Bonus Affitti 2021 e Prima Casa: fino a 1.200 euro per i locatori

Bonus Affitti 2021


Con l’ufficializzazione operativa del Decreto Ristori, il Governo ha introdotto un nuovo Bonus Affitti 2021. Questo è destinato ai locatori che affittano un immobile da adibire come Prima Casa, e che concedono uno sconto sull’importo del canone in favore degli affittuari.

Il Decreto Ristori (D.l. n. 137 del 28 ottobre 2020), è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 24 dicembre 2020. E riunisce in un’unica disposizione legislativa i Decreti Ristori Bis, Ter e Quater, istituiti dal Governo per far fronte alla seconda ondata del Covid-19.

Vediamo come funziona il Bonus Affitti 2021, e chi ha diritto ad usufruirne.

Bonus Affitti 2021: beneficiari e requisiti

Il Bonus Affitti 2021 è stato definito come una “norma sperimentale” dal suo ideatore, Daniele Pesco, Senatore della Repubblica ed esponente del Movimento 5 Stelle.

Pesco spiega che lo scopo di questo incentivo nasce per agevolare sia i proprietari di immobili, sia i cittadini che vivono in affitto. E fa sapere fin da subito che il Governo sta già lavorando per ampliare la platea dei beneficiari.

Per il momento infatti, l’agevolazione sarà concessa unicamente in favore delle città con alta densità abitativa. E rimangono quindi esclusi, per ora, i paesi e le piccole città.

I requisiti attualmente necessari per ottenere il Bonus Affitti 2021 sono:

  • L’immobile dovrà essere situato in una zona con alta densità abitativa;
  • Il proprietario dovrà affittare il fabbricato unicamente per scopo abitativo;
  • L’immobile dovrà essere adibito a Prima Casa per l’affittuario.
Advertisement - Pubblicità


Come funzionerà l’incentivo?

In sostanza, il Bonus Affitti 2021 concede un rimborso del 50% fino ad un massimo di 1.200 euro annui per il proprietario dell’immobile. Per usufruire del beneficio, il locatore dovrà applicare uno sconto sul canone mensile in favore dell’affittuario.

Non esiste un importo minimo stabilito che si dovrà rispettare. Ma è certo che, più alto sarà lo sconto, più elevato sarà anche l’importo di cui beneficerà poi il proprietario dell’immobile. La cifra massima che questo potrà ottenere è pari a 1.200 euro. E per arrivare a tale importo, il locatore dovrà concedere uno sconto pari a 2.400 euro per tutto l’anno.

Infatti, ricordiamo che il locatore otterrà il 50% dello sconto complessivo concesso durante i 12 mesi del 2021.

Il proprietario dell’immobile sarà tenuto a comunicare la rinegoziazione del canone di locazione all’Agenzia delle Entrate, che si occuperà di gestire l’incentivo.

Al momento non è ancora possibile fare richiesta per il Bonus Affitti 2021. Il Governo assicura però che l’Agenzia delle Entrate divulgherà tutte le modalità e disposizioni relative all’incentivo entro e non oltre 60 giorni dalla data di approvazione della legge.

Il Decreto Ristori è stato approvato definitivamente in data 18 dicembre 2020, per cui ci aspettiamo di saperne di più entro la metà di febbraio.