Edilizia sanitaria Campania: 1,83 miliardi per ospedali, assunzioni e sistemi innovativi

Piano Edilizia Ospedaliera

La notizia arriva direttamente dal Presidente regionale della Campania, Vincenzo De Luca. Il piano è stato approvato il 1° agosto del 2019, e dopo un’istruttoria durata ben 15 mesi, finalmente la Campania è pronta a partire.

Stiamo parlando del nuovo Piano di Edilizia Ospedaliera, che prevede l’erogazione di 1 miliardo e 83 milioni di euro da destinare agli ospedali campani. De Luca: “è una sfida complicata, ma siamo pronti ad affrontarla”.

Commissariamento concluso, al via le assunzioni negli Ospedali

Un provvedimento regionale che coinvolge una tale somma di denaro, tutto dedicato alla rete ospedaliera, non si vedeva da quasi 20 anni. De Luca promette che avvierà una vasta serie di lavori di rifacimento, ammodernamento, ristrutturazioni e nuove costruzioni, che interesseranno tutti gli ospedali campani che necessitano di interventi edilizi. Il Presidente sostiene che da questo momento cambierà per sempre il volto della rete ospedaliera campana.

Come già accennato però, si tratta di un progetto parecchio complicato da gestire. Infatti, nonostante i fondi siano arrivati, De Luca afferma che c’è ancora il problema della scarsità di personale. Per tanti anni, la Campania non ha potuto assumere personale, in quanto la Sanità era gestita con modalità di commissariamento.

Oggi però le cose cambiano. De Luca infatti ha ricevuto l’approvazione per assumere ben 7.600 persone, tra medici, infermieri e personale ospedaliero. Il presidente afferma che i primi 700 saranno assunti presso le Asl e l’Ospedale Cardarelli di Napoli.

Ospedali Campania: i primi interventi previsti

Tra gli interventi previsti, De Luca cita: la ristrutturazione dell’Ospedale di San Leonardo a Castellammare di Stabia, l’apertura di un nuovo reparto all’Ospedale Santa Maria della Pietà di Nola, il rifacimento di reparti e facciata presso l’Ospedale Maresca di Torre del Greco, la costruzione del nuovissimo Ospedale Unico della Penisola Sorrentina e della Costiera Amalfitana, che sostituirà i due nosocomi precedenti.

Ma non è finita qui. I fondi non saranno utilizzati solo per svolgere interventi edilizi presso gli ospedali. Si progetta infatti di installare telecamere di controllo all’interno delle ambulanze dell’Asl Napoli 1, presso l’Ospedale del Mare.

Inoltre, verrà introdotto un sistema di geo-localizzazione delle ambulanze, con sistemi tecnologici simili a quelli utilizzati dalla banche. In pratica, in ogni ambulanza sarà installato un bottone rosso di emergenza. In questo modo, nel caso si verificassero degli imprevisti o delle improvvise urgenze, l’autista del veicolo non dovrà fare altro che spingere il bottone rosso. L’allarme si indirizzerà direttamente verso le forze dell’ordine, che potranno individuare la posizione dell’ambulanza con tempi immediati.