Ascensore in condominio: tipologie e costi

ascensore condominio

L’ascensore in condominio è uno strumento che è diventato ormai quasi indispensabile, e che oltretutto è diventato obbligatorio a partire dal 1989.

Il D.M. 236/89 infatti ha stabilito che i nuovi edifici con più di 3 piani devono necessariamente possedere un ascensore. Si precisa inoltre che, è possibile non installarlo subito al momento della costruzione, ma comunque si deve assicurare che sarà inserito in un secondo momento.

A prescindere dalla normativa comunque, l’ascensore è un elemento che ormai non può mancare in un condominio. Per garantire comodità, per aumentarne il valore, ma anche per semplici motivi estetici.

Ascensore in condominio: quante tipologie esistono?

Dal punto di vista meccanico, esistono due tipologie di ascensore che è possibile installare in condominio, e sono quelli:

  • Elettrici, ovvero quelli tradizionali che vengono installati più spesso. La cabina si muove utilizzando l’elettricità. Hanno generalmente un prezzo elevato per quanto riguarda l’installazione, ma dei costi di manutenzione piuttosto convenienti. Inoltre, gli ascensori di questo tipo si muovono velocemente senza problemi;
  • Oleodinamici, poco ingombranti, solitamente installati in edifici piccoli e poco trafficati. In questo caso, la cabina non si muove per mezzo dell’elettricità ma tramite la pressione generata da un fluido. Si muove in maniera lenta, ed è sconsigliato utilizzarlo per più di 40 corse all’ora, in quanto c’è il pericolo che il fluido si surriscaldi. I costi di installazione qui sono più bassi, ma risultano più elevati quelli di manutenzione.

Dal punto di vista estetico poi esistono numerose opzioni tra le quali scegliere. Per esempio, ci sono gli ascensori con una sola porta o con doppia porta. Oppure esistono anche quelli in stile vintage, che comprendono le inferriate o i cancelli. In ogni caso, questa scelta risulta a discrezione dell’amministrazione condominiale e non apporta alcuna modifica alla qualità dell’ascensore.

Quanto viene a costare l’installazione?

Conoscere gli esatti prezzi necessari per l’installazione di un ascensore in condominio non è possibile senza valutare prima il caso. Infatti, solo una ditta di installazione ascensori saprà stabilire precisamente il costo per quanto riguarda l’installazione e le opere murarie.

Il prezzo dipenderà da numerosi fattori, come la tipologia dell’ascensore ma anche il numero di piani dell’edificio o la qualità delle finiture. Le opere murarie poi, saranno conteggiate a parte.

Possiamo comunque dare una stima generale sui prezzi di installazione di un ascensore in condominio di media qualità estetica che dovrà servire 3 piani:

  • Installazione ascensore elettrico: da 8.000 a 20.000 euro circa, escluse le opere murarie;
  • Installazione ascensore oleodinamico: da 6.000 a 14.000 euro circa, escluse le opere murarie;
  • Opere murarie: da 4.000 a 10.000 euro circa.



Uretek