Edilizia.com
Edilizia.com
Home » Casa » Bonus Affitto e IMU: se negati, possibile nuovo invio dopo 28 febbraio

Bonus Affitto e IMU: se negati, possibile nuovo invio dopo 28 febbraio

Bonus Affitto e IMU: se negati, possibile nuovo invio dopo 28 febbraioBonus Affitto e IMU: se negati, possibile nuovo invio dopo 28 febbraio
Ultimo Aggiornamento:

Con due nuove recenti FAQ, l’Agenzia delle Entrate ha spiegato che i beneficiari del Bonus Affitto e del Bonus IMU possono trasmettere l’autodichiarazione anche dopo la scadenza del 28 febbraio 2023.

Ciò viene consentito solo in presenza di determinate condizioni. Per tutti gli altri beneficiari, si dovrà sempre far riferimento al termine del 28 febbraio.

Approfondiamo di seguito.

Bonus Affitto e IMU: requisiti per invio nuova autodichiarazione

La concessione, prevista a favore dei beneficiari del Bonus Affitto e del Bonus IMU, stabilisce quindi che sia possibile trasmettere nuovamente l’autodichiarazione anche in seguito alla scadenza ultima del 28 febbraio.

Nello specifico, tale opzione è concessa a favore delle società costituite nel 2022 a seguito di operazione straordinaria, ma non solo.

Queste possono procedere con l’invio di una nuova autodichiarazione, anche dopo il termine del 28 febbraio, se:

  1. In seguito al primo invio – che deve essere correttamente avvenuto entro il 28 febbraio – il sistema ha rilasciato una ricevuta di diniego;
  2. Il soggetto beneficiario, nonostante il diniego ricevuto, è in possesso di tutti i requisiti per usufruire delle agevolazioni in oggetto.

Invio post scadenza: tutti i soggetti che possono fruirne

Come detto, la concessione riguarda i soggetti beneficiari sia del Bonus Affitto per le imprese, sia del Bonus IMU per il turismo.

Le società costituite nel 2022 a seguito di operazione straordinaria – alle quali il sistema ha rifiutato l’autodichiarazione nonostante la presenza di tutti i requisiti – possono trasmettere nuovamente l’autodichiarazione via PEC all’indirizzo [email protected].

Ma attenzione perché non è finita qui.

La possibilità di inviare nuovamente l’autodichiarazione viene concessa anche a favore di altri soggetti, sempre nel caso in cui abbiano i requisiti per accedere alle agevolazioni ma abbiano ricevuto il diniego dal sistema dopo l’invio del Modello.

Tutti i soggetti possono procedere con un nuovo invio dopo il 28 febbraio, sempre tramite la PEC indicata sopra, qualora il sistema avesse rilasciato la ricevuta di diniego a causa di incongruenze tra i dati dei canoni di locazione inseriti nell’autodichiarazione e quelli presenti nell’Anagrafe tributaria.

In questo caso, è possibile che l’incongruenza dei dati sia dovuta al mancato aggiornamento degli stessi all’interno dell’Anagrafe, e in quel caso la mancanza non sarebbe imputabile al contribuente.

Possono procedere con l’invio tardivo – alle stesse condizioni già viste – anche le imprese che aderiscono al regime forfettario o quelle che, in ogni caso, non sono tenute a presentare dichiarazioni o comunicazioni periodiche IVA.

Anche qui, il rilascio della ricevuta di diniego può essere dovuto al fatto che in questi casi non è possibile determinare il calo di fatturato (requisito richiesto per accedere alle agevolazioni in oggetto) dai dati presenti nell’Anagrafe tributaria.

Per questo motivo, si spiega, il sistema potrebbe aver rilevato delle incongruenze che in realtà non ci sono.

Bonus Affitto e IMU: modalità invio, Modelli, contenuto

In tutti i casi che abbiamo citato, quindi, i beneficiari del Bonus Affitto e del Bonus IMU per il turismo, possono inviare l’autodichiarazione all’indirizzo PEC di cui sopra.

Il Modello da inviare è quello approvato con il provvedimento direttoriale del 30 giugno 2022 per quanto riguarda il Bonus Affitto. Lo trovate qui.

Il Modello di autodichiarazione legato al Bonus IMU per il turismo è invece stato approvato con il provvedimento direttoriale del 16 settembre 2022. Disponibile qui.

L’autodichiarazione dovrà essere firmata digitalmente dal beneficiario che intende fruire delle agevolazioni. Qualora questo non disponesse di firma digitale, sarà possibile allegare la copia di un documento di identità valido. Viene richiesto infine di allegare anche una copia della ricevuta di scarto rilasciata dal sistema.

Nel contenuto della PEC, sarà necessario indicare:

  • La dicitura “Diniego del credito in favore di imprese turistiche per i canoni di locazione di immobili”;
  • Il Codice Fiscale del soggetto beneficiario del credito;
  • Il motivo per il quale si chiede l’acquisizione dell’autodichiarazione.

Richiedi informazioni per Bonus, Casa, Detrazioni Fiscali, Notizie

Compila il form sottostante: la tua richiesta verrà moderata e successivamente inoltrata alle migliori Aziende del settore, GRATUITAMENTE!

Voglio iscrivermi gratuitamente per avere risposte più veloci!

*Vista l'informativa privacy, acconsento anche alle finalità ivi descritte agli artt. 2.3, 2.4, 2.5. Per limitare il consenso ad una o più finalità clicca qui.

Invia Richiesta

Articoli Correlati

Cosa puoi sanare con il decreto salva casa?Cosa puoi sanare con il decreto salva casa?

Cosa puoi sanare con il decreto salva casa?

10/06/2024 10:38 - Il recente decreto "Salva casa" introduce una serie di novità significative per i proprietari di abitazioni, rendendo più semplici e rapidi alcuni interventi edilizi.
Fabbricati D non accatastati: nuovi coefficienti IMU e IMPIFabbricati D non accatastati: nuovi coefficienti IMU e IMPI

Fabbricati D non accatastati: nuovi coefficienti IMU e IMPI

07/06/2024 10:25 - Il decreto del Mef del 8 marzo 2024 aggiorna i coefficienti di rivalutazione per i [..]
Riparazioni condominiali: chi paga e come ottenere il rimborsoRiparazioni condominiali: chi paga e come ottenere il rimborso

Riparazioni condominiali: chi paga e come ottenere il rimborso

03/06/2024 08:20 - Per ottenere il rimborso delle spese anticipate per le riparazioni condominiali, è [..]
Soppalco: le regole e i permessi necessariSoppalco: le regole e i permessi necessari

Soppalco: le regole e i permessi necessari

31/05/2024 11:01 - Il soppalco è una soluzione salva-spazio molto utilizzata, sia nelle abitazioni [..]
TAGS: affitto, bonus affitto, Bonus IMU, imu

Autore: Redazione Online

Edilizia.com è online dal 1998, il primo del settore in Italia!