Simulatori GSE: come sapere quanto risparmierai

simulatore GSE


A partire dal 10 dicembre 2020, è attiva la piattaforma Interventi e Simulatori GSE. Questa consente, in base all’inserimento dei relativi dati, di sapere quanto si può risparmiare con gli interventi di efficientamento energetico.

Il procedimento è molto semplice, basta accedere al sito ufficiale del GSE, e cliccare sulle tre righe orizzontali che si trovano in alto a destra (Menù laterale). A quel punto, sempre sulla destra, cliccare su “Servizi”. Il primo risultato che uscirà sarà proprio quello di Interventi e Simulatori GSE. Accedendo, verrete condotti a questa pagina.

Vediamo come funziona e cosa è possibile calcolare.

Simulatori GSE: la nuova piattaforma per calcolare il futuro risparmio

La nuova piattaforma Interventi e Simulatori GSE, per poter calcolare il risparmio, consente di accedere a diverse opzioni a seconda dei lavori che si desiderano realizzare. Tale simulazione tiene già in conto anche le detrazioni concesse dallo stato. Ecco i servizi:

  • “Impianto di riscaldamento a condensazione ad alta efficienza per le scuole”;
  • “Impianto di climatizzazione con pompa di calore elettrica per le strutture ricettive”;
  • “Acquisto flotte aziendali elettriche”;
  • “Efficientamento impianto di illuminazione pubblica”;
  • “Portale Autoconsumo Fotovoltaico”.

Di seguito, ecco come funzionano.

Advertisement - Pubblicità


Impianto di riscaldamento a condensazione ad alta efficienza per le scuole

Calcola il risparmio che si otterrebbe sostituendo un vecchio impianto con caldaia a gas, con uno nuovo con caldaia a condensazione a gas metano di ultima generazione. Ovviamente questo punto è dedicato agli istituti scolastici.

I dati richiesti sono:

  • Nome della scuola;
  • Regione;
  • Provincia;
  • Comune;
  • Tipologia generatore attuale;
  • Utilizzo generatore;
  • Tipologia di distribuzione attuale per il riscaldamento;
  • Consumo medio annuo di combustibile.

Impianto di climatizzazione con pompa di calore elettrica per le strutture ricettive

Dedicato alle strutture ricettive, quindi alle aziende legate al turismo, consente di sapere quanto si può risparmiare grazie al servizio dei Simulatori GSE. È necessario inserire i dati relativi a:

  • Nome struttura ricettiva;
  • Dimensione impresa;
  • Regione;
  • Provincia;
  • Comune;
  • Tipologia generatore attuale;
  • Utilizzo generatore;
  • Tipologia di distribuzione per il riscaldamento;
  • Consumo medio di combustibile all’anno.
Advertisement - Pubblicità


Acquisto flotte aziendali elettriche

Anche questo servizio è pensato per le aziende, e permette di simulare il risparmio se si sostituisce la flotta attuale, con nuovi veicoli ad alimentazione elettrica.

Sono necessarie le seguenti informazioni:

  • Denominazione flotta aziendale;
  • Tipo di intervento, che consente la scelta tra: rinnovo flotta precedente, o costituzione di nuova flotta. Se si sceglie il rinnovo, si dovrà specificare il tipo di alimentazione attuale e il consumo medio. Se invece si opta per la nuova flotta, viene richiesta la tipologia di veicolo che si desidera, la quantità e la percorrenza media necessaria.

Efficientamento impianto di illuminazione pubblica

Servizio dei Simulatori GSE dedicato ai Comuni italiani. Consente di sapere quale sarà il risparmio sostituendo la tipologia di illuminazione attuale con un tipo di illuminazione con LED e sensori.

Ecco i dati da inserire:

  • Denominazione intervento;
  • Area d’intervento;
  • Numero di lampade da sostituire.
Advertisement - Pubblicità


Portale Autoconsumo Fotovoltaico

Infine, l’ultima opzione disponibile consente di conoscere il risparmio che si avrebbe installando un impianto fotovoltaico.

Tale servizio è dedicato a:

  • Cittadini privati;
  • Condomini;
  • Imprese;
  • Lavoratori autonomi;
  • Enti non commerciali;
  • Pubblica Amministrazione.

L’opzione destinata a cittadini privati e condomini richiede le seguenti informazioni:

  • Consumo annuo in bolletta;
  • Superficie soleggiata a disposizione.

Il servizio destinato invece a imprese, autonomi, enti non commerciali e PA, che hanno un consumo annuo fino a 500.000 kWh/annui, chiede:

  • Consumo annuo in bolletta;
  • Superficie soleggiata a disposizione;
  • Tipologia di soggetto richiedente.

La terza opzione invece è quella dedicata ai cosiddetti “Grandi Consumatori”, ovvero le imprese e le PA con un consumo annuo maggiore di 500.000 kWh.

In tal caso, i Simulatori GSE concedono un’analisi più approfondita e accurata. Sarà infatti necessario inserire tutti i dati relativi all’azienda, oltre alle generalità di una persona di riferimento per eventuali contatti da parte del portale.





Altri approfondimenti ed Articoli Correlati