Superbonus 110%: i dati ENEA aggiornati al 1° marzo 2022

Superbonus 110%: i dati ENEA aggiornati al 1° marzo 2022 Superbonus 110%: i dati ENEA aggiornati al 1° marzo 2022
Ultimo Aggiornamento:

L’ultimo rapporto presentato dall’ENEA riguardo agli investimenti fatti in ottica Superbonus 110% è datato al 1° marzo 2022 e conta un totale di oltre 21,1 miliardi di euro ammessi finora a detrazione.

Le spese relative ai lavori già portati a termine ammontano invece a più di 16 miliardi di euro.

Il report mostrato dall’ENEA, come sempre, mostra un resoconto generale delle spese conseguite in maniera unitaria e totale, a partire da quando il Superbonus 110% è entrato in vigore il 1° luglio 2020 con il Decreto Rilancio.

Leggi anche: “Superbonus 110%: nuova guida con la tabella pratica dell’ENEA

Superbonus 110%: gli investimenti al 31 marzo a livello nazionale

Il rapporto dell’ENEA aggiornato al 1° marzo 2022 mostra un numero di investimenti in continua e costante crescita in tutte le regioni italiane.

In modo particolare, ad usufruire maggiormente del Superbonus 110% sono gli edifici condominiali, per i quali si contano un numero di asseverazioni presentate pari a 19.050, con una percentuale del 64,2% di lavori già ultimati.

Attualmente, gli investimenti conseguiti in ottica Superbonus per i lavori condominiali rappresentano difatti il 48,5%, per un ammontare in euro pari a 10,2 miliardi.

Per quanto riguarda invece le spese conseguite nelle unità immobiliari site in edifici plurifamiliari, che hanno accesso autonomo dall’esterno e sono funzionalmente indipendenti, gli investimenti totali risultano pari a 39.337, dei quali almeno il 76,2% dei lavori sono già stati conclusi.

Sono ottimi i risultati anche in riferimento agli investimenti conseguiti su edifici unifamiliari, ovvero quelli adibiti ad ospitare un solo nucleo familiare. Gli edifici unifamiliari, riguardo al numero di asseverazioni presentate hanno superato anche gli edifici condominiali, con ben 64,158 pratiche, di cui il 74,7% si riferisce a lavori già ultimati.

I condomini in ogni caso, seppure contino meno pratiche presentate, rappresentano comunque il più elevato ammontare di investimenti in denaro. Difatti:

  1. I condomini contano un totale di investimento medio nazionale pari a 538.526,41 euro;
  2. Gli edifici unifamiliari rappresentano un totale nazionale di investimento medio pari a 110.357,45 euro;
  3. Le unità immobiliari site in edifici plurifamiliari contano invece un totale di investimento medio nazionale pari a 96.703,29 euro.
Advertisement - Pubblicità


Investimenti medi Superbonus 110%: i dati regione per regione

A livello regionale, il primato per il più elevato numero di asseverazioni depositate per l’accesso al Superbonus 110% spetta alla Lombardia, con un totale di pratiche pari a 18.740 ed un totale di investimenti complessivi che ammontano a 3.489.806.105,82 euro.

La regione che invece conta il minor numero di asseverazioni presentate ed investimenti conseguiti è la Valle d’Aosta, con sole 313 pratiche depositate ed un ammontare di investimenti ammessi a detrazione pari a 61.449.434,6 euro.

Ecco il totale degli investimenti medi conseguiti regione per regione in ottica Superbonus 110% alla data del 1° marzo 2022:

  1. Abruzzo:
    • Condomini: 604.126,59 euro;
    • Edifici unifamiliari: 112.017,52 euro;
    • Unità immobiliari in edifici plurifamiliari: 96.646,20 euro.
  1. Basilicata:
    • Condomini: 579.841,30 euro;
    • Edifici unifamiliari: 119.719,69 euro;
    • Unità immobiliari in edifici plurifamiliari: 112.454,33 euro.
  1. Calabria:
    • Condomini: 543.493,52 euro;
    • Edifici unifamiliari: 112.970,79 euro;
    • Unità immobiliari in edifici plurifamiliari: 106.774,15 euro.
  1. Campania:
    • Condomini: 590.174,86 euro;
    • Edifici unifamiliari: 114.956,09 euro;
    • Unità immobiliari in edifici plurifamiliari: 105.175,02 euro.
  1. Emilia-Romagna:
    • Condomini: 516.818,70 euro;
    • Edifici unifamiliari: 104.477,38 euro;
    • Unità immobiliari in edifici plurifamiliari: 90.056,05 euro.
  1. Friuli-Venezia Giulia:
    • Condomini: 581.773,98 euro;
    • Edifici unifamiliari: 99.246,60 euro;
    • Unità immobiliari in edifici plurifamiliari: 79.787,44 euro.
  1. Lazio:
    • Condomini: 666.750,85 euro;
    • Edifici unifamiliari: 110.093,53 euro;
    • Unità immobiliari in edifici plurifamiliari: 95.228,58 euro.
  1. Liguria:
    • Condomini: 370.110,77 euro;
    • Edifici unifamiliari: 108.030,66 euro;
    • Unità immobiliari in edifici plurifamiliari: 95.452,96 euro.
  1. Lombardia:
    • Condomini: 582.598,88 euro;
    • Edifici unifamiliari: 113.955,47 euro;
    • Unità immobiliari in edifici plurifamiliari: 103.377,00 euro.
  1. Marche:
    • Condomini: 482.889,90 euro;
    • Edifici unifamiliari: 107.379,30 euro;
    • Unità immobiliari in edifici plurifamiliari: 90.390,41 euro.
  1. Molise:
    • Condomini: 482.411,89 euro;
    • Edifici unifamiliari: 124.833,80 euro;
    • Unità immobiliari in edifici plurifamiliari: 103.869,97 euro.
  1. Piemonte:
    • Condomini: 475.341,05 euro;
    • Edifici unifamiliari: 113.018,76 euro;
    • Unità immobiliari in edifici plurifamiliari: 87.869,10 euro.
  1. Puglia:
    • Condomini: 649.591,28 euro;
    • Edifici unifamiliari: 104.962,56 euro;
    • Unità immobiliari in edifici plurifamiliari: 100.881,89 euro.
  1. Sardegna:
    • Condomini: 862.155,51 euro;
    • Edifici unifamiliari: 119.658,85 euro;
    • Unità immobiliari in edifici plurifamiliari: 112.251,67 euro.
  1. Sicilia:
    • Condomini: 535.309,02 euro;
    • Edifici unifamiliari: 109.770,77 euro;
    • Unità immobiliari in edifici plurifamiliari: 100.500,30 euro.
  1. Toscana:
    • Condomini: 435.612,93 euro;
    • Edifici unifamiliari: 106.173,68 euro;
    • Unità immobiliari in edifici plurifamiliari: 91.103,39 euro.
  1. Trentino-Alto Adige:
    • Condomini: 334.990,06 euro;
    • Edifici unifamiliari: 112.753,18 euro;
    • Unità immobiliari in edifici plurifamiliari: 92.904,35 euro.
  1. Umbria:
    • Condomini: 456.243,54 euro;
    • Edifici unifamiliari: 108.929,02 euro;
    • Unità immobiliari in edifici plurifamiliari: 99.282,40 euro.
  1. Valle d’Aosta:
    • Condomini: 316.992,64 euro;
    • Edifici unifamiliari: 106.959,30 euro;
    • Unità immobiliari in edifici plurifamiliari: 89.865,81 euro.
  1. Veneto:
    • Condomini: 520.330,51 euro;
    • Edifici unifamiliari: 109.907,36 euro;
    • Unità immobiliari in edifici plurifamiliari: 94.441,02 euro.

Il report completo è disponibile qui.



Autore: Redazione Online

Altri approfondimenti ed Articoli Correlati

Advertisement - Pubblicità