compensazione, come lo “scambio sul posto”, che consente di ottenere un credito in bolletta per l’energia prodotta e non autoconsumata.

Gli impianti fotovoltaici connessi alla rete rappresentano la soluzione più diffusa per l’installazione di pannelli solari in ambito residenziale e commerciale, in quanto permettono di ridurre il costo dell’energia elettrica, aumentare l’indipendenza energetica e contribuire alla riduzione delle emissioni di gas serra.

Conclusioni: come scegliere l’impianto fotovoltaico più adatto alle proprie esigenze

In sintesi, la scelta dell’impianto fotovoltaico più adatto alle proprie esigenze dipende da una serie di fattori, tra cui le dimensioni dell’impianto, la posizione e l’orientamento dei pannelli solari, i costi e gli incentivi disponibili, e l’affidabilità dell’installatore.

È importante valutare attentamente tutte queste variabili e confrontare diverse soluzioni prima di prendere una decisione, al fine di ottenere un impianto fotovoltaico efficiente, durevole e in grado di garantire un risparmio economico significativo nel lungo periodo.

Leggi anche:

Richiedi informazioni per Approfondimenti Tecnici, Casa, Conto termico, Energie Rinnovabili, Fotovoltaico, Notizie

Compila il form sottostante: la tua richiesta verrà moderata e successivamente inoltrata alle migliori Aziende del settore, GRATUITAMENTE!

Voglio iscrivermi gratuitamente per avere risposte più veloci!

*Vista l'informativa privacy, acconsento anche alle finalità ivi descritte agli artt. 2.3, 2.4, 2.5. Per limitare il consenso ad una o più finalità clicca qui.

Invia Richiesta

Prodotti suggeriti

ECOTEK è il partner perfetto per l’installazione di impianti fotovoltaiciECOTEK è il partner perfetto per l’installazione di impianti fotovoltaici

ECOTEK è il partner perfetto per l’installazione di impianti fotovoltaici

Da 15anni, ECOTEK propone sistemi di produzione di energia da fonte solare fotovoltaica moderni e all’avanguardia.
Impianto FotovoltaicoImpianto Fotovoltaico

Impianto Fotovoltaico

Caratteristiche impianto fotovoltaico, parzialmente integrato, montato sopra la copertura a tegole di un'abitazione con [..]
TECU Solar SystemTECU Solar System

TECU Solar System

 TECU Solar System è l'innovativo sistema integrato di superficie captante realizzato interamente in rame e [..]
Erit®Erit®

Erit®

La soluzione più avanzata nel settore delle coperture fotovoltaiche integrate
Coppi e Tegole FotovoltaiciCoppi e Tegole Fotovoltaici

Coppi e Tegole Fotovoltaici

Industrie Cotto Possagno ha realizzato una nuova gamma di coppi e tegole che unisce le funzionalità classiche [..]
Vedi tutti i Prodotti in Fotovoltaico

Articoli Correlati

Impianto fotovoltaico: di quanti KWp ho bisogno? I migliori consigli per capire le tue esigenze energeticheImpianto fotovoltaico: di quanti KWp ho bisogno? I migliori consigli per capire le tue esigenze energetiche

Impianto fotovoltaico: di quanti KWp ho bisogno? I migliori consigli per capire le tue esigenze energetiche

20/05/2024 09:47 - Installare un impianto fotovoltaico richiede la giusta dimensione per massimizzare l'efficienza energetica. Scopri come determinare i kilowatt picco (KWp) necessari per soddisfare le tue esigenze energetiche e ottimizzare i risparmi.
Agrivoltaico: nuove norme per l'installazione dei pannelli solariAgrivoltaico: nuove norme per l'installazione dei pannelli solari

Agrivoltaico: nuove norme per l'installazione dei pannelli solari

09/05/2024 11:38 - Le nuove normative [..]
Fotovoltaico senza costi? scopri come con il Reddito EnergeticoFotovoltaico senza costi? scopri come con il Reddito Energetico

Fotovoltaico senza costi? scopri come con il Reddito Energetico

07/03/2024 14:40 - Il reddito energetico 2024 offre alle famiglie a basso reddito un contributo a [..]
TAGS: conto termico, fotovoltaico, grid-tied, gse, impianti fotovoltaici stand-alone, impianto fotovoltaico, on-grid, stand-alone

Autore: Redazione Online

Edilizia.com è online dal 1998, il primo del settore in Italia!