Il controllo degli effetti del vento grazie al sensore wireless PCE Instruments

Condividi!

In edilizia, uno dei fattori chiave nella realizzazione di opere architettoniche e nella manutenzione degli edifici, è la valutazione del possibile impatto dei fattori atmosferici.

In particolare, le norme di sicurezza applicate nei cantieri non possono prescindere dalla valutazione dei fattori di rischio derivanti da possibili agenti atmosferici.

Per esempio, bisogna prevedere quale impatto possano avere il vento o la pioggia sulle costruzioni, sulle impalcature, sui tendoni, sui ponteggi o sui macchinari di movimentazione che si utilizzano in cantiere.

Per questo motivo, sono disponibili in commercio moltissimi sistemi di monitoraggio delle precipitazioni atmosferiche o per la misurazione della forza del vento, in modo da avere costantemente una rilevazione di questi fattori ed evitare rischi di sovraccarico o cedimento delle strutture.

In particolare, i sensori che misurano la forza del vento si installano in punti sensibili del cantiere e possono essere collegati facilmente a dei sistemi di allarme in modo da prevedere qualsiasi rischio.

Grazie alle tecnologie wireless, infatti, i sensori possono esse installati anche a grandi altezze e possono trasmettere in tempo reale i dati senza bisogno di essere collegati via cavo. Questa caratteristica li rende estremamente versatili e di facile impiego.

Una delle aziende leader nella produzione e commercializzazione di questi prodotti è PCE Instruments che completa la sua offerta di strumenti di misura con diversi sensori per la rilevazione della forza del vento.

Tra questi bisogna sicuramente citare il sensore per vento wireless PCE-WSAC 50W, adatto per installazioni all’aperto dove è necessario misurare e controllare continuamente la velocità del vento.

Questo tipo di sensore può essere installato lontano dall’unità di controllo o in luoghi di difficile accesso, grazie alla semplice installazione e all’ampia portata wireless.

Questo perché, Il sensore per vento wireless PCE-WSAC 50W può essere utilizzato su gru, turbine eoliche, castelli gonfiabili, tende, lavori di costruzione esterni come lavori su altezze o impalcature e il monitoraggio di stazioni di servizio incustodite dove è necessario controllare che il vento non superi determinate velocità.

La misurazione avviene costantemente in modo da attivare tempestivamente le procedure di sicurezza.

Per questo motivo il sensore per vento wireless PCE-WSAC 50W è dotato di due relè, uno per il pre-allarme e l’altro per l’allarme principale. 

Il sensore dispone poi di un ampio range di rilevazione. La portata wireless del sensore per vento è di 750 m all’esterno con visione diretta e utilizza una banda di frequenza liberamente utilizzabile. Se si installa il monitor di questo sistema di controllo e allarme PCE-WSAC 50W all’interno di un edificio, la portata del sensore per vento sarà fino a 60 m. Grazie al fatto che il monitor integra un’uscita analogica 4-20 mA, è possibile inviare i valori misurati a un datalogger per l’analisi.

Un’altra caratteristica fondamentale è poi quella legata alla sua stabilità grazie al supporto a pendolo: il sensore per vento wireless è infatti autolivellante. Quando la gru è inclinata a causa del carico, il sensore per vento wireless rimane in posizione verticale, non risentendo dell’inclinazione del supporto. Per questo motivo, la rilevazione della forza del vento da parte di questo sensore è sempre affidabile poiché non risente delle oscillazioni della superficie su cui è installato

Da notare infine come il sensore sia estremamente robusto visto che può controllare raffiche di vento che possono arrivare a 180 km/h (50 m/s).

Tutte queste caratteristiche lo rendono uno strumento molto utile e versatile, in grado di offrire la risposta ideale ai numerosi vincoli imposti dai regolamenti sulla sicurezza, dove è obbligatorio questo tipo di controllo.



  Tags:
  Categorie: