Manutenzione tetto: come e quando effettuarla

manutenzione tetto

La manutenzione della copertura del tetto è fondamentale per garantire la stabilità e la lunga durata dello stesso. Nel caso non venisse mai effettuata infatti, si potrebbero creare delle infiltrazioni, o potrebbero anche danneggiarsi i moduli che lo compongono.

Come tutti sappiamo, con il passare degli anni anche le strutture più resistenti possono subire i danni dell’usura. E, quindi, tendono a degradarsi.

La manutenzione del tetto è importante non solo per assicurarsi la stabilità della copertura, ma anche dell’intero edificio, che in questo modo viene protetto e preservato.

Manutenzione tetto: come si procede

Per quanto riguarda la manutenzione del tetto, non c’è alcuna regola né imposizione burocratica che obblighi a contattare un tecnico esperto per effettuarla.

Tuttavia, se volete assicurarvi che il lavoro sia svolto a regola d’arte, raccomandiamo sempre di lasciar fare a chi di competenza. In caso contrario, c’è il pericolo che si vada a danneggiare anche le tegole che magari sono in buono stato. O il rischio che non ci si accorga di qualche infiltrazione molto dannosa.

In ogni caso, per effettuare la manutenzione del tetto si procede in questo modo:

  • Ispezione visiva, per constatare lo stato di conservazione degli elementi modulari che compongono la copertura. Sarà necessario controllare per bene ogni tegola (o coppo), per capire se sono tutte integre o ben accostate, oppure se si sono formate crepe e fessure;
  • Controllo degli spazi tra le tegole, per verificare che non si siano accumulati depositi di materiale nel tempo. Questo permette di evitare lo svilupparsi di ristagni d’acqua e infiltrazioni;
  • Verifica delle gronde e dei pluviali, al fine di assicurarsi che non abbiano subito danni a causa del maltempo;
  • Sostituzione delle tegole o dei coppi danneggiati. Soprattutto per quanto riguarda quest’operazione, è consigliato fortemente di rivolgersi a degli esperti del settore. Soprattutto nel caso di tetti inclinati.

Quando è consigliato effettuarla?

Si consiglia di effettuare la manutenzione del tetto soprattutto durante i mesi di primavera, oppure alla fine dell’estate. Nel primo caso, si va a verificare se le stagioni appena passate abbiano causato danni. Nel secondo caso, si va a prevenire il possibile danneggiamento in vista dell’autunno e dell’inverno.

Si raccomanda inoltre una rapida ispezione dopo ogni forte temporale. Che potrebbe aver danneggiato, spostato, o addirittura rotto alcune tegole.

Per garantire comunque che la copertura del tetto rimanga sempre in ottimo stato, gli esperti consigliano di procedere alla manutenzione con:

  • Un controllo ordinario almeno 1 volta all’anno;
  • Un’ispezione più approfondita almeno 1 volta ogni 2 anni;
  • La ristrutturazione ogni 10-40 anni, a seconda dei materiali e dello stato della struttura;
  • Una revisione accurata ogni 10-20 anni, se la copertura del tetto poggia su travi di legno.



  Tags:
  Categorie:
Uretek