Edilizia.com
Edilizia.com
Home » Economia e Finanza » Bonus Energia e Gas: dal 1° gennaio Codici Tributo inutilizzabili

Bonus Energia e Gas: dal 1° gennaio Codici Tributo inutilizzabili

Bonus Energia e Gas: dal 1° gennaio Codici Tributo inutilizzabiliBonus Energia e Gas: dal 1° gennaio Codici Tributo inutilizzabili
Ultimo Aggiornamento:

Con la Risoluzione n. 81 del 30 dicembre 2022, l’Agenzia delle Entrate ha definito la chiusura dei Codici Tributo riferibili ai crediti d’imposta derivanti dai Bonus Energia e Gas per il primo e il secondo trimestre 2022.

Sono interessati in questo caso solo i beneficiari dei Bonus Energia, Gas e Carburante che hanno deciso di utilizzare il credito d’imposta spettante in compensazione con l’F24.

I crediti infatti, alternativamente all’utilizzo in compensazione, possono essere ceduti a favore di terzi soggetti. La cessione del credito è ammessa per un massimo di 3 operazioni di cessione, di cui le ultime due devono essere fatte solo a favore di soggetti “qualificati”.

Ricordiamo inoltre che la Legge di Bilancio 2023 ha stabilito la proroga dei crediti anche in riferimento al 1° trimestre 2023. Per saperne di più, leggi: “Bonus Energia, Gas, Carburante: estesi a 1° trimestre 2023, le novità

Bonus Energia e Gas: tutti i crediti e Codici interessati

Quanto previsto dalla nuova Risoluzione n. 81 delle Entrate interessa, come abbiamo detto, i Codici Tributo riferibili al primo e al secondo trimestre del 2022, e relativi crediti derivanti da cessione. Sono i seguenti:

  1. Istituito con la Risoluzione n. 13/E del 21 marzo 2022:
    • 6960”, denominato “credito d’imposta a favore delle imprese energivore (primo trimestre 2022) – art. 15 del decreto-legge 27 gennaio 2022, n. 4”.
  1. Istituiti con la Risoluzione n. 18/E del 14 aprile 2022:
    • 6961”, denominato “credito d’imposta a favore delle imprese energivore (secondo trimestre 2022) – art. 4 del decreto-legge 1° marzo 2022, n. 17”;
    • 6962”, denominato “credito d’imposta a favore delle imprese a forte consumo gas naturale (secondo trimestre 2022) – art. 5 del decreto-legge 1° marzo 2022, n. 17”;
    • 6963”, denominato “credito d’imposta a favore delle imprese non energivore (secondo trimestre 2022) – art. 3 del decreto-legge 21 marzo 2022, n. 21”;
    • 6964”, denominato “credito d’imposta a favore delle imprese diverse da quelle a forte consumo gas naturale (secondo trimestre 2022) – art. 4 del decreto-legge 21 marzo 2022, n. 21”.
  1. Istituito con la Risoluzione n. 23/E del 30 maggio 2022:
    • 6965”, denominato “credito d’imposta per l’acquisto di carburanti per l’esercizio dell’attività agricola e della pesca (primo trimestre 2022) – art. 18 del decreto-legge 21 marzo 2022, n. 21”.
  1. Istituito con la Risoluzione n. 28/E del 13 giugno 2022:
    • 6966”, denominato “credito d’imposta a favore delle imprese a forte consumo di gas naturale (primo trimestre 2022) – art. 15.1 del decreto-legge 27 gennaio 2022, n. 4”.
  1. Istituito con la Risoluzione n. 48/E del 14 settembre 2022:
    • 6967”, denominato “credito d’imposta per l’acquisto di carburanti per l’esercizio dell’attività della pesca (secondo trimestre 2022) – art. 3-bis del decreto-legge 17 maggio 2022, n. 50”.
  1. Istituiti con la Risoluzione n. 38/E del 12 luglio 2022:
    • 7720”, denominato “CESSIONE CREDITO – credito d’imposta a favore delle imprese energivore (primo trimestre 2022) – art. 15 del decreto-legge 27 gennaio 2022, n. 4”;
    • 7721”, denominato “CESSIONE CREDITO – credito d’imposta a favore delle imprese energivore (secondo trimestre 2022) – art. 4 del decreto-legge 1° marzo 2022, n. 17”;
    • 7722”, denominato “CESSIONE CREDITO – credito d’imposta a favore delle imprese a forte consumo di gas naturale (primo trimestre 2022) – art. 15.1 del decreto-legge 27 gennaio 2022, n. 4”;
    • 7723”, denominato “CESSIONE CREDITO – credito d’imposta a favore delle imprese a forte consumo gas naturale (secondo trimestre 2022) – art. 5 del decreto-legge 1° marzo 2022, n. 17”;
    • 7724”, denominato “CESSIONE CREDITO – credito d’imposta a favore delle imprese non energivore (secondo trimestre 2022) – art. 3 del decreto-legge 21 marzo 2022, n. 21”;
    • 7725”, denominato “CESSIONE CREDITO – credito d’imposta a favore delle imprese diverse da quelle a forte consumo gas naturale (secondo trimestre 2022) – art. 4 del decreto-legge 21 marzo 2022, n. 21”;
    • 7726”, denominato “CESSIONE CREDITO – credito d’imposta per l’acquisto di carburanti per l’esercizio dell’attività agricola e della pesca (primo trimestre 2022) – art. 18 del decreto-legge 21 marzo 2022, n. 21”.
  1. Istituito con la Risoluzione n. 59/E dell’11 ottobre 2022:
    • 7727”, denominato “CESSIONE CREDITO – credito d’imposta per l’acquisto di carburanti per l’esercizio dell’attività della pesca (secondo trimestre 2022) – art. 3-bis del decreto-legge 17 maggio 2022, n. 50”.

Utilizzo crediti: dal 1° gennaio ammesso solo il riversamento

Tutti i crediti d’imposta derivanti dai bonus energia, gas e carburante per il primo e il secondo trimestre 2022 potevano essere utilizzati in compensazione oppure ceduti entro la data ultima del 31 dicembre 2022.

Ebbene, con la Risoluzione del 30 dicembre, il Fisco ha stabilito la chiusura di tutti i Codici Tributo elencati sopra, con decorrenza a partire dal 1° gennaio 2023.

Viene precisato che i Codici non saranno più validi ai fini dell’utilizzo in compensazione. Potranno invece essere utilizzati esclusivamente per il riversamento del credito ottenuto, nel caso in cui questo sia stato percepito indebitamente.

Leggi anche: “Bonus Energia 4° trimestre: nuovi modelli, Codici, scadenze, istruzioni

Richiedi informazioni per Economia e Finanza, Notizie

Compila il form sottostante: la tua richiesta verrà moderata e successivamente inoltrata alle migliori Aziende del settore, GRATUITAMENTE!

Voglio iscrivermi gratuitamente per avere risposte più veloci!

*Vista l'informativa privacy, acconsento anche alle finalità ivi descritte agli artt. 2.3, 2.4, 2.5. Per limitare il consenso ad una o più finalità clicca qui.

Invia Richiesta

Articoli Correlati

Sblocco crediti fiscali Superbonus: l'accordo tra Intesa San Paolo e FVGSblocco crediti fiscali Superbonus: l'accordo tra Intesa San Paolo e FVG

Sblocco crediti fiscali Superbonus: l'accordo tra Intesa San Paolo e FVG

22/03/2024 10:38 - L'accordo tra la Regione Friuli Venezia Giulia e Intesa Sanpaolo Spa segna un passo innovativo nel trattamento dei crediti fiscali del Superbonus, creando una sinergia tra pubblico e privato per sbloccare 75 milioni di euro a favore dell'economia regionale.
Case Green: 270 miliardi di euro per 7,6 milioni di case interessateCase Green: 270 miliardi di euro per 7,6 milioni di case interessate

Case Green: 270 miliardi di euro per 7,6 milioni di case interessate

18/03/2024 09:16 - In Italia, tra 5,5 e [..]
Gli effetti del Superbonus: deficit pubblico al 7,2%Gli effetti del Superbonus: deficit pubblico al 7,2%

Gli effetti del Superbonus: deficit pubblico al 7,2%

04/03/2024 10:19 - L'esplosione dei costi legati al Superbonus ha evidenziato una grave [..]
TAGS: bonus energia, bonus gas, codici tributo

Autore: Redazione Online

Edilizia.com è online dal 1998, il primo del settore in Italia!